nudità e "diversità"

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda Effi B. » sabato 28 dicembre 2013, 17:08

Anche io ti ammiro, cara!

Giustissimo quello che ti scrive Emy. Io penso che si debba porre il discorso sul piano della responsabilità. E la responsabilità riguarda tanti aspetti. C'è quello della convivenza sociale, di cui avete parlato giustamente in queste pagine, complicato e in tanti casi ineludibile. E c'è quello della responsabilità individuale: come ci sentiamo rispetto al comportamento di un altro e ai suoi bisogni. Questo voi lo state insegnando a Nina. La fatica del suo papà, una persona buona e mite, forse l'uomo più gentile che io abbia conosciuto, non può essere schiacciata senza scrupolo dal bisogno di libertà di Nina. Non credo che Nina lo voglia, solo non lo capisce. Non capisce che il papà non la capisca.

E' difficile per un bambino dell'età della tua (e anche ancora per bimbi di qualche anno di più) capire le ragioni dei grandi, capire che le persone sono quello che sono per un insieme di circostanze che hanno attraversato, per ciò che hanno sperimentato e appreso, subito anche. Ma sono comunque individui con delle ragioni complesse che non si possono trascurare o reprimere sempre. Se la bontà del suo papà non riesce a soccorrerlo nel non patire i piedini nudi di Nina in giro, io credo che sia vostro dovere chiederle di accogliere il suo bisogno. Chiederle un compromesso. Questo non significa negare il suo bisogno o bollarlo come inappropriato, sbagliato, perverso... In fondo il vostro bisogno di sicurezza di genitori vi porterebbe a infilarle dei calzettoni e scarpe impermeabili e calde, di certo belle chiuse, no? Ma nessuno di voi due vuole piegarla a quello.

Non fraintendermi, non intendo insinuare che per Nina sia in fondo poco sacrificio. Da quello che ci racconti capisco benissimo che sforzo le si sta chiedendo. E concordo con te che sia una componente di un principio da difendere. In questo, come sempre, mi ispira una simpatia enorme, la guardo e ascolto a bocca aperta, felice di tanta schiettezza e forza. Però trovo che sia onesto chiederglielo. Poi vedrete come riuscirà ad accogliervi. Perché pensare che non riuscire a cedere e lasciarla fare è un vostro limite, che non riuscite a essere giustamente accoglienti voi di fronte alla sua innocente naturalezza è un po' una trappola per tutti, non credi? Pensi che lei sarebbe felice se avesse consapevolezza di respingere una richiesta che opprime un'esigenza così forte del suo papà? Qui non tiriamo in ballo normalità e stranezza. Il discorso potrebbe porsi anche per tutt'altro. Qui io vedo dei sentimenti di sofferenza forte: un uomo abbattuto per due giorni! E, siccome sono stracerta che non è una scena ricattatoria...

Lui che ti dice? Che cosa prova? Quali sono le sue ragioni? Se credi che per lui sia giusto che tu ce ne parli.

Vi abbraccio tutti
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7757
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda luna » domenica 29 dicembre 2013, 21:02

Lo so che io e te siamo su mondi diversi (io sono quella del "non così"), ma il mettere le scarpine di cuoio io la vedo come l'allacciare le cinture. è per la sua sicurezza.
Non si è ancora ferita, dici... ma se si fosse ferita? non le fa schifo, dici, ma se non le facesse schifo apposta schiacciare le cacche, glielo faresti fare??
io non vedo un piegare, ma un non dare responsabilità che nn le competono
luna
 
Messaggi: 529
Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2010, 21:44
Figli: 2/2008 - 9/2014

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda mamazaba » lunedì 30 dicembre 2013, 22:03

Nicotiana ha scritto: Immagino quanto sia difficile, abbiamo parlato settimane fa dello stigma sociale.

uff, lo è veramente! assurdo, ma è così!
grazie dell'abbraccio!

Effi B. ha scritto:Io penso che si debba porre il discorso sul piano della responsabilità.

vero, però questa responsabilità cambia a seconda del punto di vista.

Effi B. ha scritto: c'è quello della responsabilità individuale: come ci sentiamo rispetto al comportamento di un altro e ai suoi bisogni.

questo vale nei due sensi: chiediamo a lei di adattarsi al nostro bisogno di accettazione sociale e allo stesso tempo cerchiamo di riconoscere che il suo, di autogestirsi nel vestirsi, è altrettanto profondo.

Effi B. ha scritto:Se la bontà del suo papà non riesce a soccorrerlo nel non patire i piedini nudi di Nina in giro, io credo che sia vostro dovere chiederle di accogliere il suo bisogno. Chiederle un compromesso. Questo non significa negare il suo bisogno o bollarlo come inappropriato, sbagliato, perverso...

Elisa hai descritto molto bene quel che confusamente mi è passato per la testa quando ho detto "basta".
il compromesso però non è stato chiesto, o meglio, era stato rifiutato e quindi lo abbiamo imposto.
lei come sempre alla fine collabora. per salvare la sua dignità : Love : ha snobbato le scarpine e ha scelto .. i doposci :shock:
in effetti sono quei finti moonboots, comodissimi, e anche facilissimi da indossare ( e levare! ).
per strada ci guardano tutti lo stesso, ma è diverso :-D

poi ho messo in pratica un ottimo consiglio di Miki, le ho promesso di trovare l'occasione per una passeggiata a piedi nudi, da fare settimanalmente o quando si riesce, col bel tempo, solo io e lei, in un posto più appropriato delle strade cittadine.
sabato siamo andate in un parco bellissimo in riva al mare, a un certo punto ho provato anch'io e ho messo anche i piedi in acqua ! in effetti era bellissimo! e anche l'armonia che c'era tra di noi, lo era ... : Love :
una signora mi ha comunque aggredita, gridandomi da lontano che non si può stare scalzi con questo freddo - saranno stati almeno 15 gradi - sì ma stamattina erano 5, mi ha detto ... :shock:
però abbiamo anche incontrato un signore sulla sessantina che mi ha chiesto se facciamo barefooting - gli ho fatto i complimenti- e una coppia di anziani che ci hanno detto che Nina non avrà mai i piedi piatti così ...
Nina ha tenuto il conto delle persone cortesi e poi ha sentenziato "mamma oggi gentilezza batte non-gentilezza 8 a 1!
insomma siamo state proprio bene e lei era entusiasta.
il papà era in giro in bici 8-)

luna ha scritto:il mettere le scarpine di cuoio io la vedo come l'allacciare le cinture. è per la sua sicurezza.
Non si è ancora ferita, dici... ma se si fosse ferita? non le fa schifo, dici, ma se non le facesse schifo apposta schiacciare le cacche, glielo faresti fare??
io non vedo un piegare, ma un non dare responsabilità che nn le competono


Luna, ci ho pensato, ma non sono d'accordo.
trovo una grossa differenza tra le cinture ( che infatti non ho problemi a motivare) e le scarpe.
non vedo grossi pericoli nell'andare in giro scalza, con cosa potrebbe ferirsi? l'unica volta che è successo era con un ramo, in un prato :roll: , comunque è stata una sbucciatura da niente..
ok, sulla strada il pericolo è trovare un vetro, ma lei ci sta attenta e non è poi così frequente , per assurdo l'unico vetro l'ho beccato io quando sono entrata in acqua.
io questo non lo sento come un pericolo reale.
e nemmeno mio marito, in realtà, per noi il problema è fondamentalmente il contesto.

"mamma, ma perchè viviamo in questa città, PERCHE'?? io voglio vivere in montagna, come heidi " :-D
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda Paola65 » lunedì 30 dicembre 2013, 23:00

Mah, ti dirò, Mamazaba, io mi trovo più d'accordo con Luna...
Per strada trovi di tutto, ma proprio di tutto! E se non si ferisce perché "sta attenta" (ma una bambina, può sempre avere l'accortezza di guardare dove mette i piedi? Io vedo i bambini molto più "svolazzanti", saltellanti... non sempre col viso in terra a guardare dove vanno), quello che mi impedirebbe di lasciarla scalza per strada è sopratutto la sporcizia. Dove mette il piedino potrebbe averci sputato un vecchietto catarroso, fatto la pipì un cane, esserci stata, fino a poco prima, una popò e così via... Per non parlare dell'asfalto, che macchia i piedi in maniera quasi indelebile! Farà bene, alla pelle? Mah...
Un compromesso fatto da scarpe morbidissime, magari dei sandalini leggeri di stoffa? (tipo quelli con cui stanno a scuola i giapponesi, che io vorrei tanto si usassero anche qui, invece di far stare i bambini tutto il giorno a scuola con le scarpe da inverno chiuse... -i miei figli tornavano a casa con i calzini BAGNATI di sudore :cry: e cercavo di mettergli scarpe leggere... )
"Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio" (proverbio africano)
Avatar utente
Paola65
 
Messaggi: 665
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 9:55
Figli: F1 94
F2 97
F3 02

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda mamazaba » lunedì 30 dicembre 2013, 23:13

io so solo che e` andata scalza per tutta l'estate e non e` successo niente.
e che basta lavare i piedi con acqua e sapone e tornano come nuovi.

ripeto, anche a me fa schifo l'idea del catarro, pipi etc (ti assicuro che in questi mesi ho pensato a tutte queste e anche altre schifezze) , ma a lei no, e i piedi sono suoi.
con questo aspetto ci ho fatto pace tempo fa..
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda Nicotiana » lunedì 30 dicembre 2013, 23:45

In un'ottica di scienza e coscienza più che di preoccupazioni simboliche, mi trovo d'accordo con mamazaba.Ogni tanto penso a dove appoggio le mani.E quando mi vedo guardare male perché porto i sandali anche d'inverno (da atea!) vorrei tanto ricordare loro che l'acquasantiera è uno dei ricettacoli più notevoli di biodiversità microbica..absit iniuria verbis per chi crede, non vorrei scatenare un polverone ma è un esempio icastico.
Nicotiana, con Sheela e il Dio della Foresta
http://nonostantetuttoisemigermogliano.wordpress.com/
Nicotiana
*‿*
 
Messaggi: 1268
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 23:41
Figli: Femmina, dicembre 2008
Maschio, ottobre 2012

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda Nicotiana » lunedì 30 dicembre 2013, 23:47

Ps per mamazaba: sei davvero una grande per come sperimenti con lei, le stai accanto, cerchi un'ottica alternativa.A che serve riempirsi la bocca di pensiero trasversale se poi non lo si pratica con ogni cm di pelle? :abbraccione
Nicotiana, con Sheela e il Dio della Foresta
http://nonostantetuttoisemigermogliano.wordpress.com/
Nicotiana
*‿*
 
Messaggi: 1268
Iscritto il: domenica 21 marzo 2010, 23:41
Figli: Femmina, dicembre 2008
Maschio, ottobre 2012

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda Effi B. » martedì 31 dicembre 2013, 0:29

Sì, grandissima!

Il racconto della vostra passeggiata scalzista è davvero poetico.

Mi piace il compromesso dei doposci, sempre geniale la tua piccola!

Sulla responsabilità siamo d'accordo. Il vostro insegnamento passa anche attraverso il rispetto che le mostrate, ma insieme a quello che le mostrate avete per voi stessi. Era questo che volevo dire. Mostrare i propri limiti ai figli, difenderli, se fatto con onestà e consapevolezza è un insegnamento fondamentale. Il lavoro di scavo che state facendo su di voi secondo me vi consente di arrivare anche all'imposizione senza essere punitivi. La vita che è in voi, che voi esprimete è fatta anche di limiti. Questo, tra le altre cose, siamo chiamati a mostrare ai nostri figli e non per castrarli in senso pedagogico, ma per essere autenticamente noi stessi.

Io penso che nella sofferenza del papà di Nina avete toccato uno di questi limiti che era giusto rispettare. Sui tuoi, che invece senti non autenticamente espressione del tuo modo di essere, non smetti di riflettere. Ed è davvero bellissimo vederti in azione. Non posso saperlo perché ho avuto la fortuna di non dovermici cimentare, ma io credo che avrei imposto le scarpe senza troppi scrupoli sai? Anche se accolgo le tue ragioni sulla non pericolosità del suo camminare scalza. Sono sicura che lei sta davvero molto attenta, allo stesso modo che un bimbo Yequana sta attento a non cascare nella buca. Proprio perché è una sua scelta, un suo esaudire un bisogno per lei decisivo, lei si prende la piena responsabilità di non pestare qualcosa che la ferisca, cosa che un bimbo calzato per il quale sono i genitori che offrono protezione e garanzie che non si faccia male, ecco, quel bimbo non sceglie di fare.
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7757
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda Paola65 » martedì 31 dicembre 2013, 9:19

Sì, hai ragione, i piedini sono suoi :-)
Io la vedevo dal MIO punto di vista, a me farebbe proprio senso, tutto qui. Poi, trattandosi di piedi, non c'è il pericolo che metta in bocca e becchi qualcosa (se si può beccare qualcosa), ma era proprio una mia sensazione di schifo :D
Anche io adoravo camminare a piedi nudi, e lo facevo quando era possibile: in campagna. Una volta scommisi che sarei andata fino al lago vicino (1km di strada sterrata, con sassi abbastanza aguzzi) scalza. Ho vinto la scommessa :-DDD
Però in città, proprio non ce la farei, e starei a disagio se lo facesse mio figlio... tutto qui. Sul come potrei convincerlo a mettersi le scarpe, poi, è un altro discorso :-D
Conosco una donna che da anni va scalza. I suoi piedi sono scuri e duri, ma lei è sanissima. Un po' la invidio.
Da diversi anni si sta acuendo in me la repulsione per lo sporco. La prima cosa che faccio quando entro in casa è lavarmi le mani... diventerò ossessionata???? :-(
"Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio" (proverbio africano)
Avatar utente
Paola65
 
Messaggi: 665
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 9:55
Figli: F1 94
F2 97
F3 02

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda Atoq » mercoledì 1 gennaio 2014, 21:46

mamazaba ha scritto:
"mamma, ma perchè viviamo in questa città, PERCHE'?? io voglio vivere in montagna, come heidi " :-D


mannaggia anche a Heidi! Anche io se son qui in Norvegia é di sicuro colpa sua, con quell'angoscia che mi ha messo quando é salita sul campanile di Francoforte per vedere le montagne e non si vedeva nulla!!! :lol:

Atoq
Avatar utente
Atoq
*‿*
 
Messaggi: 821
Iscritto il: mercoledì 18 febbraio 2009, 19:33
Località: Trondheim (Norvegia)
Figli: Viola 11.08.2007
Luca 18.06.2010

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda rospina » giovedì 2 gennaio 2014, 17:26

ciao mamazaba, vorrei mandarti un bell'abbraccio e ringraziarti per le tue riflessioni e per il modo in cui comunichi con tua figlia. Questo thread é davvero illuminante, per imparare a non essere giudicanti, a fare sempre un passo indietro rispetto a quello che ci dicono i nostri figli, pensarci a fondo e poi dare la risposta che si ritiene più appropriata per rispettare loro e se stessi, anche di fronte a richieste / necessità come quelle di Nina che di impatto sembrano insormontabili. Spero di ricordarmelo. Ma sono anche solidale verso tutti i tuoi dubbi e difficoltà.

C. é molto meno estremista di Nina, ma mi sono sentita una mamma migliore nella mia scelta, e soprattutto sua, di non imporre a C. ciabatte &co in casa (é sempre scalza e senza mutande, ma solo a casa sua) e ove possibile, piedini scalzi d'estate. E, ciononostante, i commenti si fanno sentire lo stesso
rospina
 
Messaggi: 402
Iscritto il: sabato 3 agosto 2013, 12:37
Figli: C. 2011
T. 2016

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda mamazaba » giovedì 23 gennaio 2014, 19:42

mi sono accorta che non ti avevo mai risposto, rospina, scusa!
sono io che ringrazio voi, riflettere assieme aiuta veramente a crescere e acquisire consapevolezza !

sono venuta ad aggiornare... alla fine doveva solo passare il momento, come sempre ( e ogni volta io me lo dimentico e mi sembra una questione di vita o di morte :culpa: ) . dopo una settimana di doposci, un giorno ai saldi ha visto un paio di ballerine da 9 euro e ci si è fiondata sopra ( dopo che io avevo perso la voce a chiederle che si scegliesse QUALSIASI scarpa volesse)... mai più tolte!
un paio di volte mi ha chiesto ancora di uscire scalza dalla scuola, poi si è fatta una feritina ( l'unica ferita al piede in settimane di scalzismo, dove?... ovviamente in piscina :roll: ) e ha deciso di tenersi le scarpe per non contaminarla ( era un taglietto di un mm ma io ho subito approvato ) . fine delle richieste( per il momento) :-D
e siamo tutti soddisfatti ;)

ps. mutande ancora niente, però siamo arrivate all'accordo che se le mette a scuola assieme alle pantofole ( prima stupidamente tentavo sempre di fargliele indossare a casa tra mille conflitti) e poi appena arrivo a prenderla se le toglie di nascosto e me le appioppa in mano. qua la fase mi sa che sarà un pò più lunga :-D
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda devil1 » giovedì 23 gennaio 2014, 21:02

vabbè dai, il compromesso storico, mutande alla materna o comunque fuori casa, libera in casa, si può fare :-)
devil1
 
Messaggi: 263
Iscritto il: lunedì 22 ottobre 2012, 9:22
Figli: f1 2001 f2 2004

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda mamazaba » lunedì 27 gennaio 2014, 17:26

il "S I P U O' F A R E " di Gene Wilder in Frankestein jr è un must, a casa nostra :lol: !
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda francesca78 » lunedì 27 gennaio 2014, 21:40

Be' se Frankestein jr è il maestro di capisce da dove viene la saggezza di Nina : Wink :
francesca78
*‿*
 
Messaggi: 2129
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2009, 16:11
Figli: due figli

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda milena » mercoledì 29 gennaio 2014, 10:57

mamazaba ha scritto:alla fine doveva solo passare il momento, come sempre ( e ogni volta io me lo dimentico e mi sembra una questione di vita o di morte :culpa:

passo solo per dire che se questo lo stampassi sulla mia fronte mi risolverei un sacco di problemi...ed in ultimo per farti i complimenti mamazaba..la vostra passeggiata a piedi scalzi mi ha commosso...io ci ho letto proprio un messaggio di comprensione verso Nina che credo sia un mattone prezioso nella vostra relazione..un momento di empatia vera e preziosa : Love : : Love :
milena
 
Messaggi: 223
Iscritto il: sabato 25 febbraio 2012, 18:26
Figli: F1 2010

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda francesca78 » mercoledì 29 gennaio 2014, 15:59

francesca78 ha scritto:Be' se Frankestein jr è il maestro di capisce da dove viene la saggezza di Nina : Wink :
mi accorgo che avevo sbagliato emoticons questa era la più appropriata :birra:
francesca78
*‿*
 
Messaggi: 2129
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2009, 16:11
Figli: due figli

Re: nudità e "diversità"

Messaggioda mamazaba » lunedì 3 febbraio 2014, 15:41

sai Milena che hai ragione, e` stato un momento di svolta, fondamentale..
da parte mia e` stato piu` azzeccato che ragionato, certo la volonta` di farla sentire accettata c'era, ma e` stato tutto un po' casuale (il mio mettermi scalza soprattutto..) . pero` e` servito tanto, da quel giorno e` come e fosse venuta meno la contrapposizione , ed e` un altro vivere! :-D
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Precedente

Torna a Alla scoperta del mondo (3-6 anni)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite