rifiuto dell'asilo

rifiuto dell'asilo

Messaggioda nacquinellacqua » lunedì 21 gennaio 2013, 23:02

So che sono stati scritti tanti post sull'asilo ma, anche se cercherò di rileggerli, avrei bisogno di un consiglio specifico.

E' un pò lunghetto questo post ma cerco di spiegarvi

I-ha iniziato l'asilo a ottobre: abbiamo aspettato un po' perchè la nascita della sorellina è stata di per sé un bel cambiamento e comunque nemmeno prima I sembrava entusiasta dell'idea dell'asilo. Nel frattempo tutti a tessere le lodi dell'asilo sul divertimento su quante cose si imparano...
Ammetto di aver voluto aspettare anch'io perchè già ero in difficoltà a gestire le due bimbe e mi se2mbrava di mettere trppa carne al fuoco. Ne abbiamo parlato molto finchè un giorno mi ha detto ok...e siamo andate.
Che dire? I sembrava molto serena e curiosa...ci andava volentieri anche se spesso voleva stare a casa: abbiamo iniziato con due giorni poi tre e via...io non insistevo più di tanto.
Le maestre hanno insistito perchè si fermasse a pranzo ma al primo tentativo I. si è rifiutata di andare all'Asilo. Ho spiegato alle maestre che non si sentiva ancora in confidenza da dir loro di no..era per questo che quando le avevano chiesto se voleva fermarsi aveva risposto di sì. La mattina dopo però era arrivata a nascondersi sotto il letto: da li ho capito che non voleva andare all'asilo per non fermarsi a pranzo (grande illuminazione direte...ma ci sono arrivata dopo anch'io perchè I non dava grandi segnali di disagio o almeno io non li vedevo)
Abbiamo rimandato fino a dicembrem poi complice il fatto che il “permesso” speciale che avevo avuto dall'asilo per il ritiro pre pranzo scadeva, abbiamo riprovato. Ho spiegato a I che quando avremmo girato il calendario avremmo fatto un altro tentativo se lei era d'accordo
e così è stato
anzi I era entusiasta della novità e ha frequentato tutta la settimana
In quei giorni mi raccontava molto dell'asilo, delle bimbe con cui aveva giocato (e infatti travava sempre qualcuna ad accoglierla..) anche cose “spiacevoli”, che le maestre urlavano quando i bimbi non fanno quello che dicono etc
io ho tirato su le antenne )e ammetto che alcune cose mi sono piaciute molto poco però lei sembrava serena
L'ultima settimana di frequenza a dicembre lei ha saltato perchè siamo stati via un paio di giorni e poi perchè è stata male..
così ha ripreso a gennaio dopo 3 settimane
Francamente non mi aspettavo entusiasmo perchè non sembrava aver sentito per niente la mancanza dell'asilo però...il tiepidume è andato peggiorando.
Ho provato a tenerla a casa quando mi diceva che non voleva andare e infatti ha frequentato pochissimo solo che giovedì scorso arrivati là si è aggrappata al mio braccio e ha iniziato a piangere disperata. Nonostante il parere negativo delle maestre me la sono portata a casa
con lei avevamo pattuioto che il giorno dopo sarebbe andata (di solito il sistema funzionava)
I fra l'altro si era messa d'accordo con il papà che l'avrebbe portata lui all'asilo
Speravo che con il papà andasse più liscia..(fra l'altro in questo periodo lui non c'è quasi mai e io sento il peso di gestire questa cosa completamente da sola...perchè un consiglio o un suo parere sarebbero di conforto...io ho un ricordo pessimo dell'asilo e quindi non mi sento neutrale sull'argomento)
invece complice una nottata particolarmente complicata con la piccola...lui non ci ha nemmeno svegliato !!!!!!
alle 930 ho aperto gli occhi...convinta che fosse presto e invece quando mi sono alzata ho avuto la bella sorpresa..inutile dire che mi sono imbestialita più che altro perchè mi sono sentita scaricare la patata bollente ..visto che lui oggi non c'è (partito ieri e torna domenica prox)
Stamatttina I sembrava tranquillissima invece arrivati là prima si è rifiutata di spogliarsi e di mettersi le ciabatte e quando ho insistito ha cominciato ad aggrapparsi a me
Facendovela breve non c'è stato nessun verso..la maestra ha provato a prenderla con sé, a farla interessare ma niente
la maestra allora ha detto di lasciarla e di fidarsi di lei
anche se tutta me stessa mi diceva che sbagliavo ho provato ad assecondarla ma ancora penso di aver sbagliato
cosa posso dirvi?

So che I all'asilo ancora non si affida alle maestre , di questo me ne ero già resa conto da tempo. Lei fa la grande se mi passate l'espressione ma in realtà là è sola...sola nel senso che non ha riferimenti
speravo però che con il tempo imparasse a fidarsi delle maestre
con i bimbi? Speravo che interagisse ma vedo che fa fatica: ho invitato anche una bimba con cui sembra andare più d'accordo ma ho visto che per leri era difficile. Mi chiamava in continuazione (per coinvolgermi ad esempio far vedere un disegno etc) e alla fine è andata in tilt quando l'altra bimbaha preso un puzzle e voleva farlo con lei...questa bimba cercava di “accontentarla” ma I continuava ad arrabbiarsi (tipo: voglio rovesciare io la scatola, e così l'altra ha rimesso i pezzi nella scatola, poi I voleva fare i capelli di rapunzel ma quando l'altra ha provato a passarle un pezzo..altra crisi)
lo so che c'entrava la stanchezza e l'invasione di casa sua, ma era per farvi capire che mia figlia è curiosa verso gli altri bimbi ma ancora non sa bene come entrare in relazione
Ad esempio in questi giorni ogni giorno portava a scuola un gioco nuovo da condividere...e mi diceva chi aveva voluto giocare con il suo gioco (alcuni suoi preferiti addirittura sono stati ignorati e lei c'è rimasta malissimo). Io ho interpretato questo proprio come un suo tentativo di entrare in relazione
Non so se sia timidezza o cosa ma lei fa fatica....se siamo in giro (ad esempi passiamo in una piazza qua vicino dove spesso ci sono dei bimbi) spesso la invitano a giocare ..e lei vorrebbe andare ma qualcosa la trattiene, mi guarda come a chiedermi come fare
magari vede dei bimbi che giocano e allora mi guarda...le dico...chiedi se puoi giocare
scuote la testa
prova ad andare là...
a volte lo fa a volte no
Magari sta lì 5 min poi mi fa mamma andiamo via


io non ho fretta
ma oggi la maestra mi ha mandato in tilt
lei sostiene che l'unico modo di fare si che si fidi delle maestre è lasciarla lì
che loro si rendono conto che lei le tiene a distanza (tiene tutti a distanza direi io), che anche con i bimbi si “limita” a osservare
le premesse le condivido ..è la conclusione che non accetto
Oggi Ho lasciato lì I in piena crisi...la maestra dice che poi finalmente l'ha sentit alasciarsi andare e si è fatta coccolare un po'..
ma io mi dico:è questa la strada?
Devo destabilizzare la mia bimba, metterla in difficoltà così x forza si affida alle maestre o c'è un'altra strada?

Lo so che I ha un rapporto forte con me (come hanno ribadito le maestre), e so che fa fatica a fidarsi di altr, a instaurare un legame con altri (anche la nonna ha fatto tanta fatica e spesso mi ha rinfacciato che I è troppo legata a me...devo dire che l'ha detto quando lei era in difficoltà...diciamo che la capisco anche se mi ha molto ferito tutte le volte che l'ha detto) però credo che I con il tempo possa imparare a fidarsi senza questa accelerata

lei sa che io sono a casa...
questo cambia le cose...


forse non trova l'asilo così interesante
anche l'altro giorno mi ja detto che fanno sempre le stesse cose..che lei non impara
Anche stasera mi ha chiesto quando andrò a scuola x imparare a leggere e scrivere (lei pensava che all'asilo glielo avrebbero insegnato)
è una bimba stra curiosa e sveglia..dal punto di vista intellettuale..lo so
pure la maestra l'altro giorno mi ha detto “lei sa un sacco di cose ma non lega con gli altri bimbi”

Inutile dire che mi ha pure messo dubbi...su possibili problemi relazionali ...(non lo ha insinuato lei..sono venuti a me)
però...
però boh
so che la mia bimba finora è cresciuta in un mondo di adulti (con cui si rapporta perfettamente) però ora non so che fare

Perchè se si trattava di fare pochi giorni di frequenza, di assecondarla visto che ho la fortuna di essere a casa ..ok ma questo rifiuto completo non so come gestirlo

quando sono andata a prenderla era nervosssima...se l'è pure presa con la sorellina cosa che fa veramente di rado
Ha chiesto la tetta un'infinita di volte
e mi ha pure detto: mamma hai sbagliato a lasciarmi all'asilo oggi

pian piano è tornata sulla sua

però io altre giornate così non so se le reggo
sono sola da mattina e sera, in crisi di sonno...non sono sempre empatica e accogliente


scusate il lungo sproloquio...
ringrazio chi si è preso la briga di leggere
ho cercato di spiegarvi le cose perchè sento il bisogno di un occhio esterno
non mi fido di quello che sento
è triste da dire ma è così
Nacquinellacqua

Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sara' sempre un mare, che ti aspetta
Avatar utente
nacquinellacqua
*‿*
 
Messaggi: 736
Iscritto il: martedì 16 febbraio 2010, 9:47
Figli: Pesciolino110309
Trottolina 100912

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda Luggen » lunedì 21 gennaio 2013, 23:23

Mi sento quasi male a essere io la prima a risponderti perché forse cerchi incoraggiamenti, e io, ovviamente, facendo unschooling (nel senso che non vanno ne andranno alla materna), sono la persona meno adatta a dartelo.
Ma io credo sia suo sacrosanto diritto decide dove vuole stare e dove no.
E il metodo proposto dalle maestre mi indigna proprio... Se per affidarsi a loro una bambina deve essere costretta a farlo perché sente di non avere alternative... Eh, allora forse non vale proprio la pena che si affidi a loro.
Sul versante socializzazione, non so. Mi pare che tutta l'enfasi posta sulla scolarizzazione precoce ai fini della socializzazione promuova nei fatti un tipo di socializzazione piuttosto artificioso e comunque di grande impatto (molti bambini, molte ore, ogni giorno).
Nei fatti a me pare che le competenze sociali di A, che in una materna non ha voluto mettere e non ha messo piede mai, siano equiparabili a quelle dei suoi coetanei scolarizzati (in tanti casi anche più evolute, ma questo dipenderà certo da lei, le variabili sono infinite). Certo che se una bambina e' già di per se restia non so a cosa giovi forzarla a una socializzazione così intensiva.
Il punto di fondo e' sempre un po' il solito dalla nascita: la convinzione di una certa visione educativa della necessità della forzatura perché raggiungano certi traguardi (o quelli che vengono ritenuti tali). Io non credo a questo approccio. A nessuna età per nessuna cosa.
Luggen
 
Messaggi: 1828
Iscritto il: venerdì 10 giugno 2011, 14:21
Figli: A1 luglio 2009
A2 gennaio 2012

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda nacquinellacqua » lunedì 21 gennaio 2013, 23:42

In parte condivido quello che dici solo che ho pensato all'asilo x due motivi
Il primo e' che fatichiamo a frequentare altri bimbi (ad eccezione di spazi famiglia... Anche se e' da un po' che non andiamo.. )
L'altro e' che lavorando avrò bisogno dell'asilo
Prima I stava con la nonna ma ora sono in due e x di piu ora c'è anche la cugina di 13 mesi
Sto pensando a varie soluzioni x quando tornerò a lavorare ma l'asilo aiuterebbe
Sostavo ci stesse bene
Non e' un brutto asilo (sorvolo sul fatto che e' considerato uno dei migliori... Boh)
E capisco anche la buona fede della maestra
Arrivata a casa ho capito che questa non e' la strada in cui credo anche se loro avranno visto migliaia di inserimenti
Solo Che non so che fare

Prendo una pausa?
Boh
Adesso come adesso io sto bene con le due bimbe a casa... Non trovo tutto questo aiuto nel lasciare I all'asilo
Anzi
Ne aprofitto solo x fare delle belle passeggiate senza dover convincere I quando non ne ha voglia e far dormire la piccolina (che la mattina dormirebbe sempre tanto)
Speravo di gestire l'inserimento con tutta calma senza forzare i tempi proprio pensando a settembre (dovrò tornare prima pero' a lavorare ma spero di stare a casa fino a giugno)
Nacquinellacqua

Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sara' sempre un mare, che ti aspetta
Avatar utente
nacquinellacqua
*‿*
 
Messaggi: 736
Iscritto il: martedì 16 febbraio 2010, 9:47
Figli: Pesciolino110309
Trottolina 100912

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda Luggen » martedì 22 gennaio 2013, 0:04

Io credo che però anticipandosi a volte si crei un problema immediato nel tentativo di prevenirne uno ipotetico.
Al momento la situazione non è quella che avrete a settembre, e questo muta il quadro.
Lei sa di poter restare a casa con te e la sorellina e sa che state bene.
Saprà anche che non starai a casa per sempre.
È strano che voglia esserci?
A settembre saprà che la materna e' un'esigenza che risponde alle necessità di organizzazione familiare. Che andarci non è una decisione arbitraria presa a sue spese.
Se stare a casa voi tre e' bello e ora potete farlo, godetevela! Lei avrà una base ancora più sicura a settembre. Magari nel frattempo l'aspetto conviviale le interesserà maggiormente.
Forzare adesso... Non so, non è detto che renda poi facili le cose dopo la pausa estiva che comunque farebbe. Rischiate di raddoppiare l'inserimento e che i vissuti spiacevoli del primo inserimento rendano ancora più difficile tornarci.
Sulla socializzazione io credo esistano valide alternative.
Anche meno rischiose, perché lasciarla li, in assenza di un rapporto di fiducia di lei verso le maestre, apre la porta al rischio che non si attacchi affatto a loro, ma che si orienti a coetanei (nell'accezione data da neufeld e mate').
Che ne pensi?
Luggen
 
Messaggi: 1828
Iscritto il: venerdì 10 giugno 2011, 14:21
Figli: A1 luglio 2009
A2 gennaio 2012

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda nacquinellacqua » martedì 22 gennaio 2013, 0:13

D'accordissimo con te... Ce lo diciamo spesso che questa e' una situazione speciale
Ogni tanto I mi commuove e mi dice "adesso mamma voglio stare cOn te poi mi fermerò anche x il riposino"

Infatti l'ho tenuta a casa quasi sempre quando me l'ha chiesto
Ma ora ha cambiato nettamente atteggiamento
Secondo me c'è un disagio in piu
Che ha portato al rifiuto
Non vorrei solo rimandare il problema
So anch'io che a settembre sarà tutto diverso... Lo sappiano tutte e tre
Pero' da ottobre a meta' dicembre le cose erano diverse
Magari lei non riesce a interagire coi bimbi e in qualche modi va aiutata
Non so
Ok oggi ho capito che così x me non funziona
Ho sbagliato
Anche a magari poi le maestre mi faranno venire mille dubbi
Pero' non so se tenerla a casa e stop sia la strada giusta

Ti ringrazio tanto delle tue risposte
Ho mille emozioni x la testa e questo mi aiuta molto

Dovrei dormire accipicchia ma ho la testa piena (la notte scorsa il mio sonno e' finito alle 430)
Nacquinellacqua

Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sara' sempre un mare, che ti aspetta
Avatar utente
nacquinellacqua
*‿*
 
Messaggi: 736
Iscritto il: martedì 16 febbraio 2010, 9:47
Figli: Pesciolino110309
Trottolina 100912

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda Silvia D. » martedì 22 gennaio 2013, 0:53

Anch'io a pelle ti direi di goderti questi giorni in cui potete godervi la vicinanza reciproca: quando saranno finiti, potresti rimpiangere di non esserteli goduti di più. Lascerei al momento giusto la separazione: se I. dice "mi va di riprovare" o se arriva il tempo del rientro a lavoro e bisogna adattarsi. A quel punto saprai (e anche lei saprà) che quella situazione è obbligata e lasciarla lì potrà preoccuparti, ma non farti sentire in colpa di aver fatto la scelta sbagliata, dato che non avrai alternative..
Trova una scusa per le maestre, se vuoi, inventa una malattia infettiva che proibisce la frequentazione di ambienti a rischio contagio come l'asilo o che ne so, ma prendetevi tempo.. che ne dici? : Love :
Avatar utente
Silvia D.
NTIS
 
Messaggi: 4040
Iscritto il: martedì 27 gennaio 2009, 17:52
Figli: L. 2008
E. 2011

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda mamazaba » martedì 22 gennaio 2013, 9:23

saro' breve perche'sono dal lavoro..
io ribalto la frase della maestra : fidati di lei, della tua bambina.
la maestra ha ragione su un punto, e' piu facile entrare in confidenza con un bambino in difficolta'. ma voi non ne avete proprio bisogno.. forseil prossimo anno sara' uguale, forse no, ma I. avra' piu' strumenti e questo disagio necessario fara' meno danni.
concordo che sarebbe stato bello se andava bene adesso, ma non e' stato cosi, o meglio potrebbe ancora andare bene se le maestre vi lasciassero i vostri tempi...
cerco ditornarci dopo, intanto ti abbraccio.
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda danipa75 » martedì 22 gennaio 2013, 14:27

quoto le altre, e ti porto la ns esperienza:
Emma ha iniziato la materna a 4anni compiuti molto felicemente,e con l'arrivo della sorellina non ha più voluto andarci, quindi l'ukltimo anno è stat a ciasa.
sulla socialità aveva gli stessi atteggiamenti di I, i bimbi in piazza e i dubbi...,ma ci siamo fidati di lei e l'abbiamo seguita.
come sai a settembre ha deciso per la scuola, ed abbiamo visto un'altra bambina -già quest'estate ci eravamo accorti ma era in un contesto più famigliare- comunque ha fatto tantre amicizie ricambiate in classe, è molto più spontanea e non ha più bisogno del mio "intervento" per entrare in un gruppo di bambini. io che averla tenuta a casa e lontana da un luogo che per lei era diventato triste e conflittuale le abbia fatto solo bene....
Jamal è del 08, più grande di I, molto socievole e aperto con tutti, nonostante ciò di andare alla materna non ne vuol sapere! ha "paura" che le maestre lo obbligheranno a fare cose che lui non vuole.....
anche io ti suggerisco di tenerla a casa ogni volta che lo vuole o di ritirarla e basta, a settembre sarà un'altra I, più grande e diversa e ti muoverai di conseguenza!
:abbraccione
"Ma era quello il tempo migliore della mia vita, e solo adesso che mi è sfuggito per sempre, solo adesso, lo so".
Natalía Ginzburg
Daniela+3
Avatar utente
danipa75
*‿*
 
Messaggi: 1803
Iscritto il: mercoledì 29 ottobre 2008, 16:10
Località: Pesaro
Figli: E.06 J.08 N.11 E.15

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda migini » martedì 22 gennaio 2013, 15:38

Anch'io quoto la altre. Esperienza di un piccolo vicino di casa (ora quasi 27enne!). Il primo anno di scuola materna è stato ritirato alla fine di ottobre perché dopo un inizio tiepido aveva iniziato a mostrare un forte rifiuto, la mamma non lavorava, ma aveva dovuto combattere contro chi le diceva che sbagliava. Ha voluto ritornarci lui in primavera del secondo anno perché si annoiava a casa con la mamma e la sorellina nata nel frattempo, frequentando sempre volentieri.
In otto mesi cambiano un sacco di cose, godetevi questo tempo per voi 3!
migini
 
Messaggi: 334
Iscritto il: domenica 20 maggio 2012, 14:21
Figli: N agosto 2010

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda maria » martedì 22 gennaio 2013, 17:19

se vi è possibile aspettare fatelo, tra 3 anni e mezzo e quattro corre grande differenza e non è che se non vanno all'asilo a 3 anni poi non vorranno più mettere piede in una scuola, anzi!
c'è la nascita della sorellina che ha portato scompiglio, gioioso certo, ma pur sempre un nuovo assetto a cui adattarsi
ho letto che le maestre vi hanno dato una sorta di "permesso" per non pranzare a scuola? ho capito bene? il pranzo è obbligatorio?
che io sappia non lo è, alcuni educatori/trici lo ritengono un momento formativo/didattico/educativo/guida all'autonomia etc. resta il fatto che i bambini possono essere ritirati prima del pranzo; la "nostra" scuola dell'infanzia, una statale, prevede di default 3 possibilità di ritiro
alternative a questa scuola ne avete/volete?
maria
*‿*
 
Messaggi: 378
Iscritto il: sabato 1 agosto 2009, 13:31
Figli: 2007; 2011

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda mamazaba » martedì 22 gennaio 2013, 18:51

anche da noi il pranzo è obbligatorio, la prima uscita è all'una, dopo mangiato.

nacquinellacqua ha scritto:Devo destabilizzare la mia bimba, metterla in difficoltà così x forza si affida alle maestre o c'è un'altra strada?

mi ha colpito tantissimo questo che hai detto sonia, perchè è proprio così che funziona, per tantissimi operatori del settore. è ovvio, che si crea un legame più forte, non solo con i bambini, se si attraversa assieme un momento di difficoltà. però che questa difficoltà vada creata artificialmente per permettere la formazione del legame, per è assurdo.
dire a una mamma di lasciare un bambino in lacrime è questo.
una buona maestra invece è in grado di creare un legame a prescindere ( a parte che poi a scuola purtroppo momenti di difficoltà capitano sempre e comunque).

scusa non c'entra niente ma ho focalizzato adesso questa cosa :oops: .

che la tua bambina abbia un legame forte con te, come sai, è solo un vantaggio. è un pattern che poi per tutta la vita le permetterà di creare legami forti ( e sereni) con le persone che sceglierà. anche con le maestre, tralaltro...
l'esortazione a fidarti della maestra mi sembra quasi ricattatoria. è il primo passo per colpevolizzare te se l'inserimento non funziona :cry:

sul lato pratico io proverei a parlare con loro con loro ( anche con un dirigente, se necessario), specificando quali sono le tue priorità e le tue esigenze. so di casi di inserimenti lunghissimi anche in scuole dove in teoria la cosa non era prevista, a volte anche grazie al fatto di aver messo bene in chiaro che o è così o il bambino veniva ritirato ( diplomaticamente :) )

mi fermo qua perchè sulla scuola in questo momento ho un pò il dente avvelenato ( diciamo che in famiglia non siamo grandi fans :-D ) . Nina quando sta qualche giorno a casa, come adesso, è deliziosa :(
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda anninamar » martedì 22 gennaio 2013, 19:16

Credo anch'io che se dovessi tenere a casa I. ora questo non comprometterà un positivo rientro a Settembre.
Io V. L'ho ritirata alla sua prima esperienza asiloa 3 anni e 1/2 e riportata solo a Settembre (5 anni).
In questa scuola ci hanno sempre dato la possibilità di portare a casa la bambina prima di pranzo e così funziona piuttosto bene cioè V. si sveglia tutte le mattine chiedendo di andare a scuola (anche se la scuola materna che frequenta ha anche lati negativi e stressogeni).

Non credo nemmeno io che la strada per creare legami con le insegnanti sia lasciarla in lacrime e destabilizzarla.
Io ho visto di persona che , in primis, ogni bimbo è a se stante ma in generale chi non ha avuto basi solide fa molta fatica a creare un legame che gli dia fiducia con altri adulti e bambini.
Il legame con un bimbo si crea quando il bambino si sente visto e capito, non si forza.
Un :abbraccione a te e le tue bellissime piccole!
L'isola sconosciuta è un luogo mobile che appare e scompare sulle carte della fantasia ma sta ben saldo nel cuore di ognuno di noi. J.saramago
anninamar
*‿*
 
Messaggi: 1604
Iscritto il: giovedì 4 novembre 2010, 14:03
Figli: F1 2007

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda maria » martedì 22 gennaio 2013, 20:41

mi soffermo sulla questione parzialmente fuori topic dell'obbligatorietà del pranzo, da quel che so non esiste una legge neppure a livello comunale che obblighi i genitori ad usufruire del servizio, potrebbe essere una decisione autonoma della direzione didattica (meno "forte" quindi di una legge vera e propria) o peggio ancora potrebbe essere una presa di posizione non ratificata in alcun modo, se qualche genitore protestasse magicamente comparirebbe l'uscita prima di pranzo
per esempio ricordate il divieto di portare cibi preparati dai genitori a scuola? a causa di una forte controversia, nel mio comune circa 1000 bambini non si servono più della mensa e molti di loro portano il pranzo da casa....ebbene Comune, ASL, direzioni didattiche non hanno trovato un solo appiglio per vietar loro di portarsi il cibo da casa; ma chiudo qui perchè è davvero marginale rispetto alla questione ben più complessa oggetto del thread
maria
*‿*
 
Messaggi: 378
Iscritto il: sabato 1 agosto 2009, 13:31
Figli: 2007; 2011

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda nacquinellacqua » martedì 22 gennaio 2013, 23:44

ho scritto per un'ora e quando ho fatto invio mi ha richiesto il login

ditemi che posso recuperare quello che avveo scritto?? : WallBash : : WallBash : : WallBash : : WallBash : : WallBash : :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob: :sob:
Nacquinellacqua

Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sara' sempre un mare, che ti aspetta
Avatar utente
nacquinellacqua
*‿*
 
Messaggi: 736
Iscritto il: martedì 16 febbraio 2010, 9:47
Figli: Pesciolino110309
Trottolina 100912

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda danipa75 » mercoledì 23 gennaio 2013, 11:57

io se scrivo molto e di cose importanti faccio sempre la copia mentre scrivo!
non credo si possa recuperare niente......
"Ma era quello il tempo migliore della mia vita, e solo adesso che mi è sfuggito per sempre, solo adesso, lo so".
Natalía Ginzburg
Daniela+3
Avatar utente
danipa75
*‿*
 
Messaggi: 1803
Iscritto il: mercoledì 29 ottobre 2008, 16:10
Località: Pesaro
Figli: E.06 J.08 N.11 E.15

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda nacquinellacqua » mercoledì 23 gennaio 2013, 14:58

Di solito scrivo su word offline ma non riesco a quotare
Allora facevo ogni tanto un copia ma non sapevo che quando schiacci quote lo vede come un copia x cui quando dopo il disastro ho provato a fare incolla ma ho solo trovato l'ultima citazione
Stasera ci riprovo ma ieri ero proprio giù
Nacquinellacqua

Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sara' sempre un mare, che ti aspetta
Avatar utente
nacquinellacqua
*‿*
 
Messaggi: 736
Iscritto il: martedì 16 febbraio 2010, 9:47
Figli: Pesciolino110309
Trottolina 100912

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda nonloso » mercoledì 23 gennaio 2013, 16:45

che poi succede sempre (nei forum in genere) quando si è scritto qualcosa di

-lungo
-bellissimo
-irripetibile come era uscito alla prima

:-)

dai sorridici su!
nonloso
 
Messaggi: 1078
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2011, 12:40
Figli: F12010

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda nacquinellacqua » mercoledì 23 gennaio 2013, 19:26

:-D


Stasera riprovo a scrivere mentre le bimbe dormono ( mi metto nel lettone con loro due francobollate)
Nacquinellacqua

Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sara' sempre un mare, che ti aspetta
Avatar utente
nacquinellacqua
*‿*
 
Messaggi: 736
Iscritto il: martedì 16 febbraio 2010, 9:47
Figli: Pesciolino110309
Trottolina 100912

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda nonloso » mercoledì 23 gennaio 2013, 19:53

la mia...appena ticchetteggio sulla tastiera si sveglia :-(
nonloso
 
Messaggi: 1078
Iscritto il: martedì 4 ottobre 2011, 12:40
Figli: F12010

Re: rifiuto dell'asilo

Messaggioda nacquinellacqua » mercoledì 23 gennaio 2013, 21:52

Il portatile che ho e' silenziosissimo .. Solo che devono sentirmi vicine seno si svegliano
Nacquinellacqua

Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sara' sempre un mare, che ti aspetta
Avatar utente
nacquinellacqua
*‿*
 
Messaggi: 736
Iscritto il: martedì 16 febbraio 2010, 9:47
Figli: Pesciolino110309
Trottolina 100912

Prossimo

Torna a Alla scoperta del mondo (3-6 anni)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite