Brutta scenata stamattina

Violenza, manipolazioni, ricatti psicologici, giudizi morali: troppo spesso si ricorre a simili forme di controllo e repressione nell’educazione dei bambini. Discutiamone insieme qui ogni volta che ci sembra di riconoscerle in libri, film, programmi televisivi, nel nostro comportamento o in quello di coloro con cui ci accade di confrontarci.

Brutta scenata stamattina

Messaggioda Mela2015 » mercoledì 10 giugno 2015, 12:45

Sono nuova, e poco pratica, di questo forum, ma sento un grande bisogno di sfogarmi e condividere con qualcuno quello che ho dentro, e provo a farlo qui.
Ho due bimbe, una del 2011 e una del 2014; con loro per la maggior parte del tempo sono -o cerco di essere- gentile, empatica, collaborativa e educativa. Sicuramente farò qualche errore ma non ho mai alzato le mani su nessuna delle due. Anche se, lo ammetto, con la grande ogni tanto la voglia di darle uno scapaccione è stata molta..... mi sono sempre trattenuta anche perchè ricordo bene io stessa la delusione e la sensazione di vergogna e di disperazione per essere colpita proprio da chi ti ama di più, che provavo da bimba quando (rare volte, credo) venivo sculacciata. Però ogni tanto perdo il controllo, alzo la voce e dico a mia figlia cose brutte. Mi sento molto in colpa. Stamattina scena tipica. Sveglio la mia bimba con carezze e baci come tutti i giorni, la lascio un po' nel letto fino a che non la convinco ad alzatsi. E cominciano le scene. Piange e si arrabbia perchè piove. Si arrabbia perchè i leggins le danno fastidio. Si arrabbia perchè le maniche della maglietta non vanno bene. Si arrabbia perchè i leggins non le coprono abbastanza le gambe. Finalmente e faticosamente siamo pronte per uscire. Lavati la faccia. No. Prendi la pezza e fai con quella. ok. Vuoi la felpa? sì. Allora prendine una in camera tua. No. Non la voglio la felpaaaaaa! OK, allora non prenderla. No la prendo ma la porti tu. No amore, se vuoi la felpa la porti tu. No io non posso portare la felpa!!! nooooo!!! Amore apri l'imbrello che piove. NO non piove. (chiude l'ombrello). Ma mamma mi sto bagnandoooo!!! mamma aspetta!!!!

Io ad un certo punto NON CI HO VISTO PIÙ. Premetto che sto passando un periodo difficile per altre questioni famigliari (una parente che non sta per nulla, per nulla bene) e sicuramente gli sviluppi di questa vicenda, appena saputi, mi hanno destabilizzata parecchio. Comunque. Sono salita in auto (messo sul seggiolino e allacciato la figlia piccola) e ho fatto finta di partire. Poi mi sono fermata (ovviamente non ho mai avuto intenzione di farlo davvero). La faccio salire e comincio a sgridarla alzando la voce fino ad urlare. BASTA! Sono stufa! non ti va mai bene niente, non sei mai contenta di quello che faccio. Sono stufa di essere trattata male da te! sono stufa di cercare di farti contenta e di essere trattata così! Sei veramente capricciosa!!!! Non fai altro che lamentarti e fare capricci!!!! Stamattina ti sei lamentata per questo, per questo e per quest'altro. Ti sembra normale? È così che ci si comporta? Se continui così allora ti darò io qualcosa di cui lamentarti! Sono veramente stufa!!
Vuoi andare dai nonni? (spesso dice che vorrebbe vivere dai nonni - e io normalmente lo prendo come una cosa positiva - data dall'amore che prova e che riceve per i nonni) VAI!! VAI pure con loro! Mia figlia mi risponde: mamma però non glielo dire ai nonni che faccio così. E io : e certo! perchè se glielo dico non ti vogliono più nemmeno loro!!
Mia figlia: e non dirlo nemmeno alla maestra.... se non non mi vuole più nemmeno lei e io rimango tutta da sola.....

STO MALISSIMO per quanto successo, mi ha portato veramente fuori dai nervi. Ma certe parole non sono giustificate MAI e mi sento malissimo per lei (ancora una volta, mi tornano alla mente le MIE sensazioni quando mia madre mi sgridava, o mi trattava male, e io -sensibile come mia figlia- stavo davvero male). Del resto lei in questo ultimo periodo è una sfida continua e una scontentezza continua (e obbiettivamente non avrebbe motivi per essere scontenta, dato che io e suo padre cerchiamo di accontentarla nelle sue inclinazioni per quanto possibile, e cerchiamo di renderla felice in ogni modo). È molto raro, rarissimo che io sbrocchi in questo modo, le "sgridate" ogni tanto ci sono ma sono controllate e solitamente relative ad un comportamento specifico. (perchè io voglio rispettare lei, ma voglio anche essere rispettata da lei). Non so cosa voglio, forse una parola di aiuto o un suggerimento....

grazie a tutti quelli che avranno letto fin qui.
Mela2015
 
Messaggi: 12
Iscritto il: mercoledì 10 giugno 2015, 12:27
Figli: F1 2011, F2 2014

Re: Brutta scenata stamattina

Messaggioda emme » mercoledì 10 giugno 2015, 14:17

Sono la persona meno indicata a rispondere
Ma volevo dirti che le scene che hai descritto sono identiche a quelle che avvengono in casa mia. Sia mio figlio -stessa annata della tua- che io .
Purtroppo urlo e dico un sacco di cose di cui poi mi pento, ma quando sono nel momento non mi controllo.
A volte spero che lui non capisca bene cosa dico.
Vedrai che presto verrà qualcuno più capace di me ad aiutarti.
Un abbraccio
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Brutta scenata stamattina

Messaggioda rospina » mercoledì 10 giugno 2015, 18:57

ciao Mela e benvenuta!
anch'io non sono adatta a risponderti e le scene che descrivi sono come quelle di casa nostra...magra consolazione, lo so.
Volevo però quotarti qui
Mela2015 ha scritto:Sveglio la mia bimba con carezze e baci come tutti i giorni, la lascio un po' nel letto fino a che non la convinco ad alzatsi. E cominciano le scene. Piange e si arrabbia perchè piove. Si arrabbia perchè i leggins le danno fastidio. Si arrabbia perchè le maniche della maglietta non vanno bene. Si arrabbia perchè i leggins non le coprono abbastanza le gambe. Finalmente e faticosamente siamo pronte per uscire. Lavati la faccia. No. Prendi la pezza e fai con quella. ok. Vuoi la felpa? sì. Allora prendine una in camera tua. No. Non la voglio la felpaaaaaa! OK, allora non prenderla. No la prendo ma la porti tu. No amore, se vuoi la felpa la porti tu. No io non posso portare la felpa!!! nooooo!!! Amore apri l'imbrello che piove. NO non piove. (chiude l'ombrello). Ma mamma mi sto bagnandoooo!!! mamma aspetta!!!!

gemelle separte alla nascita? : Chessygrin : scherzo, ma ti giuro che la mia fa UGUALE!!! ed é pure figlia unica...

per la scenata che hai fatto, vorrei solo dirti che é capitata anche a me e forse capiterà ancora..mille variabili ci portano a sbroccare, i nostri piccoli toccano corde molto sensibili. Sei stata brava a venire a raccontarti però, questo puo' aiutare. Ti vedi molto bene, vedi la bambina che sei stata e tutto cio' é sempre positivo. Non sentirti in colpa e riparti da qui. Nel forum ci sono storie di tante di noi che ti possono aiutare a sentirti meno sola con i tuoi pensieri e le tue emozioni. E se hai voglia continua a stare con noi
:abbraccione
rospina
 
Messaggi: 402
Iscritto il: sabato 3 agosto 2013, 12:37
Figli: C. 2011
T. 2016

Re: Brutta scenata stamattina

Messaggioda Mela2015 » giovedì 11 giugno 2015, 12:35

GRAZIE ragazze, per le parole di incoraggiamento e conforto spese, mi ha fatto un gran bene leggerle ieri :)
scusate se rispondo solo ora, ma sono appunto poco pratica del forum e dall cell mi risultava troppo complicato scrivere. Quindi eccomi qui... che dire, son stata male fino a che non ho rivisto mia figlia e abbiamo finalmente chiarito.
Anche lei ci era chiaramente rimasta male, infatti quando ci siamo viste (ieri era dal nonno che è andato a prenderla all'asilo e poi l'ha riportata a casa) quando mi ha vista è scappata via. Pensavamo fosse entrata in casa (eravamo in giardino) ma non l'abbiamo più trovata... che spavento!! si era nascosta fuori casa. Quando l'ho raggiunta mi ha detto che se n'era andata perchè l'avevamo fatta subito arrabbiare e lei era arrabbiata. Allora le ho chiesto se fosse ancora arrabbiata per la sgridata della mattina e mi ha detto di sì. Le ho detto che anche per me non era facile e anche io non stavo bene, perchè non avevamo fatto pace, e le ho chiesto se le andasse di provare a fare pace. La sua risposta mi ha colpito molto: Sì, ma io sono arrabbiata, e non mi va via..... allora le ho chiesto scusa per aver gridato così, le ho detto che avevo sbagliato ma che anche per me a volte non è facile, perchè cerco sempre di farla contenta e quando vedo che non funziona nulla è molto difficile per me. Ci siamo abbracciate e finalmente il nodo nel mio cuore si è sciolto e anche i suoi occhi sono tornati luminosi. che fatica e che dono avere dei figli. Stamattina, sarà il caso, ma siamo riuscite a far filare tutto liscio senza nemmeno uno scontro. Speriamo di continuare...... un abbraccio grande a voi e GRAZIE per il benvenuto!!!

PS: mi consola sapere che siamo tutte "vittime" degli umori di questi quattrenni.... eheheheheh ;)
Mela2015
 
Messaggi: 12
Iscritto il: mercoledì 10 giugno 2015, 12:27
Figli: F1 2011, F2 2014

Re: Brutta scenata stamattina

Messaggioda Forseungiorno » lunedì 15 giugno 2015, 12:51

Carissima, ciao.

Anche io sono nuova e sono arrivata qui per cercare parole di conforto.

Tu sei già brava che lo scapaccione alla tua bimba non è scappato, mai. Sei molto brava, e lo so...anche le urla fanno davvero male.

Non ho consiglia buoni...sto lavorando ancora molto su me stessa, con successi e piccoli insuccessi come quello dello scorso giovedì...che ho gridato a mio figlio praticamente le tue stesse cose...ma almeno passa presto e riesco poi ad eleborare le parole.

Mi ricordo di tutte le volte che ho fatto finta di lasciarlo a casa mentre uscivo, o di tutte le volte che l'ho minacciato "lo dico alla maestra".

Che senso di colpa massacrante. Sto lavorando molto su di me. La strada è lunga ma i mie piccoli successi mi incoraggiano. Ascoltati tanto, datti tregua. Sei una brava mamma, siamo brave mamme se siamo qui a condividere e a chidere un "pat pat" sulla spalla.

Un abbraccio
Forseungiorno
 
Messaggi: 22
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 12:00
Figli: F1 2009
F2 2014

Re: Brutta scenata stamattina

Messaggioda Mela2015 » venerdì 26 giugno 2015, 13:30

Cara forseungiorno, grazie a te per la risposta!! scusami per il ritardo nel rispondere, vengo da un periodo pienissimo dove non sono riuscita nemmeno ad aprire il forum. Hai ragione, bisogna ascoltarsi e perdonarsi, siamo umane anche noi ed è vero che abbiamo un compito importantissimo (crescere delle persone serene) ma è anche difficilissimo e impegnativo... costellato da piccoli successi e piccoli insuccessi. Spero solo che tirando le somme, quando i nostri figli saranno grandi, ricorderanno soprattutto momenti sereni.

un abbraccio a te!!
Mela2015
 
Messaggi: 12
Iscritto il: mercoledì 10 giugno 2015, 12:27
Figli: F1 2011, F2 2014

Re: Brutta scenata stamattina

Messaggioda Forseungiorno » giovedì 2 luglio 2015, 9:18

E' davvero ciò che auguro per ognuno di noi.
Forseungiorno
 
Messaggi: 22
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 12:00
Figli: F1 2009
F2 2014

Re: Brutta scenata stamattina

Messaggioda Mirco » martedì 18 ottobre 2016, 13:11

Forse arrivo tardi visto che è passato un anno :D ma voglio provare a dare una mano. Mi è rimasta impressa questa frase, che secondo me è la chiave per interpretare il tuo problema:

- BASTA! Sono stufa! non ti va mai bene niente, non sei mai contenta di quello che faccio. Sono stufa di essere trattata male da te! sono stufa di cercare di farti contenta e di essere trattata così! Sei veramente capricciosa!!!! Non fai altro che lamentarti e fare capricci!!!! Stamattina ti sei lamentata per questo, per questo e per quest'altro. Ti sembra normale? È così che ci si comporta? Se continui così allora ti darò io qualcosa di cui lamentarti! Sono veramente stufa!!

Ho pensato alcune cose. Dai un occhio se ti riconosci in una di queste:

1- la bimba percepisce il tuo modo di cercare di controllarti come paura di essere assalita e perciò cerca di provocare la tua reazione per farti cadere la facciata e vedere cosa nascondi

2 - la bimba sta sperimentando l'opposizione a te per testare la propria autonomia e indipendenza. Ha bisogno di un muro che non reagisce e che accoglie le sue scelte e preferenze. Cerca di affermare il suo diritto ad avere dei gusti o semplicemente sentirsi chiedere che cosa le andrebbe di fare, quali cose mangiare, quali scegliere ecc (non so se rendo bene l'idea)

3 - La bimba sa che etichetti i suoi comportamenti come "capricci" e non come bisogni e perciò insiste per avere quello di cui ha bisogno e ripete il comportamento "cattivo" che tu giudichi tale. In altre parole lei ha bisogno di comportarsi così per sentirsi integra e costruire il proprio sé, ma essendo etichettata come "capricciosa" lei cerca di ribellarsi e aumenta i lamenti e le proteste. Direi che quest'ultimo punto mi dà molto da pensare, in relazione a quanto hai scritto

Tieni presente che tua figlia ha sempre degli ottimi motivi per fare ciò che fa, è che a volte noi adulti non li comprendiamo e tendiamo a sgridarli perché un certo comportamento ci sembra sia "male" a prescindere, anche quando attuato da un bambino. Ho fatto dei collegamenti e, tenendo presente che ciò che hai scritto è limitato, ovviamente, provo a darti una mia interpretazione.

Nella sgridata che hai dato a tua figlia hai scritto che l'hai accusata di:

-essere incontentabile (non ti va mai bene niente!)
-portarti allo sfinimento (sono stufa!)
-maltrattante nei tuoi confronti (Sono stufa di essere trattata male da te!)
-non ripagare i tuoi sforzi (sono stufa di cercare di farti contenta e di essere trattata così!)
-essere anormale e comportarsi male per il fatto di lamentarsi e protestare insistentemente (Ti sembra normale? È così che ci si comporta?)
-essere colpevole e passibile di punizione (Se continui così allora ti darò io qualcosa di cui lamentarti!)

Senza presunzione né avanzare ipotesi strampalate posso dirti che a mio giudizio si nota in te una ferita legata in qualche modo all'opporsi, al protestare, al lamentarsi per le proprie sofferenze, insomma, un bisogno di sentirsi ascoltati e compresi, oltre che soddisfatti, mai sanato nel tempo e represso con la scusa del "capriccio". Ho pensato che il modo in cui sono state trattate le tue legittime proteste erano la colpa, la minaccia, il farti sentire in debito. E' molto comune associare il capriccio alla protesta rabbiosa, al lamento, alla sofferenza. Si dà la colpa al bambino di come si comporta perché rievoca in noi la sofferenza che abbiamo represso a sua tempo Questo a me sembra molto probabile ma non voglio azzardarmi a dire altro perché non conoscendoti non posso sporgermi oltre.

Inoltre non ritengo utile (ma non è un dogma, io non ho figli e non voglio pontificare nulla) che tu faccia presente a tua figlia che comunque hai dei problemi anche tu, perché non è nell'età di potersene fare carico. Lei ha solo bisogno, secondo me, non solo che tu ammetta i tuoi sbagli (come hai fatto), ma che poi le si mostri che le cose sono cambiate davvero. Ovviamente a parole è tutto facile ma io non so aiutarti più di così. Una bambina non ha un rapporto alla pari con la mamma e il papà, non può prendersi carico della relazione. Ha inoltre bisogno che si ammetta tutta la verità e non solo una parte. Lo so che è difficile, anche io non ce la farei. E' anche per questo che stento a voler essere padre e probabilmente non lo sarò

Ho pensato che questo potrebbe essere all'origine di un conflitto, se è lo stesso modo in cui tua madre ti ha trattata, come se anche tu fossi stata responsabile per il rapporto che non funzionava con lei. Ho pensato che forse in certi casi tu vedi tua figlia come tua madre, la madre con cui cerchi di far funzionare il rapporto a tutti costi, che cerchi di fare contenta per ricevere amore, che cerchi di non maltrattare e con cui cerchi di sdebitarti e di comportarti "bene". Pensa se hai questo conflitto per cui vedi tua figlia come una "centaura" mezza figlia e mezza madre, chissà che oggi non mi si è fuso il cervello :D!!

Ho cercato di analizzare in maniera critica quello che hai scritto perciò, da tutto quanto l'unica cosa che deduco è che potrebbe aiutarti cercare di non sforzarti di essere una buona madre a tutti i costi. Nessuno è perfetto e quando ai bambini si dice di aver sbagliato sanno che anche i genitori sbagliano e questo potrà evitar loro di prendersi la colpa degli errori dei genitori. Inoltre ho pensato che la tua attuale situazione di vita (che scrivi essere non particolarmente facile) potrebbe aver riattivato la repressione infantile delle proteste e dal momento in cui ti senti impotente nel farti ascoltare e comprendere potresti di conseguenza impedirlo a tua figlia. E' molto bello quello che fai, ma senza errori nessuno imparerebbe mai, perciò: buon apprendimento!
Mirco
 
Messaggi: 35
Iscritto il: domenica 16 agosto 2015, 20:07
Figli: no


Torna a Pedagogia nera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti