Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Come inizia la storia che vi ha portati qui? La vostra, quella dei vostri bambini e del vostro rapporto con loro? Vogliamo offrire accoglienza a questi racconti perché l'indole di ciascuno di noi discende anche da come è entrato nel mondo, è influenzata dal ricordo segreto che di questa prima esperienza il corpo custodisce e dai ricordi che i racconti di famiglia serbano per lui. Pensieri intorno a una nuova vita, sul suo concepimento, sul suo schiudersi a noi.

Re: Emiliano

Messaggioda Roberta » mercoledì 5 ottobre 2011, 21:54

ecco a raccontare il post-partum.
Emiliano è nato alle 00.08, tempo di sdraiarmi e tirarmi su la maglia e già l'avevo sdraiato sulla pancia. Ci siamo guardati e lungo, i suoi occhioni nei miei, poi piano piano si è avvicinato al seno, trovato il capezzolo e si è attaccsto subito, e subito il dolore è stato fortissimo.
Un mese prima del parto avevo chiesto a Matilde di non ciucciare più per il dolore, quindi credevo che quel dolore derivasse ancora dagli ormoni gravidici.
Il giorno della sua nascita lo passa quasi esclusivamente a dormire, non mi faccio domande, lo attacco a richiesta.
Il giorno dopo lo guardo bene, vedo il suo frenulo labbiale corto, lo continuo ad attaccare ed aspetto di smaltire questi ormoni.
Continuo ad osserverlo, il mento è più piccolo della bocca (mento sfuggente), la lingua la mette male e serra le gengive come un dannato.
Chiamo l'osteopata, subito mi dice che fino a novembre non ha posto e poi il bimbo è troppo piccolo, quando le spiego che è un problema di allattamento, dopo qualche gg mi richiama per vederlo. Emiliano è stato molto impegnato nel bacino quidni era un po' "storto".
L'osteopata lo vede ad otto giorni, lo manipola e mi dice di risentirci tempo una settimana.
Le cose non cambiano, il dolore è sempre più atroce, tanto che io ho il vomito ogni volta che lo attacco.
Gli faccio fare gli esercizi alla lingua e alla bocca.
Lui non ha il minimo problema, in una settimana ha preso 600 gr, ma io ogni volta lo sento cercare il seno vorrei scappare.
Non ce la faccio più, non posso neanche farmi una leggera doccia che sanguino, ho provato ogni posizione, reggendogli il mento, classica, scivolata, rugby, biological nurturing, lupa, nulla. Da sdraiata era ancora peggio, l'unico modo leggermente migliore era stando con le gambe divaricate, sedendolo tra le mie gambe e tenendogli la testa completamente reclinata indietro con tutto il peso del mio seno sul mento, di modo che non gli sfuggisse. Le notti sono ancora peggio, passate sul divano a cercare di sentire meno dolore possibile
Eppure a me sto frenulo non convince. La pediatra mi dice che si è corto, ma aspettiamo per vedere se è elastico...
Il decimo giorno decidiamo per il paracapezzolo, cerchiamo la giusta misura, li metto e subito provo sollievo. Il giorno dopo però Emiliano non fa la cacca, mi sembra strano che da farla 7/8 volte al giorno non la facesse neanche una volta, ma aspetto. Il secondo giorno di nuovo, niente cacca. Il terzo lo peso e... cavolo ha perso un etto. Entro in panico, chiamo la pediatra, mi fa andare subito. Lo visita, il bimbo sta benissimo, mi tranquillizza che cmq è un bambinone, non è bello che abbia perso un etto ma su un bimbo di 4,5 kg non è gravissimo, ovviamente di stare attenti.
Inoltre abbiamo preso la candida, Emiliano in bocca, io sul seno, Matilde nella patatina.
Presa com'ero da Emiliano non ho badato a me. La sera mi sento uno straccio, mi gira la testa, sento caldo. Lui non prendeva peso perchè non mi drenava il seno col paracapezzolo ed io mi sono ritrovata con un principio di mastite. Febbre a 39,5. Non volevo prendere l'antibiotico, quindi sono andata in farmacia ad affittare un tiralatte, per drenarlo il più possibile e ho preso dosi di ibuprofene per calmare il dolore.
Ho capito che per salvare il mio allattamento avrei dovuto smettere di allattare, perchè se avessi continuato con quel dolore non sarei arrivata ad un'altra settimana.
Inizio a tirarmi il latte una decina di volte al giorno, ma al massimo facevo 400 ml al giorno. Cedo alla formula, a malincuore, con un senso di fallimento tremendo. Arrivo a dargliene 700 ml, è tutto un contare, ogni grammo tirato lo marco su un foglio, ogni biberon di LA è marcato accanto.
Nel frattempo prendo un appuntamento con un altro pediatra, mi dicono "ESPERTO" di frenuli.
Dopo 5 giorni in cui ho smesso di allattare vado da questo pediatra. Visita Emiliano, sta benissimo. Il frenulo è corto davvero, ma non centra nulla con l'allattamento, per il pediatra, lui non me lo taglia, anche perchè dovrebbe fargli l'anestesia totale e poi sto frenulo corto sarà un problema del dentista tra sei anni... Proviamo ad attaccarlo, il dottore mi strizza le tette, gliele ficca in bocca tenendogli premuta la testa con forza, a me li sembra di non sentire dolore, ma erano anche 5 gg che non lo attaccavo e le ragadi erano guarite. L'unica cosa è un'irritazione da pannolino, mi consigli di darle il Katoxin (cosa che NON ho fatto)
Torno a casa e continuo ad attaccarlo così, tempo due giorni ero a punto ed a capo.
Torno dall'osteopata, questa volta la manipolazione lo libera, non stringe più le gengive, non ho più vasospasmo, ma il dolore rimane.
Chiamo Carla, la mia Consulente, le chiedo se è a casa, ho bisogno di parlare con qualcuno che non mi piglia per pazza perchè voglio allattare.
Vado da lei, la figlia occupa Matilde io chiacchero e mi svago. Attacco Emiliano, l'attacco sembra perfetto ma il dolore è insopportabile, devo staccarlo perchè non ce la faccio e dargli l'artificiale.
Cambio il pannolo ad Emiliano e Carla mi dice "cavolo ma che candida che ha"... candida? io sono così stralunata che ormai non capisco più nulla, mi chiedo se avessi dato il katoxin che gli avrei fatto, e poi penso a sto dolore che dalla punta del capezzolo arriva come una coltellata fino a dietro la schiena e non passa mai, lo credo Emiliano aveva la candida anche nel pisellino e sanza curarlo continuavamo a portarcela avanti.
Mi fiondo dal mio dottore, dico lui che il pediatra mi ha consigliato una cura orale per la candida (balla) mi da delle pastiglie di fluconazolo... "ah ma lei allatta.." non si preoccupi dottore, mi tiro il latte e lo butto (ma che cazzo, il fluconalzolo è completamente compatibile con l'allattamento). Tempo due giorni la candida è migliorata, Emiliano ha il pisellino sempre meno rosso e non sento più le stillettate al seno né durante la poppata né dopo, mai avrei immaginato che la candida potesse essere così devastante.
Eppure le cose non vanno bene, io sono devastata, demoralizzata, non credo di farcela, non posso attaccarlo più di 1 minuto. Perdo litri di latte nelle maglie ma col tiralatte non tiro un cavolo.
Poi mi ricordo le parole del pediatra "illuminato", se è un problema di dentisti, chiamo il mio dentista!
Mi fa portare Emiliano, lo guarda e mi dice che non l'avrebbe tagliato, ci vuole un neonatologo ospedaliero. Mi da il numero del pediatra di suo figlio.
Lo chiamo, gli parlo, mi crede... incredibile e bellissimo, questo pediatra mi dice "se lei che è la mamma ritiene che è questo il problema io non sono nessuno per smentirla, la mando da un chirurgo".
Ok chiamo il chirurgo. Lui al telefono è piuttosto scettico, non credo che il frenulo dia problemi di allattamento ma mi da un appuntamento. Nel frattempo raccolgo tutto il poco materiale sul frenulo ed allattamento, solo in inglese, solo dall'America.
Visita Emiliano e la sua sentenza è che il frenulo è NORMALE tutti i bambini hanno frenuli così. Gli chiedo come mai i pediatri mi hanno detto che il frenulo è corto, mi invita a fare un giro in corsia per farmi vedere i frenuli degli altri bambini, lui non può fare un'anestesia totale e tagliare un frenulo così normale. Mi chiede di attaccare Emiliano e poi sentenzia che non lo attacco bene, lui ha visto allattare sua moglie i loro tre figli e la moglie offriva il seno come un cucchiaio, io lo attacco male.
Esco di lì demoralizzata, non capisco più dove sta il vero, ho il sostegno di Micaela, un'altra Consulente che perde ore ed ore dietro a noi.
Una mattina guardo il seno e vedo che una ragade ci è infettata ed ha il pus, corro in un centro privato e faccio un tampone... steptococco aureo, a sto giro l'antibiotico non me lo toglie nessuno.
Mi viene il mente che Davide, mio marito, ha un amico chirurgo maxillofacciale, lo chiamiamo ed andiamo da lui.
Ci aspetta con un altro chirurgo, visitano EMiliano e assolutamento sto frenulo oltre ad essere corto è attaccato veramente in basso. Ovviamente quando dico loro che lo voglio tagliare per l'allattamento mi propongono il latte artificale, ma gli basta vedere la mia faccia per capire cosa ne penso. Dopo 4 giorni lo tagliamo.
Crema anestetizzante e trenta secondi di elettrobisturi, neanche una goccia di sangue.
Da quel giorni prende il La con il DAS ed oggi,a 5 giorni dall'intervento, posso dire di vedere i primi miglioramenti, abbiamo quasi tolto del tutto la formula ed il dolore è accettabile, la ragade è ancora infetta, a presto farò un altro tampone, ma ecco, posso iniziare il mio puerperio...
Non esiste una strada verso la felicità. La felicità è la strada
Avatar utente
Roberta
*‿*
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 21:58
Località: Genova
Figli: M. febbraio 2008
E. agosto 2011

Re: Emiliano

Messaggioda anninamar » mercoledì 5 ottobre 2011, 22:08

Mamma mia cara, che calvario per tutti voi!
Si, la candida da fitte lancinanti (l'ho provata anch'o).
Vi mando un fortisssimo :abbraccione
e buon latte!
L'isola sconosciuta è un luogo mobile che appare e scompare sulle carte della fantasia ma sta ben saldo nel cuore di ognuno di noi. J.saramago
anninamar
*‿*
 
Messaggi: 1604
Iscritto il: giovedì 4 novembre 2010, 14:03
Figli: F1 2007

Re: Emiliano

Messaggioda Ella » mercoledì 5 ottobre 2011, 22:13

Ero in pena per te....ma non m'immaginavo un cosa così

:shock: :shock: :shock: :shock: :shock: :shock:

Cara cara cara Robi che odissea!


Ma solo una mamma tosta come te ce la poteva fare..cavolo complimenti!! :clap: :clap: :clap: :clap: :abbraccione :abbraccione :abbraccione :abbraccione :abbraccione :abbraccione

Ora andrà meglio, si che bello finalmente cara... e ne sono felice .. : Love : : Love : : Love :

Ps: mi hai fatto venire in mente che pure io per tutto il primo mese ho avuto un male cane al capezzolo ma proprio terribile tanto che più volte avevo pensato di rinunciare ....e poi ora mio figlio ha pure questo modo di parlare come se certe lettere non è in grado di articolarle bene e penso penso..se anche lui avesse il frenulo corto? Il mento un poco sfuggente in effetti ce l'ha...
Ella
 

Re: Emiliano

Messaggioda Nicoletta » mercoledì 5 ottobre 2011, 22:16

riesco solo a dirti che ti ho sentita palpitare. tutta questa sofferenza viene da chiedersi ma perchééé?? sei stata una leonessa.
Nicoletta
 
Messaggi: 174
Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2011, 9:46
Figli: E 1998, I 2001, G 2006

Re: Emiliano

Messaggioda river » giovedì 6 ottobre 2011, 0:51

ciao si, una leonessa è vero. (io abbattuta da una misera influenza!) ti abbraccio anch'io forte
ti voglio bene assai
"Ma soprattutto non sappiamo ancora quale aspetto potrebbe assumere il mondo, se i bambini potessero crescere senza subire umiliazioni, se venissero rispettati come esseri umani e presi sul serio dai loro genitori." (A. Miller)
Avatar utente
river
*‿*
 
Messaggi: 1314
Iscritto il: giovedì 28 ottobre 2010, 16:36
Figli: M 10.2009

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda miki.arcon » giovedì 6 ottobre 2011, 10:12

Roberta sei stata bravissima. Da adesso in poi solo discesa... ve la meritate!
La candida è una bestiaccia, occhio al piccolo perché se è predisposto (come me, come il mio) potreste ritrovarvela periodicamente fra i piedi... E se si individua subito si evitano rogne!
miki.arcon
*‿*
 
Messaggi: 786
Iscritto il: martedì 30 giugno 2009, 6:08
Località: over the rainbow
Figli: S. (2006) e C. (2008)

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda foglievive » giovedì 6 ottobre 2011, 10:16

Roberta sono qui e faccio un gran tifo!
Quando sei giù pensami che vi penso e fai un sorriso perché sono lì a ruggire insieme a te.
Bravissima e grazie per aver condiviso questa testimonianza che può essere preziosa per
altre mamme.
Avatar utente
foglievive
NTIS
 
Messaggi: 3632
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 22:37
Figli: M2006

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda ElastiGirl » giovedì 6 ottobre 2011, 12:33

Mamma mia roberta! Che forza e che coraggio!!! Davvero complimenti non ti ferma nessuno! Un abbraccio e... buon inizio!!! ;)
ElastiGirl
 
Messaggi: 252
Iscritto il: domenica 21 agosto 2011, 9:37
Località: Abbiategrasso
Figli: Stefano, 2005 e Martina, 2006

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda Roberta » giovedì 6 ottobre 2011, 12:56

la realtà è che ve l'ho raccontato perchè sono arrabbiatissima, anzi incazzata nera (me lo concedete a sto giro questa parolaccia?)
Fossi stata al primo figlio e senza conoscere nessuno, avrei mollato, senza ombra di dubbio.
Io sono stata fortunata, conosco molte consulenti LLL, conosco io l'allattamento visto che allatto da tre anni e mezzo e conosco un chirurgo maxillofacciale, ma le altre mamme?
Io ho il voltastomaco da questa mancanza di sostegno e da come hanno cercato di farmi sentire, davvero incavolata.
E cmq la paura di affamarlo mi è rimasta, lo peso di continuo, se piange non ho abbastanz<a latte, se non fa la cacca sta morendo di fame (pesa 6,5kg per 7 settimane, ma tant'è...)
Non sono una grande donna o mamma, sono normalissima ma forse un po' più fortunata in questo senso
Non esiste una strada verso la felicità. La felicità è la strada
Avatar utente
Roberta
*‿*
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 21:58
Località: Genova
Figli: M. febbraio 2008
E. agosto 2011

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda Leti » giovedì 6 ottobre 2011, 12:58

Complimenti Robi per la tua determinazione.
Deve essere stato terribile.
Hai ragione, è indecente la mancanza di sostegno in queste situazioni.
tienici aggiornate.
un bacio
Leti
*‿*
 
Messaggi: 494
Iscritto il: martedì 30 marzo 2010, 13:05
Località: Milano
Figli: J.2008
G. 2012

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda ElastiGirl » giovedì 6 ottobre 2011, 13:10

Hai ragione roberta, è vergognoso che tu abbia dovuto lottare strenuamente contro un sistema che avrebbe dovuto essere la tua fonte di forza, non il tuo nemico!
ElastiGirl
 
Messaggi: 252
Iscritto il: domenica 21 agosto 2011, 9:37
Località: Abbiategrasso
Figli: Stefano, 2005 e Martina, 2006

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda luna » giovedì 6 ottobre 2011, 13:49

so che sembro quella "tutto io"
ma ho anche la candida al seno da annoverare nel mio allattamento
la bimba aveva 10 mesi... un male cane, ricordo che ho preso la mano di mia suocera un giorno, e io non sono assolutamente in confidenza con lei.
il dufoclan ha risolto per me, una roba che tinge di scuro la bocca ha risolto per lei in 2 giorni.
visto che hai litri di latte che non escono con il tiralatte, è possibile che tu abbia molti dotti alla base delle mammelle, dove il tiralatte non arriva. (fortunata, sono dotti enormi!)
devi drenare quel latte. scalda un po' il seno e scaldati le mani, e circonda il seno con entrambe le mani, bene alla base. senza strizzare, ma solo delicatamente, fai scorrere le mani fino a metà seno, non fino in punta, 5/6 volte, poi attacca il tiralatte. sarebbe bello tu mungessi in questo modo, anche solo con una mano, mentre attacchi il tiralatte.
per il frenulo hai risolto,
la mia aveva il mento introflesso e solo a 2 mesi l'ho portata dall'osteopata. il suo profilo e la sua ciucciata sono cambiati decisamente.
vai Roberta, ce l'hai fatta
luna
 
Messaggi: 529
Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2010, 21:44
Figli: 2/2008 - 9/2014

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda Lorelay » giovedì 6 ottobre 2011, 17:31

Mamma Roberta, che delirio!
E' brutto quando non ti ascoltano, ti fanno sentire stupida, eppure tu sai che quello che vedi è giusto!
Poi i primi giorni deve essere stato pesantissimo, con un bimbo così piccolo.
Sono contenta tutto si sia risolto
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda nacquinellacqua » giovedì 6 ottobre 2011, 17:48

Roberta non sei SOLO una grande donna e mamma... sei una leonessa come grinta e determinazione
Sono rimasta senza parole!!!!

Non credo ti possa aiutare ma ti assicuro che hai tutta la mia ammirazione

Un grande abbraccio e spero di cuore che le cose inizino a girare nel modo giusto
Nacquinellacqua

Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sara' sempre un mare, che ti aspetta
Avatar utente
nacquinellacqua
*‿*
 
Messaggi: 736
Iscritto il: martedì 16 febbraio 2010, 9:47
Figli: Pesciolino110309
Trottolina 100912

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda danipa75 » venerdì 7 ottobre 2011, 18:08

Ella ha scritto:Ps: mi hai fatto venire in mente che pure io per tutto il primo mese ho avuto un male cane al capezzolo ma proprio terribile tanto che più volte avevo pensato di rinunciare ....e poi ora mio figlio ha pure questo modo di parlare come se certe lettere non è in grado di articolarle bene e penso penso..se anche lui avesse il frenulo corto? Il mento un poco sfuggente in effetti ce l'ha...


sai Ella sia Jamal che Noà hanno il frenulo corto e anche per ma il primo mese era da pianto, con J è stato il ciuccio a salv l'allattamento, con Noà invece-avendo riconosciuto il problema-ho lavorato molto sulla posizione.
per il linguaggio...a ma sembra che J parli bene, anche meglio di coetanei o più grandicelli....tu stai accorta!!!

forza Roberta
:abbraccione
"Ma era quello il tempo migliore della mia vita, e solo adesso che mi è sfuggito per sempre, solo adesso, lo so".
Natalía Ginzburg
Daniela+3
Avatar utente
danipa75
*‿*
 
Messaggi: 1803
Iscritto il: mercoledì 29 ottobre 2008, 16:10
Località: Pesaro
Figli: E.06 J.08 N.11 E.15

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda elena84 » sabato 8 ottobre 2011, 15:27

Sto pensando seriamente che fosse stato anche il nostro problema, un mese e mezzo da incubo!..poi lentamente si risole ma ce ne volle di tempo...
Bravissima Roberta per l'impegno e la determinazione. Abbraccio te e i il piccolo.
"Solo un bisogno soddisfatto è un bisogno superato"
ImmagineImmagine
elena84
 
Messaggi: 82
Iscritto il: lunedì 8 novembre 2010, 9:37
Località: toscana qua e là
Figli: Diego 12.2.2010

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda katerpillar » martedì 11 ottobre 2011, 14:13

Robiiiii!! Che delirio!!

Grazie della condivisione del parto emozionante, e pure dell'incazzatura (sì, diciamolo : Chessygrin : : Chessygrin : Carla è veramente un tesoro di donna, pensa che l'avevo sentita anche io quando Gnometto aveva 1 mese e io per 10 giorni ho avuto un dolore che però ancora adesso nessuno è riuscito a capire a cosa fosse dovuto :? ). Sì, sei fortunata... ma l'informazione te la sei costruita perché hai voluto.

:abbraccione :abbraccione :abbraccione
Avatar utente
katerpillar
*‿*
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 12:04
Figli: Uno (Ago2007)

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda Ella » mercoledì 12 ottobre 2011, 6:33

Grazie Daniela e grazie cara Roby!
Ella
 

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda Roberta » mercoledì 12 ottobre 2011, 15:35

danipa75 ha scritto:sai Ella sia Jamal che Noà hanno il frenulo corto e anche per ma il primo mese era da pianto, con J è stato il ciuccio a salv l'allattamento, con Noà invece-avendo riconosciuto il problema-ho lavorato molto sulla posizione.


Dany in che modo ti ha aiutato il ciuccio con Jamal e come hai lavorato suilla posizione?
te lo chiedo perchè il frenulo di Emiliano era attaccato alla base della gengiva, quasi girato sotto e il labbro glielo alzavo pochissimo, infatti lui risucchiava labbri e seno e non creava il vuoto, faceva fatica anche col biberon
Non esiste una strada verso la felicità. La felicità è la strada
Avatar utente
Roberta
*‿*
 
Messaggi: 1578
Iscritto il: giovedì 28 maggio 2009, 21:58
Località: Genova
Figli: M. febbraio 2008
E. agosto 2011

Re: Emiliano [frenulo corto e allattamento]

Messaggioda danipa75 » giovedì 13 ottobre 2011, 14:00

con Jamal mi ha aiutato il ciuccio nel senso che io mi prendevo le pause riposo (cioè il mio seno) dandogli il ciuccio, specialmente la notte quando lui richiedeva un attacco continuo. di giorno è sempre stato molto sonnacchioso (ha avuto anche l'ittero..), curavo il seno e poi da solo ha migliorato la suzione crescendo, ma per mesi ha vomitato tantissimo, ed ora oltre all'intolleranza al lattosio credo centrasse anche il frenulo...
con Noà invece mi sono riproposta di non usare ciucci, tra lei e J ho anche letto "un dono prezioso" di Gonzales, quindi ero/sono più preparata. app visto il frenulo sono stata accortissima a come si attaccava: la staccavo e la riattaccavo finchè non prendeva una buona pos; allattavo anche tutte le ore per cercare di non farle arrivare troppo nervosa alla poppata. purtroppo di notte non riuscivo ad avere questo "controllo" e di fatti mi son beccata due mega-tagli alla base del capezzolo, così dolorosi e gonfi da far pensare a Nicotiana che avessi la candida (anche perchè per 3 gg Noà ha avuto i fiori in bocca ma se ne sono andati per conto loro..)poi ho usato una crema per rimarginarli e mio marito mi ha aiutata di notte: 1 risveglio allattavo e l'altro la cullava lui. il biberon non lo prendeva volentieri e poi avevo paura di vanificare gli sforzi usando il bibe....
comunque dal momento in cui le ragadi sono guarite sono sempre stata attentissima all'attacco! ora a 4 mesi si attacca correttamente di giorno e di notte, dorme tranquilla tutta notte-cioè mi avvisa con gli sbuffi io l'attacco e si riaddormente nel giro di poco-il vomito è diminuito moltissimo.
comunque anche io ho avuto il panico da poppata e piangevo ogni volta che la attaccavo : Sad : : Sad :
visto l'evolversi del linguaggio di Jamal non ritengom opportuno tagliare il suo e nemmeno quello di Noà.
oltretutto mia cognata l'ha tagliato alla sua a 3 anni perchè era convinta che le impedisse di parlare bene, ma tra il prima e il dopo io non ho visto differenze...tutt'oggi J parla meglio anche se più piccolo di 7 mesi...
credo anche che se non avessi risolto come ho risolto avrei preso in considerazione di tagliarlo piuttosto che sosp l'allattamento!!!
mi sembra che anche Noà tenesse il labbro inferiore risucchiato...sai che già non ricordo quasi più :shock: :shock: :shock:
"Ma era quello il tempo migliore della mia vita, e solo adesso che mi è sfuggito per sempre, solo adesso, lo so".
Natalía Ginzburg
Daniela+3
Avatar utente
danipa75
*‿*
 
Messaggi: 1803
Iscritto il: mercoledì 29 ottobre 2008, 16:10
Località: Pesaro
Figli: E.06 J.08 N.11 E.15

PrecedenteProssimo

Torna a Racconti di nascita

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron