Con mio figlio va sempre peggio

Con mio figlio va sempre peggio

Messaggioda emme » domenica 10 luglio 2016, 0:29

Quando stavo male per il suo comportamento con me, mi sentivo sempre dire che erano mie fissazioni, che tutti i bambini cercavano nonne o papà senza struggimenti materni, ecc.
E. compie 5 anni tra un mese, da 8 mesi è nata la sorellina... e tra noi va tutto male, sempre peggio. Ora il mio compagno mi dice che se si comporta così devo cercare le motivazioni nei miei errori del passato, nella mia presenza soffocante, nel mio modo sbagliato di comportarmi con lui.
Lui è geloso, molto geloso della sorellina. Le da fastidio in continuazione. Comprensibile quando si arrabbia se gli prende un gioco, ma lui lo fa sempre e comunque. Appena gli capita a tiro sono spinte, morsi, pizzicotti. Io passo le mie giornate a fare il cane da guardia, e perdo spesso la pazienza. Alzo la voce, mi arrabbio. Sono tutto quello che non vorrei essere. È una sensazione che provo troppo spesso e che non mi piace.
Lui è molto molto nervoso, mi calcia, morde, da botte che nessuno in famiglia gli ha mai dato neppure per gioco. Il babbo è più rigido e disposto anche a minacciare uno schiaffo: se quando succede io cerco di stemperare gli animi, mio figlio mi picchia perché non dovevo.
Io sono spesso invitata ad andarmene dalla stanza, non sono mai scelta per fare qualsiasi cosa, che sia l'accompagnamento a fare pipì, la doccia, un aiuto a vestirsi. Io posso mancare senza problemi, anzi un giorno dopo avergli fatto osservare che era freddo fuori e dovevamo rientrare perché si sarebbero ammalati, ha concluso che era un bene, così tornavo una settimana in ospedale con la sorellina e lui era libero di stare con chi voleva.
Se ce mia madre è tutto all'ennesima Potenza, alla festa dell'asilo sono stata seduta a un altro tavolo con altri bambini perché lui non mi voleva nel suo con la nonna. Devo andare nell'altra stanza, non faccio mai bene nulla di quello che mi fa fare, allora mi urla contro, mi alza le mani, mi tratta male.
Mi sento continuamente un peso, penso spesso che il regalo più grande che posso fargli è sparire.
Non riesco mai a vederlo sorridente, entusiasta, felice.
Mi sento uno schifo e soffro da morire.
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Con mio figlio va sempre peggio

Messaggioda romipor » domenica 10 luglio 2016, 11:37

Ciao Emme,
Come mi dispiace che tu ti senta così.
Il mio bambino è più piccino del tuo. Consigli non so dartene, ma ti volevo mandare un abbraccione e qualche spunto.
Dici che E se la prende con la sorellina.. Ci sta ovviamente, ma se è geloso vuol dire che ci tiene a te, alla tua attenzione, non credi? Mi pare che la sorellina tu non la lasci dalla nonna per cui mi pare difficile che sia per quello... Da quello che dici sembra che E non ti rispetti. Però sai delle volte si instaurano dei circoli viziosi: magari entrambi continuate a fare come sempre e poi va a finire che le cose rimangono così e basta.. Non è che alla fine ti dai talmente poco valore come madre di E che lui questa cosa la percepisce? Insomma per me non esiste che vado all asilo e mi siedo con altri bambini. Io sono venuta per mio figlio e con lui voglio stare. Lui deve sapere che è così. Insomma non vorrei che alla fine per "assecondarlo" tu gli dia messaggi sbagliati o comunque troppa responsabilità del vostro rapporto. Sono solo spunti eh! O forse ancora meno impressioni. Però secondo me se E è tanto arrabbiato con te un motivo ci deve essere. Forse sente il peso del tuo dispiacere e magari diventa una teoria che si autoverifica perché poi non fai altro che difendere la piccola..
ti abbraccio forte
romipor
 
Messaggi: 129
Iscritto il: venerdì 5 settembre 2014, 14:31
Figli: M ottobre 2013 S ottobre 2018

Re: Con mio figlio va sempre peggio

Messaggioda emme » domenica 10 luglio 2016, 14:55

Intanto grazie per la risposta e per gli spunti
A dire la verità ho iniziato ad assecondarlo solo di recente. Tempo fa mi sarei imputata e sarei rimasta lo stesso, come ora che sono a casa di mia madre che ci ha invitato a pranzo e loro due sono fuori a giocare e io non devo affacciarmi e quindi sono in camera con lapiccola. Non devo stare nemmeno in salotto perché altrimenti lei gli tocca le cose.
Piango da 5 anni perché non mi capacito che un bambino non abbia un piacere naturale nello stare con la mamma, e ora ho rinunciato a lottare per questo, anche se la ferita resta e profonda
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Con mio figlio va sempre peggio

Messaggioda romipor » domenica 10 luglio 2016, 16:37

emme ha scritto:Intanto grazie per la risposta e per gli spunti
A dire la verità ho iniziato ad assecondarlo solo di recente. Tempo fa mi sarei imputata e sarei rimasta lo stesso, come ora che sono a casa di mia madre che ci ha invitato a pranzo e loro due sono fuori a giocare e io non devo affacciarmi e quindi sono in camera con lapiccola. Non devo stare nemmeno in salotto perché altrimenti lei gli tocca le cose.
Piango da 5 anni perché non mi capacito che un bambino non abbia un piacere naturale nello stare con la mamma, e ora ho rinunciato a lottare per questo, anche se la ferita resta e profonda

Emme non puoi rinunciare a lui! Proprio ora che c'è la piccola! Lo so non sono nessuno per dirlo ma credo nel tuo dolore. Perché non rompi gli schemi ? Fate qualcosa voi due soli. Fagli capire che il tuo amore per lui va oltre qualunque cosa, deve "cedere" prima lui di protestare e deve vincere il tuo amore. Dai coraggio!!!
romipor
 
Messaggi: 129
Iscritto il: venerdì 5 settembre 2014, 14:31
Figli: M ottobre 2013 S ottobre 2018

Re: Con mio figlio va sempre peggio

Messaggioda francesca78 » domenica 10 luglio 2016, 21:38

mi spiace tanto sentirti giù. Sentirti sola.
emme ha scritto:Ora il mio compagno mi dice che se si comporta così devo cercare le motivazioni nei miei errori del passato, nella mia presenza soffocante, nel mio modo sbagliato di comportarmi con lui.

Penso a questa frase di tuo marito e mi viene da pensare che al tuo posto mi sarei sentita ferita e sola, anche se probabilmente non é questo il suo obiettivo. Ti sei sentita cosi`?

Mi viene da pensare che in qualche modo non riesca a riconoscere a se stesso il suo ruolo di padre nel momento in cui scarica su di te tutte le responsabilità. Perché io penso che il fatto che tuo figlio ti rifiuti (ma non sempre lo ha fatto o lo fa perché tu ci hai raccontato anche di altre situazioni in cui ti cercava, o ti coccolava o in cui stavate bene assieme), sia dovuto non a te, ma ad un vostro equilibrio familiare di cui anche tuo marito fa parte. Forse si sente incapace di prendersi le sue responsabilità nei confronti di suo figlio e nei confronti tuoi? Forse pensa che non siano sue responsabilità? Che in quanto papà il suo ruolo sia marginale e non abbia importanza nel determinare la dinamica complessiva della famiglia? Per esempio io quando sento che faccio fatica a gestire il rapporto con i miei figli, o quando sento che ho bisogno di aiuto a separarmi da loro, é a mio marito che chiedo aiuto. Non sempre riusciamo ad aiutarci eh, certe volte ci incasiniamo, certe volte mi sento sola, ma sento che é lui la prima persona a cui voglio rivolgermi e sento che per lui é lo stesso.

Vorrei anche sapere una cosa su tuo figlio. Lui é solo cosi`distaccato da te, aggressivo con la sorellina, dittatore che dice agli altri quello che devono fare? E' solo cosi` tuo figlio? Mi ricordo che lo hai anche descritto molto dolce, gentile, delicato, qualche cosa buona l'hai fatta forse :-).

Io credo che forse ti aiuterebbe uscire da questa idea che lui é il prodotto di quello che fai tu, sia nel bene sia nel male. Credo sia importante interrogarsi per capire come stare meglio con lui, ma forse hai bisogno di avere l'aiuto di qualcuno che ti permetta di guardare le cose con un po' di distanza o di leggerezza, senza sobbarcarti tutto da sola?

un abbraccio :abbraccione
francesca78
*‿*
 
Messaggi: 2129
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2009, 16:11
Figli: due figli

Re: Con mio figlio va sempre peggio

Messaggioda Emy » mercoledì 13 luglio 2016, 14:06

Si concordo, ottimi spunti...
Soprattutto quello di poter avere altri occhi per vedere la globalità delle relazioni... Perché puo essere che tuo figlio interroghi te su qualcosa che sente in altre relazioni.
E forse puoi aver bisogno anche di prendere alla leggera con un po di autoironia le reazioni di tuo figlio.
Tu vali il tuo essere mamma e non dipende tutto da te, puoi interrogarti o prendere posizione su quello che puoi cambiare ma prenditi il tuo posto nel mondo e fatti anche un po desiderare che i bimbi sono cacciatori di relazioni
Emy
*‿*
 
Messaggi: 1661
Iscritto il: sabato 6 dicembre 2008, 2:02
Figli: S 2000 G 2002 D2004

Re: Con mio figlio va sempre peggio

Messaggioda emme » venerdì 30 settembre 2016, 4:15

Care amiche
Mi riprometto di tornare qui da tanto tempo, ma i giorni passano veloci e prendere il telefono per leggere e scrivere è impossibile, poi col cellulare sono impedita a scrivere e tornerò a lavorare tra una settimana, spero di potermi collegare dal computer.
Aurora cresce, ha fatto ieri 11 mesi. Cammina da qualche settimana, è una gioia racchiusa in più di 10 chili di ciccia morbida da stringere e coccolare.. sorride, è entusiasta, esplora il mondo. Sta facendo un inserimento abbastanza sereno al nido, almeno x il momento (con conseguenti miei dubbi "oddio nemmeno lei mi vuole). Con lei, a partire dal vbac tanto atteso e preteso, sono stata la mamma che volevo essere, senza farmi condizionare dagli altri. Lei mi ha ridato la gioia, mi ha illuminato le giornate con i suoi splendidi sorrisi e mi ha fatto credere di essere capace di far stare bene la mia bambina. Sembra scontato ma per me non lo è mai stato. E quando mi cerca, o mi sorride se mi vede, mi viene da piangere per l'emozione.
Per i 3 anni in cui lo lasciavo a mia madre, mio figlio mi ha sempre (non scherzo) accolto con la faccia scocciata e l'espressione del "già qui?". Ancora oggi le cose non sono cambiate, ma sono cambiata io, un misto di rassegnazione e arresa.
Nel frattempo il mio compagno ha iniziato a non sopportare più l'atteggiamento di mia madre, le sue pretese di vederlo ogni giorno, i suoi agguati in giardino ad ogni uscita/rientro. Hanno anche avuto una discussione pesante e da quella sera cercano di evitarsi. Io sono dispiaciuta a vederli così, voglio bene a entrambi nonostante tutto quello che è successo con mia madre. Ora il bene che provo x lei è un bene consapevole, non mi aspetto più niente da lei perché so che non è quella che credevo. Ci rimango male ma la consapevolezza aiuta.
In tutto questo c'è mio figlio, 5 anni. Arrabbiato con il mondo, con me in particolare. Piagnucolante ad ogni occasione (la maglia non è quella che voleva, cambio canzone alla radio, ecc). In casa gira come un leone in gabbia che non sa cosa fare. Si guarda intorno smarrito, si siede sul divano, si siede per terra e non sa che fare.
Io non sopporto più questo suo atteggiamento, è pesante stare con lui, e mi ferisce e mi dispiace. A volte glielo dico proprio, altre volte cambio stanza per non vederlo, lui mi segue come un'ombra, ma senza un obiettivo, vaga per casa senza sapere davvero dove sta andando. A volte mi dico che ha dei problemi, poi lo vedo con mia madre e mi dico che il suo unico problema sono io.
A casa sono stanca di fargli l'elenco delle cose che può fare, inventario dei giochi, o una lista di proposte. Mi fa venire il nervoso, vorrei solo urlare e sbatterlo per farlo tornare in sé, un bambino di 5 anni. Vorrei vedere in lui l'entusiasmo di fare qualcosa, la voglia e l'iniziativa che ha quando è dalla nonna. Faccio il paragone perché so che non ne è incapace, solo non vuole farlo.
Sono arrabbiata con lui, si lo ammetto. Sono arrabbiata per quello che non è, che non è mai stato. Sono arrabbiata per i pomeriggi buttati via a piagnucolare e ad annoiarsi. Glielo dico, gli dico che abbiamo una fortuna non da poco a poter stare insieme, gli dico che spreca il tempo, ma tutto è sempre uguale, dopo un pomeriggio trasparente, arrivano le 18 e si attiva chiedendo di andare di sotto. Se usciamo va un Po meglio Ma non sempre, e cmq arriva il tempo brutto e non abbiamo più posti dove andare, dopo un'estate passata sempre in giro, inoltre la piccola sta bene a terra in casa.
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Con mio figlio va sempre peggio

Messaggioda FranTam » sabato 1 ottobre 2016, 16:45

emme ha scritto:Sono arrabbiata con lui, si lo ammetto. Sono arrabbiata per quello che non è, che non è mai stato. Sono arrabbiata per i pomeriggi buttati via a piagnucolare e ad annoiarsi.


Ed ecco che finalmente lo butti fuori, finalmente ecco che ti dai il permesso di esternare il tuo senire.

Sei arrabbiata perchè il tuo E. é un tipetto tosto, lui non ti da le conferme che cerchi e questo ti fa sentire inadeguata...ma quanto é grande questo tuo bisogno di sentirti vista, di sentire riconosciuto il tuo valore? Tu riesci a riconoscertelo? Perchè se nonostante tutta la gioia che stai provando con la tua piccola A. ti ritrovi non già a gioire per la serenità con cui vive il suo inserimento, ma proprio per questo a dubitare dell'importanza che tu hai per lei, significa che questo tuo bisogno ha una importanza davvero rilevante e se tu continuerai a rimandare il faccia a faccia con te stessa non ne farai le spese tu sola, ma anche quelle persone da cui ti aspetti una conferma che non può arrivare. Il tuo E. non può e non deve darti le conferme che cerchi Emme...

Lui é semplicemente se stesso...

Riesci a dirci cosa ti ferisce del suo comportamento? Cosa scatena il tuo nervoso? Qual é il pensiero che hai?

In cuor tuo credi davvero che lui non si comporterebbe in modo diverso se potesse farlo? Conosci qualcuno di umano che scelga appositamente di lagnarsi ed annoiarsi (per altro sentendosi per questo riprendere) piuttosto che divertirsi e rilassarsi?

Eppure dici che E. é capace di divertirsi e che se non lo fa con te é perchè non vuole farlo, ovvero sceglie di non farlo intenzionalmente...e perchè mai credi che potrebbe comportarsi in questo modo? E sarebbe liberatorio che tu rispondessi onestamente e senza filtri, perchè solo cosí puoi cominciare a capire davvero contro cosa stai combattendo.

Spero che arrivi il messaggio che voglio mandarti, spero di non suonare troppo dura, perchè in realtà, pur non conoscendovi, provo una grande tenerezza per il tuo cucciolo di 5 anni che ti segue come un'ombra e per la Emme piccola che é dentro di te e che ti sta chiedendo di essere finalmente ascoltata...il tuo E. sta cercando di aiutarla, lo vedi?
FranTam
 
Messaggi: 116
Iscritto il: venerdì 14 febbraio 2014, 14:27
Figli: F1 2012

Re: Con mio figlio va sempre peggio

Messaggioda Emy » domenica 2 ottobre 2016, 3:07

Stai dicendo che gli proponi le cose da fare?

Cioè gli dai la responsabilità di scegliere...

Magari ho capito male ma c'è una sfumatura che noto di solito nei bambini e magari fa al caso tuo

Non vogliono che li intratteniamo per intrattenerli
Non vogliono scegliere cosa fare
Non vogliono che li mettiamo al centro dei nostri interessi pur essendo la nostra priorità su tutto

Vogliono seguirci
Vogliono interessarsi di quello che interessa a noi,
A ciò che ci fa arrovellare la testa

Certamente non puoi farlo molto dovendo seguire la sorella

Forse potresti trovare qualche gioco che ti entusiasma, che ti prende, e farlo , senza desiderare che lo faccia lui, senza pretendere di coinvolgerlo, ma rendere la cosa interessante in modo da stuzzicare tutti gli istinti
Magari mezz ora neanche tanto
Non farlo per lui... Fallo per te
Ma di rimando lo farai anche per lui
I bambini hanno una sensibilità particolare verso le aspettative... Se ci sono nell aria le fiutano e stai sicuro che in qualche modo le rovesciano o le disattendono.
Emy
*‿*
 
Messaggi: 1661
Iscritto il: sabato 6 dicembre 2008, 2:02
Figli: S 2000 G 2002 D2004


Torna a Alla scoperta del mondo (3-6 anni)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 6 ospiti