Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda mamazaba » mercoledì 18 settembre 2013, 22:38

grazie GloBe, che bella testimonianza!
quando Nina vorra` fare qualche attivita` ( e conoscendola la mollera` poi a meta` ) ti pensero` :-D
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Silvia D. » mercoledì 18 settembre 2013, 23:13

Anche a me stona il concetto di "dover finire l'anno": può scocciarmi di aver buttato via il denaro, ma se al bambino non piace, non lo costringo ad andare contro voglia. Le performance non mi interessano, conta che si diverta, impari cose nuove che lo stimolano, goda della compagnia di altri bambini con cui sta bene, sfoghi la sua voglia di muoversi in inverno quando spesso non si può andare a zonzo più di tanto :(

Nella nostra esperienza, Lori ha voluto provare il tennis lo scorso anno dopo aver visto giocare il papà: gli è piaciuto, l'ha portato avanti 3 mesi, poi il maestro ha accorpato le classi mettendo bimbi più grandi insieme ai piccoli. Lori ha sentito che l'aria troppo "competitiva" non gli piaceva e ha detto basta. Ha voluto riprovare quest'estate, finché l'istruttore ha iniziato a farci teorie pedagogiste che non gli appartenevano: io e Lori condividevamo il senso di pesantezza e l'abbiamo lasciato farle a chi le gradiva.

Ho proposto nuoto perché abitiamo sul mare e ritengo fondamentale che sappia stare discretamente sicuro in acqua, ma è un tipo estremamente prudente, quindi per lasciarsi andare ha bisogno della situazione giusta (giocosa, con altri bimbi ecc). Ha fatto parecchi mesi e ora sono in vasca grande. Finché la lezion sarà ancora così giocosa sono certa che gli piaccia, ma da quando inizierà il susseguirsi delle vasche non mi stupirei se si stufasse.

Adesso, dal rientro all'asilo, ha sentito amici parlare di un corso di teatro-figura-danza, con introduzione al mimo/clown: le prime 2 lezioni di prova sono gratuite e vorrebbe vedere com'è (anch'io, che non l'ho mai visto prima).

Per finire, un ex compagno di pallavolo del papà (che ha giocato agonista per anni) gli ha riferito di voler iniziare ad allenare una squadra maschile di bimbi: Lori ha riferito testualmente di voler diventare come il papà. Non so se gli orari saranno fattibili o se e per quanto gli piacerà.

Non intendo schedulare tutta la settimana piena di impegni, nè posso permettermi economicamente troppi corsi, così valuteremo con serenità cosa iniziare e cosa mollare, quando, senza preoccupazioni.

Quanto al lasciarlo solo, in piscina stavo in tribuna (e mi salutava spesso con la mano) o a tennis fuori dal campo, passeggiando tra i giardinetti con la bimba..
Avatar utente
Silvia D.
NTIS
 
Messaggi: 4040
Iscritto il: martedì 27 gennaio 2009, 17:52
Figli: L. 2008
E. 2011

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Lorelay » giovedì 19 settembre 2013, 8:33

Posso chiedere come mai proprio qui dove viene promosso l'ascolto del bambino vengono fuori cose come che uno sport iniziato va portato avanti tutto l'anno?


Concordo pienamente.
Per questo consiglio, se uno non è sicuro, di pagare pochi mesi a volta, così non hai neanche quel problema lì.
E ti dirò di più: vale anche che, nei mesi invernali, uno non abbia voglia e salti 2 o 3 settimane o cose simili, poi riprenda.

L’unica volta che sono rimasta stupita, è quando una bambina ha mollato il corso a 2 lezioni dal saggio di danza. Anche perché l’accompagnavo spesso io, e andava volentieri. Poi ha visto la piscina e ha voluto cambiare. Per carità, benissimo, ma io le avrei fatto fare il saggio. Poteva anche saltare quelle due lezioni e fare le prove l’ultimo giorno. Anche perché le altre hanno dovuto cambiare la coreografia: niente di grave, ci mancherebbe, ma lì avrei spinto perché facesse quell’esperienza.
Ma è stato un caso, cui si aggiunge il fatto che so che i genitori non volevano più che andasse per motivi loro, quindi insomma non mi è piaciuto come si è svolta la cosa.
Ma in generale, se uno non si diverte più nel suo tempo libero, è assurdo continuare

concordo sul piccolo idolo a scuola, ma sinceramente per un bambino è meglio essere un piccolo idolo che un grande sfigato (odio questo termine, ma è per capirci ed è come si sentono i bambini proprio negati)

hai ragione, ma una categoria non esiste senza l’altra. Intendo: se in classe c’è un piccolo campioncino di basket, ecco che quello che fatica a correre 2 minuti sarà notato ancor di più per contrapposizione.

Il figlio agonista, è una bella rottura di accompagnamenti.Concordo... ma d'altra parte... qua stiamo

Certo, infatti mi sorbisco le partite di calcio. Ma se non fossero tutti così esaltati (e vi assicuro, i genitori che seguono il calcio lo sono) si potrebbe capire che per un bambino di 7-8 anni giocare una domenica sì e una no è più che sufficiente. Invece non solo si gioca ogni domenica, ma qualche pazzo organizza pure tornei quando ci sono le feste, tipo 25 aprile o 1 maggio, che ti impegnano tutta la giornata o il week end. Io lo eviterei volentieri, potendo.
Sarà che io per ogni giorno di festa ho sempre qualcosa da fare o qualcuno da andare a trovare, mentre molti hanno la giornata vuota, boh
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Gwen » giovedì 19 settembre 2013, 8:51

Beh, onestamente sono io quella che ha detto che preferirei finisse lo sport iniziato. Lo trovo un discorso educativo, semplicemente.
Vorrei che piano piano, con le dovute maniere e con i dovuti tempi, la picci capisse che lo sport è sì un divertimento, prima di ogni cosa, ma che comunque una cosa quando si comincia sarebbe bene si finisse.
Non mi sento per questo meno accogliente come madre, né una che non sa ascoltare, anzi.
E oltretutto non ne faccio regola categorica qualunque cosa accada.
Ad esempio l'anno scorso aveva intrapreso il pattinaggio ed ha smesso dopo tre mesi. Glielo ho accordato. Vedevo che proprio ne soffriva perché faticava troppo, ed era oggettivamente molto faticoso, quindi fine dei problemi.
Anche in casi in cui avesse problemi seri con l'ambiente o la maestra, nei casi di sofferenze di qualunque tipo, non sono Hitler, certamente la aiuterei.
Ma ad esempio lei ha fatto anche danza l'anno scorso. Da marzo mi diceva che non voleva più andare, ma insieme, piano piano, abbiamo superato quel momento di stanchezza, e siamo arrivate alla fine.
La ho portata alla fine perché non c'era una sofferenza o una fatica pesanti dietro a questa richiesta, era solo normale stanchezza di primavera e un po' di noia nel fare le stesse cose.
Ne abbiamo parlato tantissimo, ho accolto ogni suo stato d'animo, abbiamo saltato qualche lezione apposta, ma alla fine abbiamo concordato che visto che alla fine mancavano tot lezioni allora avremmo portato a termine la cosa.
Ed ho fatto bene a fare come ho fatto, poiché le ho dato l'opportunità di assaporare l'aver finito una cosa, l'aver fatto parte di una cosa pienamente, ma soprattutto le ho dato la possibilità di avere la soddisfazione e la felicità (per lei sono state grandissime) di avere diplomino, festa di fine anno e soprattutto il saggio finale.
Il saggio è stato meraviglioso per lei, una festa immensa che la ha aiutata a superare tante sue paure.
Quindi gradirei che non si facesse passare questa cosa come mancanza di rispetto o di ascolto, grazie.
Avatar utente
Gwen
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: lunedì 13 giugno 2011, 7:03
Figli: F1 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda esmeralda » giovedì 19 settembre 2013, 9:18

Ecco, concordo con Gwen...
ma dove sta scritto che "ascoltare" un bambino vuol dire che se si stufa ogni due per tre bisogna andargli appresso senza insistere un minimo?

A me sta benissimo che cambi sport ogni anno, ma per carità!!
Mi sta già meno bene che dopo 1 canonico mese di prova in cui è gasatissimo, si smonti via via e ciao a tutti e storie infinite ogni volta.
Si smonta perchè vede che fa fatica, perchè gli gira, perchè vede l'hokey alla tele e vuole fare hockey..... insomma... ne parliamo eh... non è che lo butto in palestra con un calcione nel sedere... ma un bambino già un po' più grandino.... certe cose non solo può, ma deve capirle: capire che è possibile -senza morirne- fare una cosa che non ti diverte più come prima per un po'... perchè? Perchè hai preso un impegno.
Un impegno con te stesso, ma ad esempio un impegno con la squadra, l'impegno di aver fatto comprare un sacco di cose ai genitori, di aver fatto organizzare le cose in base ad un desiderio tuo... e poi, tesoro, se non ti va di uscire perchè piove e fa freddo... ti capisco eh... però esci lo stesso. Fai lo sforzino.
Questa poi del bambino mollaccione che resta in casa se fa freddo, personalmente mi fa imbufalire, e mi fanno imbufalire i genitori che siccome non gli va a loro.....

Diverso è il caso di un disagio grave e motivato, di cui appunto si parla e si ascolta.
Ma smetto ad ogni paturnia, beh, questo no eh!!
Anche perchè i bambini... le paturnie le hanno eccome eh.... come i grandi... cioè... anche loro hanno una scala di sentimenti che va dalla paturnia alla tragedia. Non è che ogni cosa che sentono, siccome son bambini, ha la stessa intensità.
Bisogna ascoltare. Appunto, verissimo. E anche parlare. Il che non vuol dire che prendi e lasci ogni minuto su semplice richiesta. Questo assolutamente no.

Quanto al fatto che poi certi sport a certi livelli prevedano un impegno eccessivo da parte delle famiglie... concordo assolutamente. Però nella mia esperienza i più assatanati sono i bambini eh... mica i genitori... :roll: e allora cuore di mamma.... Per fortuna ci si organizza molto tra mamme... e a chi gli tocca, gli tocca...

Lorelay... a me personalmente è stato proprio il fatto di essere parecchio atletica che mi ha "salvato" da essere una sfigata assoluta a scuola e in gruppetti di ragazzini vari. PEr cui, sempre sia lodato.... altro modo di salvarmi, non lo avrei avuto, sinceramente... e di sicuro sperare in un ammorbidimento degli ambienti assai duri che mi è capitato di bazzicare... sarebbe stato utopistico.


Se poi da grande andranno a dire che odiano gli sport perchè li ho fatti andare qualche volta (pochissime eh) pure se non avevano tutta sta voglia... ma pazienza eh!! Tanto mi metteranno in conto di tutto, come fanno tutti i ragazzini da che mondo è mondo.
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Gwen » giovedì 19 settembre 2013, 9:48

Ah vorrei dire anche che il problema non è mai stato né sarebbe il discorso economico poiché tutti gli sport che abbiamo fatto finora hanno il pagamento mensile quindi smetto di andare=smetto di pagare.
Ma ad esempio due anni fa aveva cominciato nuoto che le piaceva pure ma ammalandosi ogni tre per due per lo sbalzo di temperatura spogliatoio/vasca la ho tolta perdendo ben 400 euro di retta, non si dica mai che il mandarla per forza fino a fine anno sia per un discorso economico, almeno se vi riferite a me.

E comunque io ho fatto solo sport che non mi piacevano da bambina. Perché erano i miei a decidere cosa fosse adatto a me e cosa fosse costruttivo. A me piaceva la pallavolo, ma quella non me la hanno mai accordata. Ho faticato tantissimo, per me andare a lezione era un peso e basta, non riproporrei mai questo a mia figlia.
Avatar utente
Gwen
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: lunedì 13 giugno 2011, 7:03
Figli: F1 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda esmeralda » giovedì 19 settembre 2013, 10:00

Anche se possiamo permettercelo senza fare i debiti... se i miei figli chiedono di fare lo sci club, che comunque tra divisa, stagionale e varie è una botta terribile di soldi... : Hurted : : Hurted : BEh... ecco... mi aspetto che lo sci club lo facciano senza eccessivi mugugni. Anche se fa freddo e nevica.
Non mi sembra neppure giusto passare sotto silenzio che è un bell'impegno per tutti. Economico e di organizzazione: non è un gadget che mi chiedi e poi sei libero di stufartene dopo 4 volte. Non è uno status symbol e non è obbligatorio.

Insomma, è un impegno: sono degli assatanati maniaci e tutto quanto... però se mi chiedi "iscrivimi" valuta le conseguenze... perchè poi ci vai eh.
A parte che l'hanno fatto gli anni prima e sanno di che si tratta... insomma... che è una cosa importante... un grosso regalo e d'altra parte un bell'impegno che si prendono loro... beh... insomma, non vedo perchè non farglielo sapere.

Mica ce li obbligo io eh... .. è una stagione sola, ma se la iniziano la finiscono.

Se poi l'anno dopo non vogliono più :surf: :-D
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Lorelay » giovedì 19 settembre 2013, 10:03

ma dove sta scritto che "ascoltare" un bambino vuol dire che se si stufa ogni due per tre bisogna andargli appresso senza insistere un minimo?


Da nessuna parte, infatti questa è solo la versione che hai voluto capire tu, perché in questo modo ti è più facile giustificare le tue scelte.
Tu rendi la cosa estrema ('ogni 2 per 3' e ' senza insistere un minimo') e la banalizzi ('si stufa' invece di 'si stanca' proprio per rendere il problema quasi inesistente).
Un po' come quando dici "tutto con tranquillità". A casa tua viene sempre fatto tutto con tranquillità, a patto che i bambini facciano ciò che ti aspetti e che non ti infastidisce

Sono tutti espedienti comunicativi, che tu usi istintivamente, ma si notano subito

non si dica mai che il mandarla per forza fino a fine anno sia per un discorso economico, almeno se vi riferite a me.

Assolutamente non mi riferivo a nessuno. In generale, però, capita di sentire dire "l'ho iscritto, ho pagato, ora va". Quindi propongo di pagare pochi mesi proprio perché, anche verso se stessi (questa cosa l'avremo subita anche noi), ci si toglie un motivo di preoccupazione in più.
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda esmeralda » giovedì 19 settembre 2013, 10:09

Giustificare le mie scelte :shock:
E perchè dovrei?

Il fatto è che secondo me non va bene smettere quel che si è iniziato solo perchè lo desidera, così.
Per te è già più accettabile.

Che problema c'e'?
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda esmeralda » giovedì 19 settembre 2013, 10:13

Ecco, appunto Lorelay... se spendo quasi duemila euro a bambino ( e puoi iscriverti solo per tutta la stagione) io lo dico eccome: ho pagato, e mo ci vai.
Te lo dico prima, durante e dopo.
E trovo che sia anche giusto farlo.
E ti assicuro che i motivi per cui accetterei "tranquillamente" che lasciassero perdere, dovrebbero essere molto, ma moooolto seri.
Sennò davvero mancherei al mio ruolo di genitore.

Il fatto che chiedere certe cose non sia uno scherzetto, penso che sia assai bene che imparino a valutarlo.
Ultima modifica di esmeralda il giovedì 19 settembre 2013, 10:16, modificato 1 volta in totale.
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Lorelay » giovedì 19 settembre 2013, 10:14

Con te stessa dicevo.
Perché quando minimizzi la cosa (si stufa ogni due per tre) diventa molto più facile dire 'l'ho spinto a finire'

Se invece dici 'si è stancato fisicamente ed emotivamente perché non era quello che si aspettava', ecco che la leggerezza nel prendere le decisioni svanisce un po'.
In generale rendi tutte le descrizioni molto banali, come se gli altri fossero stupidi. Come se un giorno di pioggia un bambino dice "oggi non ho tanta voglia della piscina" e la mamma lo ritira immediatamente.

Lo sai anche tu che non è così, ma siccome ciò che fai tu è sempre tutto semplice (e giusto) ecco che rendi tutto semplicistico, senza tenere conto di ciò che gli altri hanno detto davvero.

Sui soldi neppure rispondo: viviamo in due mondi diversi. 2000 euro a stagione non ce li ho neppure volessi, per me sono tanti 400 euro
Comunque a 6-7-8 anni non si sa il valore di 2000 euro nè quanto pesano per la famiglia. Scelgo io di pagarli o no. E non può essere misura per 'obbligarli' a proseguire.
Perché quei 2000 euro non solo li hai spesi ugualmente, ma anche perché loro odieranno quello sport, quindi stai comunque buttando via 2000 euro

Che poi, 2000 euro per me sono pura follia. Non li spendo e basta
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda esmeralda » giovedì 19 settembre 2013, 10:22

Beh, insomma, appunto perchè 2000 euro sono 2000 euro, non posso tacere questa cosa ad un bambino di 5 anni.
Sono tanti soldi.
Il fatto che papà e mamma li abbiano da dedicare anche al loro svago, non deve assolutamente fargli perdere di vista questa faccenda.

Se volessero svagarsi sciando solo con noi, al limite non sciando affatto, non sarebbe un problema.
Se odiassero lo sci, neppure. Figurati.

Ma se chiedono, se al nostro menage si adatta che loro facciano questa esperienza, benissimo.
Ma l'impegno grosso deve esserci da parte di TUTTI.
E questo deve essere chiarissimo.
E a dir la verità quelli che devono far fatica siamo noi genitori, e non certo loro... per cui se si lamentassero pure, permettimi ma mi girerebbero non poco..

PS
Per me "stancarsi fisicamente ed emotivamente" non è un motivo sufficiente per mollare un corso.
Cioè, non lo farai mai più nella vita. Ma se ti sei stancato, lo finisci e poi basta.
Il che, come dice Gwen, può anche dare una certa soddisfazione di per sè.
Ultima modifica di esmeralda il giovedì 19 settembre 2013, 10:26, modificato 1 volta in totale.
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Gwen » giovedì 19 settembre 2013, 10:25

Beh però Lorelay allora puoi prendere per favore in considerazione anche la mia di spiegazione al perché la ho portata a finire danza?
Così magari non si condanna tout court senza eccezioni, senza interrogarsi sul perché e sul per come, il genitore che ha avallato l'idea di portare uno sport alla fine dell'anno eh.
Avatar utente
Gwen
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: lunedì 13 giugno 2011, 7:03
Figli: F1 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Lorelay » giovedì 19 settembre 2013, 10:29

Ma io non trovo proprio giusto che si spendano 2000 euro per fare uno sport. Certo non a 5 anni

Non impegno un bambino di quell'età in una cosa così costosa. Esattamente come non gli compro un vestito da 500 euro e poi gli dico 'non sporcarti!'
A parte che non compro vestiti firmati mai, se lo facessi, poi glielo metto e lascio che si sporchi o lo rompa. Non gli spiego quanto costa e pretendo stia fermo. Piuttosto, gli spiego quanto costa e QUINDI perché NON lo compriamo

Ugualmente, non investo 2000 euro per un'attività sportiva. Se invece decido di farlo, significa che li ho, e non è responsabilità loro sapere quanto pesa sulla famiglia. Cioè sì sapere che costa, ovvio, e che le cosa pagate vanno rispettate: questi discorsi sono quotidiani col mio secondo, che comprerebbe tutto e non ha nessuna idea del valore dei soldi. Ma alla fine sono io che valuto se posso o no, sono io che conosco il bilancio familiare.

Che poi, 2000 euro per una famiglia possono pesare meno che 300 a un'altra. NOn è il valore in sè, ma in relativo. E per come la pensa io, preferisco insegnare a mio figlio che 2000 euro NON si spendono per un'attività sportiva, mica dirgli di finire che li ho spesi. Sono comunque una cifra che per me rappresenta un'offesa alla miseria per fare uno sport.
Perdonami, fortuna tua che ce li hai, ma io proprio non li spenderei manco li avessi, lo trovo folle.

Che poi, che cavolo di sport costa 2000 euro?


Beh però Lorelay allora puoi prendere per favore in considerazione anche la mia di spiegazione al perché la ho portata a finire danza?

Ma perché prendi tutto sul personale? Hai letto che ho fatto proprio l'esempio di una bimba che non ha finito danza e invece io l'avrei fatto?
Ma deve essere sempre tutto bianco o nero? Bisogna per forza finire sempre tutto, oppure bisogna toglierli subito la prima volta...
Ma scusate, mi sembra talmente ovvio che chi dice che non obbliga a finire il corso non significa che li ritira dopo 3 lezioni! Stiamo dicendo che rifiutiamo quello che molti fanno a priori, ovvero siccome di sei iscritto allora vai fino a giugno senza riserve, anche se dopo 3 mesi non ti piace più. No, c'è sempre la possibilità di smettere o di ritirarsi, e magari ragionare meglio la volta dopo sul perché e trovare insieme una strada

Non capisco perché bisogna sempre stare sulla difensiva.
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Gwen » giovedì 19 settembre 2013, 10:39

beh ma certo che sono sulla difensiva. Ho letto il commento di Globe che ha accostato il genitore che fa finire il corso al non saper ascoltare ed accogliere i bisogni dei propri figli più diverse persone dopo (te compresa mi pareva) che concordavate e visto che ero io quella ad aver scritto una cosa simile e visto che questo post lo ho aperto io ho sentito il bisogno di difendermi da questa associazione secondo me errata se non si vanno a considerare i motivi soggettivi per cui si porta un figlio a finire uno sport. Mi pare più che naturale la mia reazione.
Avatar utente
Gwen
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: lunedì 13 giugno 2011, 7:03
Figli: F1 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda esmeralda » giovedì 19 settembre 2013, 10:40

SCiare una stagione (incluso di abbonamento stagionale) e 4 ore di lezione di sci al sabato e 4 alla domenica e la divisa e l'attrezzatura, costano su per giù quello. Più i trasporti per qualche garetta.

Noi a sciare andiamo comunque, sia chiaro. Perchè ci piace e abbiamo la disponibilità di una casa in montagna.
I bambini comunque spenderebbero tra abbonamenti vari, attrezzatura magari qualche lezione di sci. E lo sci è uno sport costoso.

Lo sci club comunque è un impegno, loro hanno provato, sanno di che si tratta, lo hanno fatto l'anno scorso.
Per cui davvero non mi sentirei bene a lasciargli prendere questa cosa alla leggera. Perchè lo fa l'amichetto, il cugino...


E comunque è una questione di valutazione personale, i vestiti da 500 euro non li compro manco io... ma in casa nostra per lo sport si spende parecchio. D'altra parte io ci mangio (e ci pago lo sci club) , con gente che spende tanto per lo sport... mio marito in parte, pure...per cui sarebbe una predica che viene da un pulpito un pò strano... non ti pare?? ;)

PS
E comunque quando mia figlia insiste per avere ed indossare talvolta vestiti che non siano proprio si zara... beh... altrettanto la invito ad averne più cura dei vestiti con cui va a raccogliere le more.
Se vuole andare a raccogliere le more... lo fa con vestiti opportuni...
Mi pare il minimo eh....
esmeralda
 
Messaggi: 2185
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Lorelay » giovedì 19 settembre 2013, 10:43

Per Gwen: Pensa che il commento di GloBe mi è sembrato uno dei più pacati.
Ha solo chiesto come mai lo si pensava, proponendo un altra visione.

E non ho mai pensato che l'avrebbe ritirato "se si stufa ogni due per tre", ma solo che avrebbe valutato.

Quando il mio secondo aveva 5 anni andava in piscina, dopo 3 lezioni non voleva più. Nella testa mi rimbombavano le frasi sentite ovunque "Spingilo che poi gli fa bene, vedrai che poi si diverte, insisti che deve imparare a rispettare gli impegni, ormai hai pagato fallo finire". Così un paio di volte ho insistito, per poi rendermi conto per fortuna che lui lo odiava proprio, anche perché aveva una maestra insensibile. L'ho ritirato.
Dopo 3 anni, ancora si ricorda di quella maestra e della piscina, che a lui non piace. E ha imparato a nuotare da solo.

Credo che GloBe dicesse solo questo, di essere libere dal pregiudizio del 'deve finire'.
E se ora mi direte "beh certo, dipende dalle situazioni" vi dico subito che era così anche prima, a voi ve la siete presa sul personale senza motivo
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Lorelay » giovedì 19 settembre 2013, 10:47

Se vuole andare a raccogliere le more... lo fa con vestiti opportuni...


Certo, anche a me, Soprattutto per comodità. Ma se vuole andare a more col vestito usato per il matrimonio dello zio, lo può fare. Intanto è suo, e soprattutto è costato 35 euro.

Sulla stagione sciistica, mi ripeto. Non spendo 2000 euro a 5 anni, ma neppure 800.
Se è la famiglia ad andare, ovvio che li metto nelle condizioni di partecipare, ma non a quella cifra, non a quell'età.
Se a 11 anni, quando è più in grado di capire l'impegno economico e di tempo, avrà davvero questa passione, allora valuteremo insieme, e sono disposta a tirarli fuori anche a rate se non li ho. Ma non a 5 anni.

Comunque ne deduco che oltre ai 4 pomeriggi a settimana, tua figlia è impegnata anche la domenica a sciare.
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Gwen » giovedì 19 settembre 2013, 10:49

Beh no Lorelay, io ho trovato proprio un collegamento serrato tra "far finire uno sport" e "non ascoltare, non rispettare, non capire un figlio" leggi il passaggio sotto.
Quindi, se Globe non voleva dire quello che ho inteso io, visto che lo ha scritto rispondendo ad un mio post in cui IO dicevo questa cosa del finire lo sport e quindi mi par chiaro si riferisse a me tra l'altro, di sicuro se io ho capito male lei ha pure scritto male.
GloBe ha scritto:Posso chiedere come mai proprio qui dove viene promosso l'ascolto del bambino vengono fuori cose come che uno sport iniziato va portato avanti tutto l'anno? Ci si fa mille domande e paranoie per la scuola, ci si chiede se sia il momento giusto, se il nostro bambino è capito, ascoltato, rispettato.... e poi leggo cose come "la porti lì e la lasci lì", "se comincia uno sport deve capire che non può cambiare in corso d'anno" ecc.. (non ho fatto vere e proprie citazioni, era per riassumere e rendere l'idea).
Avatar utente
Gwen
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: lunedì 13 giugno 2011, 7:03
Figli: F1 2008

Re: Ancora sugli sport....mi serve un aiuto....

Messaggioda Lorelay » giovedì 19 settembre 2013, 10:55

"se comincia uno sport deve capire che non può cambiare in corso d'anno"


Cioè Gwen tu sei d'accordo con questra frase? Sempre e comunque?
Mi stai dicendo che se un bambino, dopo tre mesi di nuovo, piange ongi volta che deve andare e si inventa mal di pancia e mal di testa, ce lo mandi comunque perché deve finire?
Io penso di no.
Quindi qual è il problema? Si sta dicendo di non partirte da quel punto come partrito preso. Io di gente che invece lo fa, di bambini buttati in piscina piangenti, ne ho visti. Lo trovo assurdo
Se invece tu mi stai dicendo che prima di ritirarlo le provi tutte, perché tu ritieni che sia un valore finire, e se poi proprio non sopporta cedi... beh stiamo dicendo due cose molto simili.
Personalmente non considero un valore il finire un'attività del tempo libero, proprio perché è tempo libero: hanno già la scuola dove l'impegno c'è, e ci sono anche mille cose in casa che rispettano (per esempio organizzare una festa). E poi sono troppo angosciata dall'obbligarli, cosa che mi sembra già di fare molto, quindi mi obbligo a partire da altri presupposti.

Ma onestamente mi sembrava che fossero già chiaro che dicevamo cose non così lontane
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

PrecedenteProssimo

Torna a Alla scoperta del mondo (3-6 anni)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti