Collaborazione dai grandi

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Lorelay » giovedì 22 gennaio 2015, 15:32

Io sono stata investita da un' auto a 8 anni mentre attraversavo la strada, non era il caso di mandarmi da sola!

I miei figli attraversano la strada da soli dai 7 anni, e non mi sento una sciagurata per questo
Probabilmente non avevi gli strumenti per attraversare da sola

Tipo quello che scrivi : "i fatti gravi qui si sono verificati dopo le 18" a me non basta come consolazione, qui che e' tutto ovattato e protetto, c'e' stato un caso recentissimo di pedofilia in un scuola e in una famiglia, la bambina molestata aveva solo 5 anni all' epoca, per carita'.... Penso anche spesso al caso Yara Gambarisio, se non fosse stata da sola in strada, probabilmente sarebbe viva, io sono per la prudenza, hanno tutta la vita per andare in giro da soli e con più strumenti, perché spingerli a farlo da bambini, oltretutto per la legge italiana sotto i 14 anni mi pare di ricordare che non si possano lasciare da soli, neanche in casa, c'era stata una discussione infuocatissima su forum salute, perché io con le mie solite paranoie difendevo la legge e mi davano tutte della pazza......

Perdonami, non sono d’accordo su nulla. Penso sempre anche io a Yara Gambirasio, perché avrei fatto lo stesso. A 14 anni faceva 300 metri di strada conosciutissima. Voglio accompagnare mia figlia in ogni posto a 14 anni? No non voglio. Non ho potere sull’imponderabile
Oltretutto, se andavi tu, madre e figlia, un uomo ha la forza di rapirvio tutte e due, inutile nascondersi. Se vuole (come in questo caso, è qualcuno che la conosceva e la seguiva) può organizzarsi e prenderle tutte e due...
Un mese fa una mia amica è stata aggredita alle 10 di sera... erano in tre. Le hanno aggredite lo stesso. Stiamo in casa?

Non dico quindi che lasciamo tutto al caso, dico che c’è un limite a cui io posso arrivare.

C'è un livello in cui non posso più essere sempre presente... e lo trovo giusto. E non credo che questo passaggio si debba fare tutto d'un tratto a 18 anni (che poi, 16-18, cambia davvero?)
Se fosse per mio figlio, andrebbe e tornerebbe dall'oratorio da solo ogni giorno. Io non glielo permetto, ma non è neppure giusto che non glielo permetta mai. Quando non è rischioso va. E a me basta invece l'orario, perché fa differenza. Alle 17 c'è luce, ci sono i suoi compagni con cui si trova a metà strada, ci sono i ragazzi del catechismo... una serie di figure conosciute da casa all'oratorio. Alle 18.30 no. Qui fa molta differenza, e mi basta
Vero, se un ragazzino a 13 anni si fa male in casa da solo è abbandono di minore. Io rischio. Preferisco mille volte dare a mio figlio la fiducia di stare a casa da solo due ore, che seguire una legge per me assurda

E non ero adulata quando sono stata infastidita, ma avevo 14 anni, erano i primi anni di liceo, in metropolitana ne avevo 19,

Avevo capito. Ma lo sei stata anche da adulta. Poi ovvio che se una a 14 anni fa una strada pericolosa si accompagna, se a 10 fa una strada sicura si va. Ripeto: c’è differenza fra attenzione e paura. Decidere a priori che devo accompagnarle dappertutto per me è paura. Ma poi non mi sembra fattibile
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Nora » giovedì 22 gennaio 2015, 16:34

E' giusto che la pensiamo diversamente, io non lascerei andare le mie bambine di 14 anni da sole di sera a fare ginnastica nemmeno in una strada conosciuta, per i tuoi parametri di giudizio la strada verso la mia scuola sarebbe stata sicuramente normale, essere aggredite in gruppo e' sfortuna, ma da sola secondo me e' molto peggio, ad ogni modo come ti ho detto ascolta le tue intuizioni, le mie hanno 8 anni, potrei anche cambiare idea in futuro, non lo escludo, non intendo tenerle sotto una campana di vetro, ma accompagnarle non mi costa niente.
Tra tutte le cose assurde che ha fatto mia mamma, almeno ha avuto il buongusto di accompagnarmi a scuola quando gliel' ho chiesto e portarmi e venirmi a prendere sempre in discoteca o altri posti finche' ho fatto la patente, questo mi evitato di salire in macchina con persone magari ubriache e non ho mai fatto l' autostop in vita mia, per fortuna, perché mi avrebbe terrorizzato solo l' idea, piuttosto stavo a casa!
Non sono cresciuta con problemi perché lei mi accompagnava, anzi sono sempre stata indipendente e ho viaggiato da sola dai 18 anni, quando ho attraversato l' Italia per andare a fare la Hostess alla Valtour, un' altra storia dell' orrore su cui non mi soffermo, ma ero capacissima di spostarmi, non mi ha sottratto nulla l' essere stata accompagnata prima!

Che poi il mio parere ti interessa? Non e' che io venga qui per convincerti a cambiare le tue idee che sono belle solide, ti suggerisco di non preoccuparti così tanto per l' indipendenza dei tuoi bambini, perché secondo me verra' quando sara' necessario, non mi va di replicare la discussione che ho già fatto di la', stesso tema, nella mia vita non cambia nulla se tu vuoi svezzare i tuoi figli prima che lo faccia io, ci mancherebbe anche che tutti facessimo le stesse scelte che noia!

Io per esempio le ho rese indipendenti coi soldi, cosa per te assurda ma per me utilissima, perché prima impari a gestirli meglio e' PER ME! Tu invece vorresti che fossero autonomi in strada, sono punti di vista ;)
Le girls hanno il conto corrente, il bancomat e la lista entrate-uscite, conoscono il valore delle cose, fanno i conti meglio di me e non comprano nessuna cosa inutile coi loro soldini, le trovo molto mature per la loro eta'.
Inoltre si gestiscono il tempo in maniera efficace quando viaggiamo, le ho incentivate ad essere indipendenti sull' aereo, alla dogana, nella compilazione dei moduli etc, tutte cose che secondo me sono molto più utili che andare da sole a danza, punti di vista.
Ah e il mio orgoglio e' che sanno come bilanciare un pasto, conoscono il significato di proteine, carboidrati, grassi, sanno dove trovare le vitamine, i grassi sani, le proteine vegetali e i cereali senza glutine : WohoW : mi sto vantando scusate ma sono fiera di loro, queste sono cose per me fondamentali, sapere cosa ti infili in bocca :mrgreen:

Chiuderei i mie interventi qui per evitare di ripetermi diventare ancora più noiosa, Lorely FAI QUELLO CHE VUOI cara l' intuizione della mamma e' sempre giusta
Nora
 
Messaggi: 869
Iscritto il: martedì 13 aprile 2010, 14:10
Figli: 2

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Lorelay » giovedì 22 gennaio 2015, 16:54

Che poi il mio parere ti interessa? Non e' che io venga qui per convincerti a cambiare le tue idee che sono belle solide,

Questa uscita mi lascia perplessa

ti suggerisco di non preoccuparti così tanto per l' indipendenza dei tuoi bambini, perché secondo me verra' quando sara' necessario,

No scusa, è proprio questo il punto su cui dibatto da giorni. Verrà, ma dipende se l'aiuto o l'ostacolo. Mi fa piacere che tu sia riuscita a fare tutto anche se accompagnata, a me non facevano fare nulla... figurati se mi venivano a prendere in discoteca, manco mi ci facevano andare! Anzi, ci sono andata dopo i 18 anni, ma guai a guidare io! Non si fidavano, però potevo venire a casa con qualcuno. quello sì, anche se non lo conoscevano, si fidanvano di più di uno sconosciuto al volante che di me :? Perché, si sa, guidano meglio gli uomini

La compagna di mia figlia che manco vuole superare il cancello della scuola, per esempio, è ben lontana dall'indipendenza, e non perché non sia pronta lei ma perché non è pronta la madre. Ci sono mille buone ragioni, che conosco, ma so che sono i genitori quelli preoccupati di tutto e lei reagisce uguale. E' una possibilità che può accadere.

La mia indipendenza è arrivata fra mille difficoltà perché NON me la lasciavano. Sono partita in vacanza studio a 16 anni, solo perché i miei erano convinti che siccome era una scuola allora ero al sicuro, senza sapere che là poteva capitare di tutto... Mi dicevano no a mille cose logiche (la festa, la bicicletta, l'uscita alla sera, no al treno, no ai concerti etc) e poi mi lasciavano andare perché affidata a sconosciuti ma 'certificati', e questo senza che io avessi nessuna esperienza... bah

Comunque non trovo nulla di assurdo nella gestione dei soldi delle tue figlie, anzi sono più brave di me. Volevo dire che non volevo inserire i soldi nelle questioni nominate prima.
L'assurdo, per me, è lasciarli liberi di comprare roba, ma proprio perché IO non ce la faccio
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Nora » giovedì 22 gennaio 2015, 17:59

Il nostro passato ci condiziona, mi spiace che i tuoi non si fidassero di te e ti abbiano ostacolata, speriamo che le twins non scrivano queste cose di me nei forum, ad ogni modo tutte le mie decisioni sono prese con coscienza, non lascio nulla al caso come ha fatto la mia mamma e discuto ogni cosa con mio marito, che tendenzialmente e' più flessibile per cui mi equilibra.
Buona fortuna comunque!
Lo so che non sei ancora andata vedere il video, vai e guardalo coi tuoi bambini, poi cerchi le lyrics in google e la cantate insieme :" we could be immmmmortal immooooooooorltaaaaaaal........."
Nora
 
Messaggi: 869
Iscritto il: martedì 13 aprile 2010, 14:10
Figli: 2

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Lorelay » giovedì 22 gennaio 2015, 23:41

Sì che sono andata a vederlo il video :-D
Solo che il link mi portava alla pagina fb e non sapevo esattamente quale intendevi... ho visto quello della boxe... ma non mi piaceva molto
E poi un altro che ora mi sfugge... il problema è che in inglese riesco sì a capire, ma fatico moltissimo a memorizzare
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Nora » venerdì 23 gennaio 2015, 0:47

Quale della boxe????
L' ultimo che messo e' la colonna sonora di un nuovo cartone animato, Big hero 6, il pupazzo e' un infermiere :mrgreen: il bambino gli fa un upgrade perché c'e' un' emergenza.....
Nora
 
Messaggi: 869
Iscritto il: martedì 13 aprile 2010, 14:10
Figli: 2

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda emme » venerdì 23 gennaio 2015, 10:07

Non entro nel merito del discorso 'accompagnare/lasciare andare da soli' perché ancora da mamma non mi ci sono trovata visto che mio figlio ha 3 anni e mezzo, e da figlia sono stata sempre accompagnata ovunque...
ma volevo dirti, Lorelay, che sto leggendo con interesse questa discussione, non mi perdo nessun post, e mi ha fatto riflettere molto e mi sto ponendo anche io tante domande, seppure diverse viste le età diverse dei nostri figli....
Grazie.
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Lorelay » venerdì 23 gennaio 2015, 11:08

questo nora

https://www.facebook.com/TrustYourVibes?fref=photo

io ho seguito questo link...
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda mdm » venerdì 23 gennaio 2015, 11:24

vi dirò, con le buone, con le frasi del genere "la doccia la fai prima o dopo cena?", con l'appunto, ele.. guarda che è il caso di lavarti.. quella maglia cammina da sola ormai, c'ho provato una settimana. con la spiegazione che lavarsi serve per se stessi, per l'igiene e per sentirsi bene.
ma quando una dodicenne in piena tempesta ormonale e che quindi puzza letteralmente non vuol sentire ragioni... io passo alle vie di fatto.
abbiamo superato un impasse e non è mai più successo. e non tutta la boccia, ma uno schizzo.

quanto al resto, beh le regole le conoscono, le abbiamo discusse, sono avvisati delle conseguenze per cui...
mdm
 
Messaggi: 182
Iscritto il: giovedì 25 agosto 2011, 10:11
Figli: f12001
m22005

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Lorelay » venerdì 23 gennaio 2015, 11:39

A me non è mai capitato che si rifiutassero di fare la doccia. Al massimo rimandano al giorno dopo. Rifiutarsi categoricamente, mai.
Il problema mio è vedere che si ricordano e si organizzano da soli, che è ben diverso.
Se io gli dico "vai" al massimo tentennano, ma poi vanno.

In ogni caso, non voglio giudicare, tutte perdiamo la pazienza e capita di avere reazioni forti. Però non potrei mai fare un gesto così duro verso qualcuno come quello, proprio non è in me.

Per il resto, racconto la scena di un film (me l'hanno raccontato, non so dirvi cosa sia)
Un ragazzo entra in casa e butta la giacca a terra invece di appenderla. Il padre lo richiama (credo che il ragazzo fosse adottato, non ricordo...) e gli dice "visto che non l'appendi mai, adesso esci, rientri appendi la giacca e sali in camera. Poi scendi, riprendi la giacca, esci e rifai tutto, fino all'ora di cena"
Il ragazzo esegue. Arriva l'ora di cena, e il ragazzo continua. Arriva sera, e lui continua.
Alla fine, ormai a notte, il padre si avvicina al ragazzo, lo ferma e gli dice "adesso basta, va bene" al che il ragazzo butta la giacca per terra e va a dormire.

Mio padre è rimasto malissimo quando ce l'hanno raccontata, perché si beava del bel metodo che aveva trovata il genitore. Che non funziona. funziona solo finché i figli accettano comunque di cedere. Il giorno in cui non cederanno più, siamo fregati. Lo faranno, lo fanno tutti prima o poi.
Io ricordo una volta che mia madre aveva deciso di "farmi morire". che significava chiamarmi ogni 5 minuti per tutto ciò che le veniva in mente, perché era arrabbiat per non so cosa. alla quinta volta non ho risposto. Dopo che ha urlato varie volte è venuta in camera e io le ho detto che stavo studiando e che se aveva bisogno chiamava mio fratello. Lei ha cominciato a minacciarmi di tirarmi per i capelli o prendermi a calci per farmi alzare, ma io non mi sono mossa. Mi ha tirato un ceffone, ma non mi sono mossa. Schuumava di rabbia. Alla fine ha urlato che mi avrebbe impedito tutta una serie di cose di lì all'eternità, poi ha sbattuto la porta e se n'è andata. Non mi ha parlato per qualche giorno... che importa? Avevo vinto io.

quindi mi chiedo... se mettevi lo shampoo in testa a tua figlia e lei si sciacquava quel pezzettino e basta che facevi?
il giorno che butto lo zaino di tuo figlio fuori dalla porta e lui ti dice "chissene, io non vado a prenderlo" che fai?
Se la si mette sugli atti di forza, ci troveremo a dover alzare il tiro sempre di più, finché l'altro diventa forte come noi e siamo fregati
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Nora » sabato 24 gennaio 2015, 12:13

Lorelay ha scritto:questo nora

https://www.facebook.com/TrustYourVibes?fref=photo

io ho seguito questo link...



E' il video del 17 Gennaio, quello sulla vita stuck and stagnant
Nora
 
Messaggi: 869
Iscritto il: martedì 13 aprile 2010, 14:10
Figli: 2

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda marzo » sabato 24 gennaio 2015, 14:22

Ciao a tutte, sono una lettrice silenziosa del forum da un po e ho deciso di intervenire qu questo argomrnto che mi sta particolarmente a cuore. Cioe i bambini agli arresti domiciliari. Anvhe secondo me non potere uscire di casa da soli, a partire daall eta delle elementari, e molto limitante perche impedisce l esperienza del gioco. Giocare dovrebbe essere uscire di casa, cercare um amico, decidere insieme un giovo, scegliere il luogo adeguato e dedicargli un tempo libero e non vedere lnora di tornaee a casa dalla mamma per raccontsrlo. Solo im qs condizioni si possono vivere l esploraxione e la scoperta. Se un bambino non puo uscire da solo non puo vivere spontamea,ente l esperienza dell incontro con laltro. Non puo sperimentsre la soddisfazione dell amicizia, la delusione e l amarezza del tradimenro. Frequentare solo compagni di scuola o i figli degli amici dei genitori non permette esperienze di conoscenza e di esplorazione possibili dolo se gli adulti non ci sono. La presenxa dell adulto i,pedisce secondo me l incontro con il rischio: l adulto accompagna ed e presente proprio xche non corra rischi. L impossibilita di rischiare il giusto nelle diverse fasi della vita fa accumulare un bisogno di trasgressione che finira x espremirsi quando il bambino diventera adolescente.
Per non parlare della necessitavdi scaricare le energie fisiche correndo, arrampicandodi ecc ecc. L impossibilita dii una mobilita fidica spontanea secondo me non puo essere sostituita soltanto da i vari corsi di calcio, danza ecc sempre etorodiretti da adulti.
Giocare significa accompsgnare, proteggere, vigilare oppure lasciar fare con fiduvia evrispetto?
marzo
 
Messaggi: 2
Iscritto il: lunedì 24 giugno 2013, 13:59
Figli: F1 2012

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Lorelay » sabato 24 gennaio 2015, 18:43

Giocare dovrebbe essere uscire di casa, cercare um amico, decidere insieme un giovo, scegliere il luogo adeguato e dedicargli un tempo libero e non vedere lnora di tornaee a casa dalla mamma per raccontsrlo.


Non so se ho capito bene. Intendi che mio figlio mi dice alle 17 "mamma esco" e torna alle 19, e io nel mezzo non so dove è andato nè con chi? Se sì, non era proprio quello che intendevo io.
Mio figlio viene a casa da solo da scuola (mezzo isolato), poi a volte va all'oratorio, se ha gli allenamenti o catechismo o sa che ci sono dei suoi compagni (nel senso che noi genitori siamo d'accordo). Allora siccome è a 300 metri va da solo. quando torna a casa, 18.30-19, lo andiamo a prendere o mi accordo con qualche altro genitore.
Non ha il permesso di tornare da solo nè di uscire dall'oratorio.
Se va al parco con un amico e sua madre, è ovvio che dal parco non deve uscire. se accompagno lui e un suo amico al parco e mi allontano mezz'ora(caso, questo, accaduto eccezionalmente), non hanno il permesso di allontanarsi.
Stessa cosa per mia figlia che ha quasi 11. E' capitato mi chiedesse di andare con la sua compagna in edicola (sempre 300): è andata e tornata in 15 minuti.

Non ho idea di quando 'usciranno' nel senso che dici tu. Finora non me l'hanno mai chiesto. Quando chiederanno valuteremo. Ma certo non prima delle scuole medie, e in maniera limitata.
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda Emy » venerdì 30 gennaio 2015, 11:41

Hihi lo shampoo in testa... bella idea!
La questione è sempre come lo si fa ovviamente...
del tipo "ops mi è scivolato un po' di shampoo sulla tua testa, ora ti tocca proprio fare il bagno".
Ma va bene anche "voglio che tu ti faccia il bagno"
Altra cosa magari è farsi le maschere di bellezza...all'argilla, dopo ti tocca lavarti per forza...
Emy
*‿*
 
Messaggi: 1661
Iscritto il: sabato 6 dicembre 2008, 2:02
Figli: S 2000 G 2002 D2004

Re: Collaborazione dai grandi

Messaggioda mdm » mercoledì 4 febbraio 2015, 10:04

Emy ha scritto:Hihi lo shampoo in testa... bella idea!
La questione è sempre come lo si fa ovviamente...
del tipo "ops mi è scivolato un po' di shampoo sulla tua testa, ora ti tocca proprio fare il bagno".
Ma va bene anche "voglio che tu ti faccia il bagno"
Altra cosa magari è farsi le maschere di bellezza...all'argilla, dopo ti tocca lavarti per forza...

ma certo che era fatto in maniera scherzosa, se avessi voluto forzarla l'avrei messa di forza sotto la doccia aperta!!!
è che a volte epr uscire da un palleggio che resta sempre uguale, serve fare la cretinata (metterle lo shampoo in testa) per permetterle di cambiare posizione senza cedere apertamente.
mdm
 
Messaggi: 182
Iscritto il: giovedì 25 agosto 2011, 10:11
Figli: f12001
m22005

Precedente

Torna a L'età della scuola (6 anni e oltre)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron