Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Come inizia la storia che vi ha portati qui? La vostra, quella dei vostri bambini e del vostro rapporto con loro? Vogliamo offrire accoglienza a questi racconti perché l'indole di ciascuno di noi discende anche da come è entrato nel mondo, è influenzata dal ricordo segreto che di questa prima esperienza il corpo custodisce e dai ricordi che i racconti di famiglia serbano per lui. Pensieri intorno a una nuova vita, sul suo concepimento, sul suo schiudersi a noi.

Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda esmeralda » venerdì 18 ottobre 2013, 10:02

Okkio che potrebbe essere "roba forte", pensieri miei, e cose che di solito le mamme, la brave mamme, non dicono.
Anche se poi, con qualcuna più in confidenza, vien fuori che non è proprio una cosa coooosì strana.

Disclaimer: sono rogne assai relative di un parto andato comunque più che bene, con bambini più che sani. Ne sono consapevole. PEr favore astenersi dal dire: dovresti solo che leccarti i gomiti. Lo so. Lo faccio. Li lecco, i gomiti. Tranquille ;)

Faccio fatica, sempre fatto fatica a mettere insieme le parole "parto" e "meraviglioso", "emozionante" "magico" o simili.
Dopo esserci passata due volte, mi viene in mente "lungo" "splatter" "faticoso" "necessario"
Quando ho partorito io e mi tornavano in mente quelle tenere parole sentite da qualcuno, o più probabilmente lette in qualche racconto parto su internet... boh... mi sentivo come presa in giro, o aliena.
Ecco mi ricordo che pensavo:
Ma quanto ci vuole ancora?? Ma sto qua da ore con la pancia che sembra posseduta, un male che non ti dico, zozza, sudata e puzzona, con la nausea e tutto e mi vieni a dire magico? Ma che magie fai tu? Ma sei 'na strega?

Ero in una grande struttura, ma assistita da un'ostetrica che è una donna che amo, che mi conosce da sempre e mi ha un po' cresciuta. Non potevo desiderare di meglio. Ma quando mi diceva giuliva: ma brava, bene, tutto bene, sei giè di 3-4-5- x centimetri... Io pensavo... Mamma che orrore!! Ma chissà se poi tutti sti centimetri maledetti si richiuderanno bene? niente sarà più come prima laggiù. :sob:
Poi finalmente l'epidurale, mi passa un po' quel male feroce, e riesco un minimo a pensare: ecco, sta arrivando, finalmente. Speriamo che stia bene, vedrai che va tutto bene. Quel coso sul monitor mi dice tutto bene. Okkei, almeno lui sta bene, perchè io sto veramente di merda eh, e non ne posso più. Speriamo che finisca presto.
E poi mi tornavano in mente le mucche in campagna. Quello spettacolo un po' splatter che spiavamo nelle stalle. E mi sentivo una mucca.
Oh, signora, tutto perfetto!! Lei è proprio nata per fare bambini! Guardi che bel bambino!! Anche lei appena due punticini e via!!
Ma vaffankiul , va... nata per fare bambini un accidente! Che mi sento tutta squassata come mai nella vita e mi chiedo come quel coso ce l'abbia fatta mai a passare di lì, e non oso pensare che ci sarà laggiù.
Amore, ti amo, abbiamo il nostro bambino... guarda che bello, sei stata bravissima.
Ma bravissima de che?... come era entrato doveva pur uscire eh... Mi sono divertita di più a farlo entrare che a farlo uscire, sinceramente. Son state ore lunghe.
Bello bello bello amore del papà
Si, bello tenero quel cosino con la testa tutta storta. Proprio bello-bello non sei... anche io devo fare abbastanza schifo... ma avremo tempo di migliorare tutti e due. Eri tu che mi davi i calci eh? BEne, che bello vederci finalmente. Sarai mio figlio per sempre. Già ti adoro da mesi, ma adesso che sei arrivato, sto casino lo darei per terminato. Saremo insieme per sempre, ma levatemelo da addosso... subito, adesso, portatelo un attimo via, sistemate me, sistemate lui, e fatemi riposare. Rimetteteci in sesto e poi ne parliamo.
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda devil1 » venerdì 18 ottobre 2013, 10:17

Mi hai fatto idere, in effetti non sono proprio le parole che normalmente si leggono qui
devil1
 
Messaggi: 263
Iscritto il: lunedì 22 ottobre 2012, 9:22
Figli: f1 2001 f2 2004

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda Luggen » venerdì 18 ottobre 2013, 10:24

Fai benissimo a dirlo, se è quello che hai provato.
Io mi sento un po' esclusa dai discorsi sul parto, ho avuto due tc, spesso sembra che le persone ritengano che io non abbia "veramente" partorito.
Però per me è' stato emozionante, e il "subito dopo" e' stato tutto diverso, avrei morso chiunque si sognasse di togliermele di dosso. Avevo scelto ospedali con rooming in proprio perché non ci provassero nemmeno, che di dover lottare per avere quello che era nostro non avevo proprio voglia.
Luggen
 
Messaggi: 1828
Iscritto il: venerdì 10 giugno 2011, 14:21
Figli: A1 luglio 2009
A2 gennaio 2012

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda esmeralda » venerdì 18 ottobre 2013, 10:42

Non dico che uno dei motivi che mi tiene lontana da un'altra gravidanza sia proprio il parto, perchè è vero che è un evento assai spiacevole e doloroso, ma insomma... con qualche ora tremenda te la cavi, si spera.
Ma il mio parto "ideale" -ideale nel senso che non esiste- sarebbe una cosa in anestesia totale. Entri con le tue gambe, ti svegli in una mezz'oretta che il bambino è lì nella cullina e mamma e bimbo sono belli sistemati.
Comunque io ho appositamente scelto un tipo di degenza SENZA rooming-in obbligatorio (se volevi potevi tenerlo) ed ho usufruito del nido le notti che son stata lì.
Non so, la cosa più poetica della faccenda era giusto questa idea di "per sempre", che non avvertivo tutta sta fretta e sto bisogno di tenerli sempre vicino da subito, i bambini. Una volta nati e verificato che stavano bene, ero molto tranquilla e serena.
Dopotutto erano in buone mani.
Si, qui ho letto faccende sulle fisiologia del parto e primi minuti, e non mi hanno convinto per niente.
Considera poi che ci tenevo ad allattare un pochino, ma avevo chiaro che non più di 6 mesi anche meno, e non sono mai stata contraria alle giunte.
Anzi, nell'ospedale (pubblico) sono stati molto rispettosi e mi hanno chiesto il permesso (anche per il ciuccio) e spiegato un po' la faccenda.... Poi tra l'altro i bambini lo hanno voluto per pochissimo il ciuccio...

Comunque, io ho partorito "veramente" ma non penso che un cesareo sia meno vero, e tantomeno mi sento eroica per averlo fatto. Mica avevo tanta scelta eh? ;)
Avessero potuto consegnarmeli con DHL lo avrei scelto... ma non è una opzione praticabile :( .
E' la classica cosa che... lo sai, ti tocca.. dopotutto i bambini li volevo e quella è una tassa da pagare, per cui... cerchi di passarci in mezzo con pazienza e incroci le dita che vada tutto per il verso giusto.
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda Lorelay » venerdì 18 ottobre 2013, 11:44

L'idea dell'epidurale era per me talmente tanto lontana che neppure ho fatto le analisi. Un ago nella schiena per evitare un dolore che sopportano da millenni l'80% delle donne al mondo? Per me è impensabile.

Non ho neppure fatto il corso preparto, perché dovevo per un mese (il settimo, quando ancora lavoravo) andare 3 mezze giornate in ospedale, per un costo di 200 euro... dei pazzi. Poi allora avevamo una sola macchina e dovevo muovermi coi mezzi o a piedi... insomma mi veniva l'ansia solo a pensarlo.

Fatto sta che a me il parto non faceva così paura, anzi. Al massimo l'idea di qualche complicazione, ma il parto in sè mi sembrava tanto naturale...

Credo che sia stata una sorta di premonizione. Io ho fatto un travaglio di 8 ore totali per 3 figli. La somma dei travagli fa 8 ore in tutto: 4 ore scarse la prima, 3 ore il secondo, poco più di un'ora il terzo. Ho imparato che il mio corpo arriva a 5-6 centimetri di dilatazione senza che io me ne accorga. Con Angelica mi si sono rotte le acque alle 00.30, sono arrivata in ospedale all'1 con 5 centimetri di dilatazione. Per Cristiano, ho perso il 'tappo mucoso' alle 9 del mattino del sabato e ho passato una giornata tranquilla. Alle 4 del mattino della domenica mi sono svegliata per i dolori e alle 7 l'avevo in braccio.
Con Samuele non parliamone: tappo perso alle 21 circa, un lieve fastidio alla schiena durante la serata che andava e veniva. Alle 00.10 Samuele rompe il sacco (l'ho proprio sentito: piedi puntati sotto lo sterno e colpo deciso della testa) e sono partite le contrazioni, ma con calma. Alla 1.30 sono scesa io dalla macchina per accompagnare i bambini al cancello di mia madre. Alle 2.31 avevo Samuele in braccio. E non è stato neppure tanto doloroso.

Pura fortuna, ovviamente. Ma io di parti ne farei 10. A casa però, che in ospedale non arrivo in tempo. :rotfl:
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda devil1 » venerdì 18 ottobre 2013, 11:56

Anche io due tc, il primo urgente, per bradicardia fetale, dopo ore di induzione e il mio corpo che proprio non voleva mollarlo, ed ero a 41+5, il secondo l'ho scelto per paura, confesso che ho preferito cosi. Senza troppi rimpianti, soffrivo come un cane per una sciatica che mi impediva di camminare, non so nemmeno come avrei fatto a spingere.
Comunque e' andata, vista l'eta' avevo anche deciso che non ne avrei fatti altri e quindi e' andata bene cosi'.
Il dopo e' stato pesante, anche perche' per mille ragioni ho sempre dovuto lavorare, anche poco, ma dovevo andare, quindi non mi sono goduta ulla di quello che leggo qui.
Amen, ora che sono grandi e leggo voi con i vostri piccoli un po' di nostalgia c'e', le coccole ci sono lo stesso, gli abbracci, i baci, ma haime' anche i 5 in tecnica, mannaggia!
devil1
 
Messaggi: 263
Iscritto il: lunedì 22 ottobre 2012, 9:22
Figli: f1 2001 f2 2004

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda esmeralda » venerdì 18 ottobre 2013, 12:16

Io ho un rapporto migliore con gli aghi che con il dolore. ;)
Il mio dentista lo sa: anestesia pure per la pulizia dei denti!!!

Che tutti i normali cristiani sopportano con serena rassegnazione.
La sopporterei pure io, si intende. Ma già che esiste quel benedetto aghetto... lo scelgo!!!

Quanto ai parti... non ricordo le tempistiche esatte... pare siano stati ragionevolmente veloci. Ma son durati sempre troppo.
Sinceramente il post parto in ospedale con quel trionfo di fiori e di visite che nemmeno il royal baby, me lo sono pure goduto. Abbiamo anche splendide foto. Ma quelle orette e quella sensazione di spaccarmi in due, mah... anche no....
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda mamazaba » venerdì 18 ottobre 2013, 13:09

anch'io credo che tu faccia bene a parlarne, di come ti sei sentita..
ma della fisiologia del parto e dell'importanza delle prime ore quindi non ti avevano parlato? nei corsi preparto della mia citta` (qui sono gratuiti, della asl!) lo sottolineano sempre, e in ospedale fanno il pelle a pelle..
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda esmeralda » venerdì 18 ottobre 2013, 13:43

Beh, io al corso pre parto -gratis- sono andata un po' a singhiozzo: era un periodo convulso e avevo altro da fare.
Per il primo figlio eh, che poi il secondo... vabbè..
Davvero non ero molto concentrata sulla faccenda, tanto, ripeto, lo sapevo che prima o poi dovevano nascere ;)
La mia "zia" ostetrica mi aveva raccontato un po' di quello che sarebbe successo.
Mi ha promesso l'epidurale.
Il pelle a pelle lo abbiamo fatto, quando sono nati credo che sia di protocollo, di "obbligo" metterteli addosso per un po'. Lo hanno fatto senza che neppure chiedessi.
Bello, ripeto, anche emozionante, ma 5 minuti eh!! Poi avevo voglia di riprendermi e basta.

Non vorrei che sembrasse che non me ne importava niente o che fossi "fredda" riguardo ai bambini. Non è così.
Ma dopo un po'... boh... 5-6 minuti che li avevo addosso, mi hanno detto adesso li prendiamo... e io ne sono stata sollevata. Se li sono presi li hanno visitati, forse un prelievo nel tallone, lavati vestiti, intanto hanno finito di sistemare me. Poi ero stanca morta. Li hanno portati un po' al nido per il calore e io boh... non ricordo... mi sono riposata.
Nessuno dei due aveva l'ittero, per cui niente lampada.
Poi me li hanno portati in stanza in una cullina.
Poi ho fatto tutto eh: attaccarli e questo e quello.
Per il primo bambino non mi ricordo bene, per la seconda... di sicuro la notte li ho lasciati al nido tutti e due, e ho cercato di dormire un po'. La prima notte non son riuscita, dovevano esserci troppi ormoni in giro. Ad un certo punto della notte è passata un'infermiera e mi ha chiesto se volevo che me la portassero per provare ad attaccarla. E l'abbiamo fatto.
La seconda notte mi hanno chiesto se volevo che mi svegliassero o se davano l'aggiunta se piangeva (meglio attaccarla, mi hanno detto, ma scelga lei). Ho detto di dare tranquillamente la aggiunta. Io poi sono andata boh... metti a mezzanotte e poi all'alba. Insomma, ero molto tranquilla eh... contenta...
Non mi sembrava di aver vissuto niente di eroico.
3 giorni di bella clinica in cui mi son riposata, ringraziando il cielo era andato tutto per il verso giusto. Potevamo portarci a casa i bambini sani e salvi e tutto bene. Ma sulla vicenda in sè non avevo grandi aspettative.
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda kangaroo » venerdì 18 ottobre 2013, 14:03

Non so....magico, emozionante non è mica il parto in sé....."semplicemente" è un momento che segna uno stravolgimento della vita...probabilmente a quelle di cui hai letto i racconti su internet è rimasto un ricordo bellissimo perchè si sono concentrate sul risultato......e per avere quel risultato da quell'esperienza che tutti sanno essere dolorosa ci devi passare, non c'è scampo : Smile : : Smile : : Smile :
Io non sono stata così stoica, l'epidurale l'ho fatta e non me ne vergogno mica :-D :-D
kangaroo
 
Messaggi: 165
Iscritto il: domenica 9 settembre 2012, 22:47
Figli: 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda esmeralda » venerdì 18 ottobre 2013, 14:10

Ecco, appunto, anche io ero concentrata sul risultato.
Per questo ho scritto che la vita comincia all'uscita dalla clinica.
Per noi è stato così.
E quello è stato bello, emozionante e tuttto... e siamo ancora in pieno ballo!!!
All'ospedale, dato che giustamente da qualche parte devono pur arrivare, ho..boh... timbrato un cartellino.

Alla fine, mi sono adoperata perchè la cosa avvenisse in modo il più possibile "piano" tranquillo.
Non mi aspettavo fosse una cosa piacevole, non la è stata, per fortuna è andato tutto bene.
Bon. Finita lì.
La vita in realtà me l'ero sconvolta rimanendo incinta. Il mio bambino c'era già. I miei bambini, anzi. Il parto era un'aggiunta....inevitabile ;)
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda kangaroo » venerdì 18 ottobre 2013, 14:15

Abbastanza spoetizzante il tuo racconto.... : Chessygrin : : Chessygrin : per me è stato tutto diametralmente opposto...per dirti, la prima notte ho pianto tutto il tempo dall'emozione - e la bambina era nel nido, eh!!! - insomma...questo è un ambito così personale che è quasi un'impresa confrontarsi.
kangaroo
 
Messaggi: 165
Iscritto il: domenica 9 settembre 2012, 22:47
Figli: 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda esmeralda » venerdì 18 ottobre 2013, 14:21

Io ho pianto, e pure parecchio, quando li abbiamo riportati a casa. Quando siamo entrati fisicamente in casa con i bambini. E abbiamo chiuso la porta. Con la camerina pronta e tutte quelle cose per casa che ti facevano capire che si, c'erano grandi, grandissime novità nella vita!!!
Lì ho detto: okkei, missione compiuta: siamo una famiglia!!! E ci siamo commossi.: Love : : Love : : Love : : Love :
Forse al primo bimbo ho pianto un po' proprio quando siamo usciti dalla clinica e ci abbiamo messo 20 ore circa per piazzarlo nell'ovetto della macchina e per bloccare l'ovetto. Mi sono sentita diversa.

Tutta la roba di ospedale no, non mi ha fatto piangere. Nè mi ha fatto disperare. Andava fatta e l'ho fatta. Basta.

E comunque effettivamente per me, l'atto fisico del travaglio e del parto -per me eh- hanno poco a che fare con la poesia.
Siano mucche, gatte o mamme umane, sempre una faccenda tribolosa è.
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda mamazaba » venerdì 18 ottobre 2013, 14:33

esmeralda, non capisco, sei contenta cosi? e io lo sono per te. sul serio.
o forse confusamente senti una mancanza, e` questo che cerchi, parlandone?
fai sempre a tempo eh, sei giovane! :)

o sei solo stupita che per altre mamme la nascita sia stata un momento esaltante?
per me lo e` stato, si. pensa che la prima cosa che ho detto (proprio la prima prima) e` stato "wow, facciamone un altro" :-D
e per me la vita a tre e` iniziata molto molto prima di portarla a casa, quella prima sera.

io non mi sento eroica ma fortunata, so di aver vissuto un'esperienza bellissima. un po` e` stata fortuna, un po` anche preparazione, sia mentale sia organizzativa... preparazione che ho cercato perche` sentivo che il momento della nascita sarebbe stato un tassello importante nella formazione della nostra famiglia, e infatti per noi cosi e` stato.
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda Luggen » venerdì 18 ottobre 2013, 14:38

Credo sia proprio molto personale. Io non penso affatto che non ti importasse dei bambini, nemmeno metto in mezzo la fisiologia dell'allattamento e del contatto (per quanto a me premessero moltissimo, dopo che le poverette hanno dovuto nascere col tc ancor di più!), per me era proprio istinto puro, sentivo che il loro posto era con me. La prima notte della prima A l'ho passata a guardarla e a chiedere a mia mamma "ma respira?" (La domanda reale sarebbe stata "e' qui per davvero, la vedi anche tu?"). La prima notte della seconda A ho dormito (con lei), ho sognato che non c'era, che la desideravo ma non ero neppure incinta, quando mi sono svegliata affannata per qualche secondo il sogno mi sembrava lei, ci ho messo davvero qualche attimo per realizzare che era vera per davvero.
Poi il ricovero con la prima A e' stato atroce, personale veramente allucinante, mi hanno molestata in ogni modo possibile. Con la seconda A stanza privata e tutti fuori, come si affacciavano dicevo "tutto bene non ho bisogno di nulla". Mio marito e la prima A stavano li quanto lei voleva, era quasi come stare a casa.
Luggen
 
Messaggi: 1828
Iscritto il: venerdì 10 giugno 2011, 14:21
Figli: A1 luglio 2009
A2 gennaio 2012

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda mamazaba » venerdì 18 ottobre 2013, 14:44

grazie Luggen! adesso ho capito perche` ci siamo fatti cento volte l'un l'altra quella stupida domanda! :-D
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda devil1 » venerdì 18 ottobre 2013, 14:45

Io credo che sia una cosa molto personale, come quando sia e' ammalati, io preferisco stare sola, fuori tutti dai piedi, lasciatemi tranquilla che poi mi passa, mio marito ha bisogno di avere una persona ( me) che lo veglia e lo assiste come fosse un neonato, gli tiene la mano e gli assicura che non morira' (e' un filino ipocondriaco) per il parto e' uguale lo si vive in modo diverso e bon.
devil1
 
Messaggi: 263
Iscritto il: lunedì 22 ottobre 2012, 9:22
Figli: f1 2001 f2 2004

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda emme » venerdì 18 ottobre 2013, 15:05

io ho partorito con Taglio cesareo. Programmato, per giunta, perché mio figlio era podalico.
Ho sofferto della mancanza di naturalezza del parto e di tutto l'immediato post parto.
Me lo hanno portato in camera dopo 2 ore.
L'ho attaccato al seno solo il giorno dopo.
Tornassi indietro quante cose farei diversamente.
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda Lorelay » venerdì 18 ottobre 2013, 17:29

Io ricordo fortissimo il rientro con Cristiano. Con Angelica purtroppo mio marito non c'era, era dovuto rientrare al lavoro quel giorno, è stato a casa dopo. Forse questo? Non so.

Però so che quando siamo arrivati con Cristiano e angelica che trotterellava davanti a noi ho pensato "Oh ecco, adesso che siamo in 4 siamo davvero completi". come se quei primi due anni solo con lei fossero stati sì bellissimi ma in attesa. i
nsomma come quando ceniamo che mio marito non c'è: ti manca un pezzetto : Chessygrin :

Non parliamo poi di Samuele. L'ho voluto contro il parere di tutti. ci ho messo due anni a convincere mio marito... era il mio trofeo : Chessygrin : :rotfl: :rotfl:
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Pensieri sparsi su due nascite. Parole in libertà

Messaggioda jarboe » venerdì 18 ottobre 2013, 17:57

Posso dire una cosa in punta dei piedi? Io ho partorito due volte, per ora. La prima, in ospedale, è stata "atroce". niente di trascendentale, ma comunque lungo, spossante, e alla fine non ho sentito niente per mia figlia, solo tanta voglia di dormire. La seconda è nata a casa, tutta la naturalità del parto è stata rispettata, e è stato magico, meraviglioso, stupendo. Un onda d'amore travolgente. Dolore, sì, ma a ondate, passava presto. Non è magia, è scienza, è un cocktail di ormoni che può esserci o no, se il parto viene disturbato. L'epidurale per esempio lo disturba molto.
Un saluto a tutti!
jarboe
 
Messaggi: 74
Iscritto il: sabato 16 gennaio 2010, 15:43
Figli: Amelia 13.7.2008, Lucia 29.12.2010 Daria 8.5.2014

Prossimo

Torna a Racconti di nascita

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite