Maltrattamenti tra coniugi... Tutto normale?!

Violenza, manipolazioni, ricatti psicologici, giudizi morali: troppo spesso si ricorre a simili forme di controllo e repressione nell’educazione dei bambini. Discutiamone insieme qui ogni volta che ci sembra di riconoscerle in libri, film, programmi televisivi, nel nostro comportamento o in quello di coloro con cui ci accade di confrontarci.

Maltrattamenti tra coniugi... Tutto normale?!

Messaggioda Pico » domenica 20 agosto 2023, 21:51

Buonasera a tutti, stavo pensando di scrivere a un centro antiviolenza o simile, non tanto per un intervento, perché è un contesto nel quale non posso intervenire, quanto per capire se sono io la pazza, o se lo sono gli altri. Poi mi sono ricordata di questo forum, e spero tanto che qualcuno mi dica la sua, perché da due giorni mi sento, appunto, pazza.

Una parente di mio marito (moglie del fratello, 70 anni) viene a trovare mia suocera, mi trovavo lì anche io quel pomeriggio: si parla del più e del meno, improvvisamente la cognata scoppia in lacrime, chiede aiuto " per favore di' qualcosa a tuo fratello, mi insulta continuamente" e da qui parte il sincopato racconto di una serie di situazioni: insulti irripetibili, non può uscire nemmeno sul balcone, se coltiva un piccolo hobby come l'uncinetto o fa volontariato qualche ora sono problemi, e via così. Io sono sotto choc, nelle lacrime di quella donna per me semisconosciuta rivedo mia madre, tutto il dolore e tutte le volte che l'ho vista piangere per causa di mio padre e della sua aggressività, vedo le lacrime che ho pianto io come figlia, i momenti e le giornate di terrore domestico: tutto lì concentrato, lo sento a pelle, ne respiro l'odore, sto male. Velocemente la donna si ricompone, si va avanti come nulla fosse. Io la osservo, l'espressione quando pensa di non essere vista, e ancora riconosco quel dolore antico.

Inizio a pensare, come aiutarla, come sia terribile tutto questo... Ricordo da bambina, non vedevo l'ora che i miei genitori invecchiassero: così mio padre sarebbe stato meno forte e meno pericoloso, nella debolezza forse avrebbero smesso di lottare ... E invece, ecco che anche nella terza età la violenza sopravvive, del resto la cronaca ce lo racconta purtroppo.
Insomma cerco confronto appena possibile con mio marito e mia suocera. È in arrivo un altro choc, ancora più terrificante forse. Quello dei luoghi comuni. Qui di seguito, in ordine sparso, quanto mi è stato risposto:
Uff è cinquanta anni che vanno avanti così(e il prossimo episodio?)
Sono ancora sposati no? Quindi... (Amore litigarello)
Hanno dei figli, ci penseranno loro (delega del dolore)
Lei ha fatto apposta a fare la scena..... C'eri tu e voleva mettersi in mostra(l'attrice napoletana)
Sicuramente anche lei chissà cosa gli dice (il poeta risponde per le rime)
Un anno sono venuti in ferie con noi e ci hanno rovinato le vacanze con le loro discussioni(io in ferie voglio stare tranquillo)
I suoi genitori erano rispettabili, ma lei boh non so perché sia così(buon sangue che mente)
La nostra famiglia non è così noi non facciamo queste cose, mio fratello è impossibile si comporti così(qui il sangue è sincero)
Lei una volta lo ha denunciato per percosse, ma lui ha sempre detto che non l'ha mai toccata, e io gli credo
(Il reo inconfesso, gli insulti sono complimenti)
Lei non ha mai lavorato, dice che lui non voleva... Mah così dicono (la pelandrona che ancora oggi fa la baby Sitter...)
Ah non hai idea lei come reagisce, una volta mi ha fatto un dispetto brutto
Se non le stava bene, poteva andarsene prima
La moglie deve capire cosa desidera il marito e adattarsi, se lui vuole che lei stia più in casa

E qui mi fermo..... Egoismo a tonnellate.... La perla finale? "Invece venendo a noi, mio figlio si comporta bene? Tu fagli una carezza anche quando magari non se la merita...."

Non so cosa fare o dire. Allibita ho balbettato qualcosa in risposta, ma alla fine ho capitolato, li ho lasciati parlare, ma nella mia testa no, nella mia testa sono convinta di avere ragione, e a questo punto mi sento anche così incompresa che vorrei fuggire io stessa.
Pico
 
Messaggi: 56
Iscritto il: martedì 3 novembre 2015, 11:46
Figli: novembre 2012

Torna a Pedagogia nera

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti