Incontro con Antonella Lia

Notizie e avvisi importanti.

Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Effi B. » martedì 23 settembre 2014, 17:23

Antonella Lia è l'autrice di un bel volumetto, intitolato Abitare la menzogna. Infanzia infelice. La retorica della famiglia perfetta e la rabbia giovanile. Da vittime a carnefici (Stampa Alternativa 2013), cui mi piacerebbe avere più tempo da dedicare perché affronta il tema a noi caro degli abusi sui bambini in modo schietto e onesto, con riflessioni utili e interessanti, in piena consonanza con ciò che il progetto di Ntis è nato per difendere: il diritto dei bambini al rispetto e all'attenzione, all'amore incondizionato e a un accudimento responsabile. Il suo lavoro aveva tempo fa ispirato il nostro Patrizio per uno dei suoi articoli.

Segnalo, per chi avesse la fortuna di essere di strada, un incontro dedicato alla presentazione del libro che si terrà giovedì 25 a Napoli. Questo il link dell'evento su FB:

https://www.facebook.com/events/5977847 ... er_invited
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7756
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Antonella » martedì 23 settembre 2014, 20:05

COSA VUOL DIRE "ABITARE LA MENZOGNA"? (http://www.stampalternativa.it/lettera2 ... &start=480)
Nella casa della menzogna vige la legge del più forte: c’è omertà, familismo, squilibrio di potere. La famiglia fa quadrato attorno ai suoi segreti e nulla trapela al di fuori delle mura di casa. E’ un’omertà che nasce dalla vergogna, alla quale sono costretti non solo i bambini maltrattati, ma persino gli adolescenti ribelli, che detestano i genitori, ma non fanno trapelare al di fuori i problemi familiari.
I panni sporchi si lavano in famiglia.
Chi si accosta al libro, leggendo sulla IV di copertina “la violenza dei genitori”, può pensare alla madre assassina o al padre pedofilo, ai mostri. Non viene in mente la violenza quotidiana fisica e psicologica dei genitori.
Quella è considerata legittima!
Abitare la menzogna non tratta di mostri - anche se è tra questi testi che è catalogato, in libreria o su internet - racconta solo un orrore quotidiano.
Il genitore ha il dominio assoluto sul suo bambino inerme.
Tranquillamente, impunemente, può mortificarlo, umiliarlo, insultarlo, picchiarlo, svalutarlo sistematicamente, ricattarlo, così come disprezzarlo, prevaricarlo, deriderlo, perseguitarlo, oppure manipolarlo con dinamiche perverse.
Sono comportamenti frequenti che passano inosservati persino nelle “migliori famiglie” e vengono considerati un giusto modo di tirar su un bambino. E sono attuati per “non dargliela vinta”, rivelando anche nella scelta delle parole, la motivazione profonda del genitore: il gioco di potere.
Nel mondo animale il potere è relegato al controllo del territorio, alla dominanza sessuale, mai al rapporto con i cuccioli. La madre animale li difende anche a costo della propria vita, ma appena diventano autonomi, li lascia andare senza pretendere nulla in cambio.
Nella famiglia umana il figlio è l’estensione del genitore: anche quando divenuto adulto, non deve risarcirlo prendendosi materialmente cura di lui, è comunque obbligato a dargli soddisfazione con il proprio successo professionale.
Come se la vita non gli appartenesse.
Talvolta il genitore pretende riconoscenza dal figlio non solo per averlo allevato e curato, ma anche per averlo messo al mondo. Proprio come se fosse un dio, pretende di aver elargito il dono della vita. E poiché la vita ha un valore inestimabile, il prezzo che il figlio dovrà pagare sarà immenso e qualunque cosa faccia, non riuscirà mai a colmare l’enorme debito.
E’ una retorica antica quanto l’uomo, quella della vita come dono, dell’amore incondizionato dei genitori, dei loro sacrifici, dell’infanzia come periodo felice e del debito di eterna riconoscenza dei figli.
E’ una perversa ideologia: il bambino perseguitato viene convinto dai genitori di meritare le punizioni perché realmente “cattivo” e ogni violenza fisica o psicologica gli viene somministrata “per il suo bene” e spacciata “per amore”.
E questa “ideologia del disamore” capovolge la realtà: è al figlio maltrattato divenuto problematico perché fatto oggetto di violenza sistematica, che viene attribuita tutta l’infelicità personale, familiare e di coppia.
La rabbia del genitore che ha radici altrove, sfocia sul bambino.
Attraverso il maltrattamento, la famiglia scarica su di lui tutte le tensioni, mantenendo coesione tra i coniugi e assicurando continuità a tutto il nucleo.
E’ un vero e proprio sacrificio umano.
E che succede ad un bambino sopraffatto, ed in seguito ad un adolescente represso?
Che tipo di immagine di sé ne ricava?
E che fine fa la sua rabbia?
Nel mondo delle emozioni, vale la legge di Lavoisier, “Nulla si crea, nulla si distrugge”.
Quella rabbia e quella violenza non scompaiono.
Non stupiamoci se da sempre c’è tanta violenza nel mondo.
Gli iniziatori sono stati i genitori.
Le ricerche mostrano che nei Paesi in cui è stata bandita la violenza domestica, c’è maggior rispetto familiare e sociale, mentre nelle zone della Terra dove l’educazione è rimasta tradizionale e patriarcale, cioè prepotente e tirannica, ci sono focolai di violenza e terrorismo.
Antonella Lia
Antonella
 
Messaggi: 7
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 19:48
Figli: 1983

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda FranTam » mercoledì 24 settembre 2014, 8:30

Grazie.
FranTam
 
Messaggi: 116
Iscritto il: venerdì 14 febbraio 2014, 14:27
Figli: F1 2012

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Effi B. » mercoledì 24 settembre 2014, 17:40

Sì, grazie Antonella di questo piccolo assaggio così intenso! Mi spiace tanto di essere così lontana: mi sarebbe piaciuto molto poter partecipare a una presentazione del tuo libro. Mi piacerebbe molto se qualcuno di Ntis fosse a portata d'incontro.
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7756
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Emy » giovedì 25 settembre 2014, 6:24

Grazie...se richiesta per promuovere il libro ti sposti anche in altre città Antonella :-) ?
Emy
*‿*
 
Messaggi: 1661
Iscritto il: sabato 6 dicembre 2008, 2:02
Figli: S 2000 G 2002 D2004

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Antonella » giovedì 25 settembre 2014, 14:13

Cara Emy, vengo volentieri in un'altra città: farei qualunque cosa per non far morire il messaggio di "Abitare la menzogna".
Antonella
 
Messaggi: 7
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 19:48
Figli: 1983

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda enza.i » martedì 30 settembre 2014, 9:55

Peccato averlo letto troppo tardi :sob: :sob: :sob: ci sarei andata volentieri.
Avatar utente
enza.i
 
Messaggi: 208
Iscritto il: giovedì 22 novembre 2012, 16:43
Figli: 1 2012 + 1 in arrivo

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Antonella » martedì 30 settembre 2014, 16:48

Per chi è a Napoli e dintorni, venerdì 10 ottobre ore 10.00 presso la Regione Campania (Sala Schermo della sede del Consiglio Regionale, Centro Direzionale Isola F/13 - 1° piano) sarà presentato il libro:

Antonella Lia, ABITARE LA MENZOGNA, Stampa Alternativa.

Interverranno:
Angela Cortese, Presidente della Commissione Anticamorra
Cesare Romano, Garante Regionale dell’Infanzia e dell’Adolescenza
Antonella Bozzaotra, Presidente dell’Ordine degli Psicologi
Armida Filippelli, Dirigente Scolastico
Antonella
 
Messaggi: 7
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 19:48
Figli: 1983

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Effi B. » giovedì 2 ottobre 2014, 8:30

Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7756
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Antonella » domenica 12 ottobre 2014, 19:33

Ecco un'intervista fatta durante la presentazione di "Abitare la menzogna" (Stampa Alternativa), da parte del garante dell'infanzia: http://videodomani.com/napoli-abitare-l ... -11-10-14/.
L'evento è avvenuto l'indomani di un grave fatto di cronaca: la violenza subita a Napoli da un minore presso un autolavaggio.
Allegati
LIA-A_abitare.jpg
LIA-A_abitare.jpg (6.86 KiB) Osservato 17500 volte
Antonella
 
Messaggi: 7
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 19:48
Figli: 1983

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda vitorunner » lunedì 13 ottobre 2014, 6:16

Grazie per la segnalazione Antonella.
Vito
vitorunner
NTIS
 
Messaggi: 1917
Iscritto il: giovedì 26 giugno 2008, 10:50

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Antonella » mercoledì 15 ottobre 2014, 18:10

Chi volesse ascoltare un'intervista rilasciata a me come autrice sui temi di "ABITARE LA MENZOGNA" (l'abuso sui minori), può cliccare sul link: https://soundcloud.com/antonella-lia/an ... ore-napoli.
L'amore dei genitori non è in discussione, quello che troppo spesso è carente è il RISPETTO per i figli. Chi non rispetta i figli non ha rispetto per se stesso.
Allegati
copertina avanti-retro piccinina.jpg
copertina avanti-retro piccinina.jpg (10.12 KiB) Osservato 17388 volte
Antonella
 
Messaggi: 7
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 19:48
Figli: 1983

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda migini » mercoledì 15 ottobre 2014, 18:15

Ho appena saputo che il mio ordine su ibs (che lo comprendeva) è partito. Non vedo l'ora di leggerlo!
migini
 
Messaggi: 334
Iscritto il: domenica 20 maggio 2012, 14:21
Figli: N agosto 2010

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Antonella » giovedì 16 ottobre 2014, 0:01

Mi raccomando Migini, fammi sapere che ne pensi
Antonella
 
Messaggi: 7
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 19:48
Figli: 1983

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda migini » venerdì 12 dicembre 2014, 7:16

Complimenti!
Trovo che sia un libro molto efficace, fa il punto su quanto è stato scritto finora (ho apprezzato la ricchissima bibliografia!) su questo argomento purtroppo misconosciuto. Andando oltre. però, poiché hai saputo prendere in considerazione le molte facce della violenza familiare, partendo da molto lontano (da un lato una società che ha relegato la donna a un ruolo marginale e sottomesso, dall'altro il bambino della notte di cui non si prende mai abbastanza coscienza) per arrivare, dopo un'analisi rigorosa, alla speranza che pervade la conclusione. Speranza che a me a volte sembra ancora troppo fragile, vista la cecità che vela ancora gli occhi anche degli addetti ai lavori. Basti vedere le analisi che si sprecano sugli ultimi tristi avvenimenti...
migini
 
Messaggi: 334
Iscritto il: domenica 20 maggio 2012, 14:21
Figli: N agosto 2010

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda Antonella » domenica 14 dicembre 2014, 5:28

Grazie migini della critica lusinghiera. "Abitare la menzogna" propone una genitorialità consapevole basata sul dialogo, l'amore testimoniato ed il rispetto reciproco. Spero che il messaggio del libro possa arrivare ai futuri genitori per spezzare la catena malefica di pedagogia nera che imperversa anche oggi. A presto
Antonella
 
Messaggi: 7
Iscritto il: martedì 23 settembre 2014, 19:48
Figli: 1983

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda katerpillar » domenica 14 dicembre 2014, 12:18

Migini mi ha fatto aumentare ancora di più la curiosità. Potrebbe essere una bellissima lettura per i genitori dei compagni di mio figlio : Love :
Avatar utente
katerpillar
*‿*
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 12:04
Figli: Uno (Ago2007)

Re: Incontro con Antonella Lia

Messaggioda lucy » sabato 20 dicembre 2014, 16:14

Grazie Antonella : Love :
lucy
 
Messaggi: 38
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 11:34
Figli: samu 1996 fede1999


Torna a Segnalazioni e iniziative

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron