regressione

regressione

Messaggioda romipor » giovedì 23 febbraio 2017, 15:13

Cari tutti e tutte,
mi rivolgo a voi per un consiglio.
M. da settembre a questa parte è parecchio regredito nel disegno. Per intenderci prima si capiva cosa disegnava (ad esempio di una persona faceva faccia occhi con tanto di pupille, naso con le narici, bocca con la lingua che si intravedeva...) ora pare tutto o quasi uno scarabocchio. Ecco secondo voi è normale? o devo cercare la causa in qualche possibile "trauma"? Non ne ho ancora parlato con le maestre a scuola perché prima volevo farmene un'idea io stessa e vedere se questa fase dura.. però in effetti è già da qualche mese.
Volevo anche aggiungere che gli scarabocchi che fa ora non trasmettono tristezza o angoscia (perlomeno a me che non ne capisco nulla di interpretazione dei disegni) ma sembrano semplicemente quelli di un bambino più piccolo.
A scuola me ne parlano come di un bambino che, benché timido, è particolarmente performante, ma appunto sul tema disegno ho evitato per il momento di entrare. Ovviamente se non sapessi che prima disegnava meglio non mi farei alcun problema.
Vi ringrazio
romipor
 
Messaggi: 129
Iscritto il: venerdì 5 settembre 2014, 14:31
Figli: M ottobre 2013 S ottobre 2018

Re: regressione

Messaggioda Effi B. » domenica 26 febbraio 2017, 22:22

Io ne parlerei con le maestre. Poi ci racconti che cosa ti dicono?
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7757
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009

Re: regressione

Messaggioda Helianthus » lunedì 27 febbraio 2017, 14:30

Io valuterei il suo stato generale. Se è sereno, se fa le cose come di consueto, se parla e si esprime senza difficoltà, riterrei che la cosa sia abbastanza normale. Ma chiedere alle maestre può fornire qualche informazione in più, in questo senso. Mio figlio ha sempre disegnato molto, credo sia il suo interesse principale. Veicola tutte le sue emozioni e pensieri attraverso il disegno in maniera sempre più esplicita e dettagliata. Ho notato che va a fasi. Ci sono periodi in cui si concentra maggiormente sulla resa stilistica fine a sé stessa, periodi in cui usa il disegno come mezzo per raccontare storie o episodi, di fantasia o reali. Ecco, quando il disegno è narrazione le figure si fanno più stilizzate, tralascia particolari, i segni sembrano più confusi perché ha urgenza di esprimere qualcosa. E ogni novità vista o vissuta è riportata su un foglio. Forse gli puoi chiedere di raccontarti cosa sta disegnando, oppure come si sente o a cosa pensa mentre lo fa.
Avatar utente
Helianthus
 
Messaggi: 83
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 11:41
Figli: F1 2011

Re: regressione

Messaggioda Helianthus » lunedì 27 febbraio 2017, 14:46

Oppure semplicemente sta sperimentando. D'altro canto, ogni piccola emancipazione in genere è preceduta o seguita da un momento di regressione, così come nel sonno, nell'uso della parola, nei movimenti.
Avatar utente
Helianthus
 
Messaggi: 83
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 11:41
Figli: F1 2011

Re: regressione

Messaggioda romipor » lunedì 27 febbraio 2017, 23:21

Grazie Effi, grazie Helianthus
Chiederò alle maestre allora! Non avevo chiesto finora perché temevo che ciò le spingesse magari a "pretendere" qualcosa di più o di diverso dai disegni di M. Quel che mi scrivi Helianthus mi rasserena... in effetti è possibile che sia preso dalla sperimentazione...
romipor
 
Messaggi: 129
Iscritto il: venerdì 5 settembre 2014, 14:31
Figli: M ottobre 2013 S ottobre 2018


Torna a Alla scoperta del mondo (3-6 anni)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti