Il mio matrimonio è in pericolo

Violenza, manipolazioni, ricatti psicologici, giudizi morali: troppo spesso si ricorre a simili forme di controllo e repressione nell’educazione dei bambini. Discutiamone insieme qui ogni volta che ci sembra di riconoscerle in libri, film, programmi televisivi, nel nostro comportamento o in quello di coloro con cui ci accade di confrontarci.

Il mio matrimonio è in pericolo

Messaggioda atam » sabato 9 aprile 2016, 7:51

Buongiorno. Sono una mamma di due bimbi, di tre anni e mezzo e sette mesi, sono stata vittima di violenza da parte della mia famiglia di origine fino ai 25 anni, sono stata vittima di molestie sessuali quando avevo 17 anni da parte di un insegnante 40enne. Sono sopravvissuta, ancora non so bene come, ma sono qui. Ho incontrato NTIS quando ero incinta del mio primo, ho letto Miller e Juuls, e ho deciso che nella mia casa non c'è spazio per la violenza e che non c'è giustificazione.
Mio marito non ha mai alzato le mani, fino a ieri. Sfinito dal treenne gli ha mollato uno schiaffo sul viso. Aveva i segni rossi delle dita fino a sera. Io non ci ho visto più. Poteva farmi di tutto ma questo no. Non so che fare. Da un lato so che non è mai stato violento, anche se a volte ha detto che il fatto che io fossi contraria all'uso della violenza a fini educativi era una cosa esagerata e un ceffone una volta tanto non fa male. Dall'altro mi fa paura che sminuisca la cosa dicendo che è stato un momento di debolezza. Che è pentito si vede, ha chiesto scusa al bambino e a me. Ma non so fino a che punto posso fidarmi che non capiti più. Io davvero questa cosa non posso tollerarla. Forse per la mia storia. Avrei preferito scoprire che mi tradiva, forse avrei potuto passare oltre, ma questo non riesco, non posso. La bambina maltrattata che è in me e che ha dovuto attuale le sue strategie di sopravvivenza però si chiede se abbia senso sfasciare il matrimonio perché ha dato uno schiaffo a nostro figlio?
Mi piacerebbe sentire il parere di altre persone, perché sono evidentemente in stato confusionale e non so cosa fare. Grazie.

PS: Subito dopo l'evento la mia attenzione era su mio figlio. Poi, in preda a un attacco di panico inimmaginabile mi sono scagliata contro mio marito. Non so come, sono riuscita a non fargli del male. Mi sono limitata ad attaccarlo verbalmente, gli ho detto cose terribili. I bambini si sono spaventati, tanto che il grande si è scagliato in difesa del padre. Questa cosa mi ha fatto molto male, perchè ho visto con i miei occhi quanto un figlio riesca a mettere da parte il proprio dolore per "collaborare" con le sue figure di riferimento.
Alessandra
atam
 
Messaggi: 10
Iscritto il: venerdì 10 agosto 2012, 10:37
Figli: Leonardo 9/11/12
Viola 4/09/15

Re: Il mio matrimonio è in pericolo

Messaggioda Emy » sabato 9 aprile 2016, 10:30

La risposta alla tua domanda secondo me è no.
La bambina ferita e dilaniata nell anima che hai dentro , ora è probabilmente molto impaurita , hai bisogno di un po di tempo,
Non lasciare che il tuo passato distrugga ancora una volta i tuoi affetti
Tuo marito involontariamente ha scoperchiato qualcosa che avete bisogno di approfondire, e tuo marito può essere un valido alleato e non un nemico.
Di fatto la tua risposta non può essere classificata migliore come esempio per i figli.
Sicuramente c'è da affermare che picchiare è cosa da non fare , ma questo non può essere più importante del vedere le persone che hai davanti.
Sei rimasta probabilmente delusa , e come tutte le delusioni hai bisogno del lutto per il marito che pensavi di avere e che non hai, ma questo non vuol dire che non puoi scoprire che il marito umano che hai di fronte non possa essere anche meglio.
ti abbraccio tanto e datti un po di tempo per assorbire ciò che è successo.
Abbracciati, accettati nello sfogo che hai avuto, raccogli elementi che ti possano aiutare per ascoltare il tuo dolore e per evitare nel futuro che tu e tuo marito finiate di nuovo in situazioni simili , o che almeno vi aiutino ad approcciare in modo diverso la cosa.
Emy
*‿*
 
Messaggi: 1661
Iscritto il: sabato 6 dicembre 2008, 2:02
Figli: S 2000 G 2002 D2004

Re: Il mio matrimonio è in pericolo

Messaggioda atam » sabato 9 aprile 2016, 11:16

Grazie Emy. Le tue parole sono state di grande conforto. =)
Ho iniziato un percorso di psicoterapia. Ho fiducia che un giorno il mio passato possa diventare un mio alleato piuttosto che un baratro buio e pauroso.
Grazie ancora.
Alessandra
atam
 
Messaggi: 10
Iscritto il: venerdì 10 agosto 2012, 10:37
Figli: Leonardo 9/11/12
Viola 4/09/15

Re: Il mio matrimonio è in pericolo

Messaggioda PATRIZIO LAMPARIELLO » domenica 10 aprile 2016, 9:27

Ciao e benvenuta.
Anche secondo me non credo affatto sia il caso di sfasciare quanto, sin qui, hai costruito con tuo marito. Un legame che a quanto pare tu hai voluto che poggiasse su un assunto condivisibile: che non si ripetesse mai piu' l'orrore che tu stessa sei stata costretta a vivere. Fino a quando tuo marito "esasperato" dal piccolo non gli ha mollato un violento ceffone. Da qui puoi comprendere che, nonstante tutte le buone intenzioni, anche per tuo marito l'infanzia non deve essere stata tutta 'rose e fiori'. D'altra parte e' altrettanto innegabile che quell'episodio ha attivato in te schemi pregressi di maltrattamento e di rabbia dissociata che e' apparsa inopinatamente con la violenta aggressione verbale a tuo marito. Ora e'auspicabile che non volino mai ceffoni in casa, ma visto che e' successo la cosa importante e' parlarne con i bambini, chiedere loro scusa affinche' il rapporto ritorni alla precedente sintonizzazione affettiva. Anche se "l' esasperazione" di tuo marito mi fa pensare che un rapporto ben sincronizzato non è lo fosse neanche in precedenza. Perchè se tuo marito si è sentito esasperato dal bambino deve esserci stata una 'perdita di sintonizzazione' al punto che le richieste di attenzione del bambino venivano 'interpretate' come 'capricci' insopportabili. Al bambino il ceffone fa male, ma gli farebbe ancora piu' male non poterne parlare in un clima di validazione e condivisione dei suoi sentimenti. Il mio personale consiglio è che entrambi- tu e tuo marito- possiate crescere in consapevolezza. Perchè individuare e accettare le parti scisse del Sè ci consente di imparare un po' alla volta a modularle e regolarle per venire sempre meno sopraffatti da improvvisi 'scoppi' di collera. E i vostri bambini in questo percorso sono un'ottima fonte da cui apprendere a essere veri e reali. Perciò futuri problemi relazionali siano per entrambi occasione di credcita di consapevolezza s di conocenza della propria storia personale.
un bacio ai bambini : Love : e a tutti un :abbraccione
"Non cercate i nostri corpi nella terra.Cercateli nel cuore degli uomini"
-Jalaludin Rami-
Avatar utente
PATRIZIO LAMPARIELLO
*‿*
 
Messaggi: 429
Iscritto il: giovedì 11 dicembre 2008, 22:02
Località: NAPOLI
Figli: ALESSIA '96
ILARIA 2000

Re: Il mio matrimonio è in pericolo

Messaggioda francesca78 » domenica 10 aprile 2016, 11:20

Ciao :-)
Io sono d'accordo con Emy, e penso una cosa, non credo che per forza questo episodio rappresenti un disequilibrio di tutto il vostro rapporto. Penso possa parlare di voi, ma penso anche che bisogna capire il contesto in cui é avvenuto per capire le fragilità del vostro rapporto e di voi stessi. Ma penso anche che oltre a queste fragilità ci sono sicuramente anche molte risorse e penso sia importante di non dimenticarle queste risorse, le risorse che hanno consentito a tuo marito di scusarsi con il tuo bimbo e con te.
Un abbraccio :abbraccione
francesca78
*‿*
 
Messaggi: 2129
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2009, 16:11
Figli: due figli

Re: Il mio matrimonio è in pericolo

Messaggioda mdm » domenica 10 aprile 2016, 19:33

No. Non se dao questo episodio nasce la possibilità di parlare a fondo con tuo marito. Di accettare la sua debolezza e il suo sbaglio. Che non deve ripetersi, ovvio, ma che può aiutarvi a crescere insieme.

Inviato dal mio GT-S6310N utilizzando Tapatalk
mdm
 
Messaggi: 182
Iscritto il: giovedì 25 agosto 2011, 10:11
Figli: f12001
m22005

Re: Il mio matrimonio è in pericolo

Messaggioda birnek » giovedì 20 ottobre 2016, 22:27

atam ha scritto: Ho fiducia che un giorno il mio passato possa diventare un mio alleato piuttosto che un baratro buio e pauroso.

Ciao Alessandra. Spero che le cose vadano bene.
Questa frase mi piace molto. Anche io penso che il passato non deve essere una minaccia al nostro presente.
Quando qualcuno utilizza violenza, significa che ha perso il controllo del proprio equilibrio. I ricordi negativi del passato a volte prendono il sopravvento e soltanto facendo pace con questi ricordi, possiamo vivere bene nel presente.
Avatar utente
birnek
 
Messaggi: 6
Iscritto il: martedì 18 ottobre 2016, 14:45
Figli: F1 2012, F2 2015

Re: Il mio matrimonio è in pericolo

Messaggioda Mirco » venerdì 21 ottobre 2016, 17:12

Ciao atam, cercherò di non darti consigli sul come agire perché ho dovuto imparare su me stesso che non servono a nulla :D comunque quello che mi viene da dirti è che per poter continuare è necessario comprendere cos'è accaduto, altrimenti si resta con la paura che ricapiti e che riaccada di nuovo qualcosa su cui né tu né tuo marito avete controllo. In poche parole se non comprendete non potete evitare che ricapiti e se non potete evitare che ricapiti la paura potrebbe giocarvi dei brutti scherzi. Credo che tutto dipenda da che progetti avete per il futuro. Non sarebbe corretto darti ricette. In bocca al lupo!
Mirco
 
Messaggi: 35
Iscritto il: domenica 16 agosto 2015, 20:07
Figli: no


Torna a Pedagogia nera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti