Non togliermi il sorriso
https://nontogliermiilsorriso.org/forum/

Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?
https://nontogliermiilsorriso.org/forum/viewtopic.php?f=13&t=5435
Pagina 1 di 1
Autore:  esmeralda [ lunedì 12 marzo 2018, 18:29 ]
Oggetto del messaggio:  Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

Post ispirato alle feste di compleanno
Con "genitore pessimo" non intendo tanto pessimi allo stato puro, ma genitori che fanno le cose molto diversamente da noi.
Io sono abbastanza possibilista , non sono neppure tanto convinta di essere ottima io stessa.
Per quanto riguarda l'attualità, cioè bambini sui 10/11 Ammetto che faccio un po' fatica a relazionarmi per più di un paio di ore con i seguenti tipi di genitori:
con quelli che hanno figli un po' troppo "selvaggi" e che non li riprendono/bloccano neppure di fronte a conclamata maleducazione e turpiloquio. Belli sereni, indifferenti o magari pure compiaciuti a fronte di ogni manifestazione "spontanea" del pargolo.
Faccio fatica con quelli che fanno tutto al posto dei figli come se fossero degli incapaci totali (e spesso lo sono : Sad : )
Faccio fatica con i seguenti estremi:
1) quelli troppo fissati con l'alimentazione sana-vegana-biologica ecc ecc./ quelli che mangiano in modo demenziale
2) quelli troppo contro /troppo permissivi con telefonini tablet TV computer ecc ecc.

Principalmente trovo pesanti gli ansiosi, ma capisco che l'ansia sia uno strano demone e me ne faccio una ragione.

Per un paio di orette sopporto praticamente chiunque non ecceda i limiti del codice penale.

Avendo figli grandi non sei più tanto obbligato a sorbirti gli adulti, anche se io lo faccio volentieri, perchè ci piace condividere con altre famiglie momenti di divertimento. Quando capitano convivenze un po' più lunghe,
mi rendo conto che ogni famiglia risulta un po' "strana" per le altre, ma la trovo una cosa costruttiva e mi piace che i miei figli vedano che il nostro non è l'unico possibile modo di vivere. Parliamo molto di questo quando tornano dai vari sleep over o week end con gli amici.

Una cosa è certa però: nello scegliermi i miei personali amici noto che non conta più di tanto che tipo di genitori siano. A dire il vero ho un paio di veri amici che sono genitori abbastanza deplorevoli. Ma hanno altre qualità e gli voglio bene
Autore:  esmeralda [ martedì 13 marzo 2018, 11:35 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

In una vacanza con convivenza di 20 gg. questa estate mi sono divertita a segnare tutti i "punti" che ci dividevano da una coppia di cari amici+2figli con cui andiamo molto d'accordo (tuttora) .

In casa loro era "peccato grave": lasciare cibo nel piatto. Avere orari di rientro elastici. Non dire esattamente dove si è. Andare a letto troppo tardi. Guardare le sit-com americane per ragazzini. "Rispondere".

In casa nostra è grave: Non svolgere i piccoli doveri di cui si è incaricati. Strillare in modo da poter disturbare altri. Svegliarsi tardi. Non fare una 15/ 20ina di minuti di compiti al giorno quando vuoi tu e senza che ti venga chiesto/imposto. Lasciare tutto in disordine/non avere cura di cose&casa.

E' stata una vacanza divertente e formativa. Le diversità non hanno pesato più di tanto e ogni tanto ci siamo pure presi reciprocamente in giro nel nostro ruolo di educatori inflessibili dopotutto sono tutte cose così... : Smile :
Autore:  Luthien [ martedì 13 marzo 2018, 12:21 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

Intervengo anch'io un pochino in questa discussione: a me non dà fastidio particolarmente frequentare genitori molto diversi da me, anche se devo dire che genitori che praticano proprio pedagogia nera non li ho mai trovati...
Mi danno fastidio i genitori che si vede che esagerano proprio perché osservati da altri, a volte peggiorando le cose (parlo ad esempio di litigi tra bambini di 2-3 anni), ma vabbè... a volte lo fa anche mio marito, inconsciamente, e infatti glielo faccio notare. A volte capita anche a me, quindi capisco...
Una cosa che mi mette proprio a disagio è quando gli altri genitori giudicano le mie scelte. Ad esempio: "dovevi abituarla a stare a tavola fino all'ultimo boccone, io ho abituato così la mia, stando legata al seggiolone non poteva scendere e anche se protestava un pochino insistevo perché finisse la pappa" il tutto detto mentre mia figlia, neanche due anni, se ne scendeva con ancora pasta nel piatto per andare a giocare... e poi magari tornava, risaliva, voleva altri bocconi, e poi via a giocare... insomma, faceva un po' di casino... Mi sento giudicata, ma perché sono insicura io... e poi torno a casa un po' col magone... probabilmente è un limite mio, perché invece magari il confronto a volte può essere costruttivo!
Autore:  esmeralda [ martedì 13 marzo 2018, 12:40 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

Si vabbè, il confronto è costruttivo ma la maleducazione mica tanto.... "giudicare le scelte" ci sta.. è inevitabile, ma mettersi a fare una lezioncina suila pappa lì sul posto è proprio una cosa maleducata. Altro che alzarsi dal seggiolone!! :lol:

Io penso che finchè sono piccoli anche le "intemperanze" dei nostri pargoletti rientrano in una categoria un po' più fluida... quando sono già più grandini e succede che si comportano in modo da venir ripresi pubblicamente con susseguente lezioncina sui metodi educativi... ehhhh... lì va un po' peggio...
Autore:  rospina [ martedì 13 marzo 2018, 14:45 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

Io le amicizie non le scelgo certo in base a come educano i figli. Una delle mie più care amiche è diventata tale perché i nostri figli coetanei si sono sempre trovati bene insieme, ma lei è lontana anni luce dalla disciplina dolce, solo che per fortuna, abbiamo tanto altro in comune e tanti altri argomenti oltre i figli. E quando si prla di figli,io riesco a tirarmene fuori...ci ho anche provato a far vedere il mio punto di vista, ma vedendo che non c'era trippa per gatti, ho lasciato perdere e ora mi faccio scivolare addosso le sue uscite. Questione di carattere penso.
Per quanto riguarda gli incontri con mamme al parco o alle feste, riesco a stare un po' con tutti, a meno che non siano dei maleducati assurdi. A parte che di mio sono poco socievole, ma se capita di parlare, sono poche le cose non sopporto, una su tutte le persone che parlano solo di loro stesse.
Autore:  emme [ mercoledì 14 marzo 2018, 17:40 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

Bel post, mi piace questa riflessione.
Io personalmente da quando mio figlio ha iniziato l'asilo ho apprezzato tantissimo la possibilità che questo mi ha dato di allargare le mie conoscenze e di frequentare persone. Io non ho mai avuto grandi compagnie di amici, il mio compagno oltretutto è uno che "non li conosco, non so cosa dirli, preferisco non frequentarli" e cosi i giri di conoscenze si allargano ben poco. Si forse lo devo ammettere, accompagnarlo ai compleanni era più una scusa per stare in compagnia... ma di questo sono felice. Ho instaurato rapporti di tutti i tipi, più o meno profondi, a volte solo cordiali, altre volte più personali. Certo un'affinità nelle vedute aiuta, almeno quando non ci si conosce...ma poi si va oltre. Noto comunque che questa cosa del 'tipo di genitore' è più tipica del periodo in cui i bambini sono piccoli.... poi c'è altro, e quelle differenze si lasciano li.... e quando conosci genitori di bambini 'grandi' su certi argomenti non entri nemmeno più e non sai se gli fanno vedere la televisione o se li hanno svezzati con aereoplanini vari o con autosvezzamento... e poco importa, comunque.
Quest'anno mio figlio ha iniziato la prima elementare in una classe di 23 bambini in cui conoscevo 2 mamme.... sono diventata molto molto amica di una mamma che non ha allattato, che non ha portato in fascia, ma con cui c'è una sintonia profonda.... e questo mi basta.
Autore:  emme [ giovedì 15 marzo 2018, 9:00 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

**correzione grammaticale**
non mi si modifica il post..... "non li conosco, non so cosa DIRGLI, preferisco non frequentarli".
scusate!!
Autore:  anna18 [ domenica 18 marzo 2018, 9:52 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

Io riesco a frequentare tutti i tipi di mamme...quando sento cose per me molto lontane spiego il mio punto di vista, dicendo che non è giusto o sbagliato, che é il mio, e appunto va bene per me e Stefano, non vuol dire che sia sbagliato.
Mi urta solo un po' il comportamento di alcune che mandano i figli al nido e quasi mi dicono tra le righe che ho tolto qualcosa a mio figlio. Non ho bisogno di arrabbiarmi perché dopo poco vedono che bambino felice, sereno e sicuro è mio figlio, di certo non vive chiuso in casa ma è sempre a contatto con i bimbi tra parco e ludoteca. Inoltre spiego che ho un modo di vedere la pedagogia molto orientato al contatto. Inoltre ho il lusso di poter stare a casa...perché non sfruttarlo?!
Autore:  Effi B. [ mercoledì 21 marzo 2018, 17:32 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

Ormai è difficile che ci siano cose che mi fanno fare davvero fatica, probabilmente anche ho imparato a defilarmi. Per lo più mi mettono voglia di girare al largo gli sparlamenti sulle altre mamme. A volte mi tiene lontana la noia, come è normale non tutti i discorsi possibili mi interessano ;)

Le scelte educative anche diverse quelle mi interessano sempre, ho una natura curiosa e le persone mi piacciono. C'è da dire che ho comparti ben spartiti: vacanze con altre famiglie mai fatte. Ho uno spazio familiare nostro intimo, e poi quello delle amicizie, che o sono solo mie o sono di mamme amiche che possono avere bimbi amici dei miei. Poi ci sono le mamme dei bimbi amici e lì può essere che arrivino nell'insieme precedente o che restino conoscenze legate alla frequenza d quel ciclo. Ho una vita incasinata e la fortuna che le mie amiche sono comprensive, non ci si riesce a vedere molto. Mi piace avere a che fare con persone anche molto diverse da me, mi piace proprio quando ci si vuol bene e la si pensa diversamente, non ci si vuole cambiare, non si sente che la diversità dell'altro è una minaccia, la nostra una pecca. Va bene così.

Quindi, esmeralda, io ti rispondo che genitori "pessimi" si possono frequentare sempre. Di chiunque si tratti direi che è meglio frequentarsi se se ne ha voglia
Autore:  ggg [ martedì 17 aprile 2018, 11:54 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

ciao, ammetto che ho delle difficoltà su questo tema.
In particolare con una coppia di amici con un figlio coetaneo del nostro e con un altro bimbo più piccolo di un anno: il bimbo grande (ma credo lo sarà anche il piccolo) non viene seguito adeguatamente, affidato sempre alle cure di una nonna che a sua volta non è attenta nè affidabile. La madre soffre di depressione e non è in cura, o meglio, l'intera famiglia, per motivi culturali, sottovaluta la sua malattia. Il bimbo non sembra soffrire per ora ma è davvero dura stare zitti davanti ad alcune scene (bambino sporco, in pericolo senza che i genitori lo guardino, punizioni corporali e fisiche che andavano di moda nell'ottocento, con la scusa che "le nonne hanno sempre fatto così"). La cosa più fastidiosa è che questa coppia sbandiera la propria ignoranza educativa facendone un valore, sostenendo che il bambino è libero e cresce così senza oppressioni e ansie genitoriali: ma la verità è che il bambino non viene seguito. Inoltre questa coppia ha intenzione di fare altri figli nonostante la palese difficoltà a seguire i due che ha, con il sovraccarico della nonna che peraltro è una figura culturalmente inadeguata per educarli. E' dura stare in silenzio....
Autore:  esmeralda [ venerdì 20 aprile 2018, 10:44 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

Faccio un po' fatica a mettere insieme le punizioni corporali e la "libertà dalle ansie genitoriali" :?

Detto ciò, si, ci sono genitori che ti fanno venire la voglia di dirgliele 4, ed anche 8 : Andry :
Curiosamente forse mi capita più con i figli grandi che con i figli piccoli di vedere atteggaimenti assurdi ed anche micidiali da parte dei genitori.
Però è davvero davvero molto difficile o quasi impossibile fare concretamente qualcosa.
Non mi piace neppure illudermi che un filo di "buon esempio" possa essere utile: recentissimamente da una madre che aveva sbroccato in modo indecente mi è capitato di sentirmi dire a mo di scusa non richiesta :Ehh tu non puoi capire perchè tua figlia è "buona". :culpa:
Capisci bene che se l'incipit del discorso è questo, si va poco lontano.
E quindi posso concludere che i genitori veramente ma veramente pessimi si, sono un po' faticosi da frequentare quando sono "nell'esercizio delle loro funzioni". Se c'e' un motivo per farlo, bisogna farsi un po' forza.
Autore:  ggg [ venerdì 20 aprile 2018, 11:17 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Si possono frequentare anche i genitori "pessimi"?

concordo.

Infatti questi amici li frequento ma evito di entrare in qualsiasi confronto o tema inerente i bambini.
Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC + 1 ora