non puoi andare lì! come fare se si impunta?

non puoi andare lì! come fare se si impunta?

Messaggioda Ensi » mercoledì 29 agosto 2018, 18:28

Buonasera a tutti,
vi vorrei chiedere un consiglio su una situazione pratica che in questi giorni ricorre e di fronte alla quale non so bene come comportarmi e se sto facendo la cosa giusta.
Durante queste vacanze spesso passiamo tempo con nostro figlio D in campagna dai miei suoceri. D ci sta volentieri, specialmente all'esterno dove c'è tanto spazio per giocare. A poche decine di metri da casa dei miei suoceri c'è la casa di una coppia di amici molto cari dei miei suoceri, tra le due case non c'è un muro, semplicemente un vignale da attraversare. D, col suo animo da esploratore, non si accontenta di giocare nello spazio di casa dei nonni, ma spesso e volentieri fa incursioni nello spazio di casa degli "zii", sempre sotto la nostra supervisione. Questo non comporta nessun grosso problema perchè loro sono persone veramente alla mano e non gli da fastidio, anche se ammetto che a volte, quando le incursioni sono frequenti e lunghe, un po' la cosa mi mette in difficoltà perchè comunque invadiamo uno spazio privato e in quel momento limitiamo la loro libertà, anche se in minima parte. Sul retro di questa casa c'è una rampa che porta in un garage chiuso solo da una tenda, non c'è una porta. D in queste vacanze non ha mai provato a scendere questa rampa perchè il nipotino degli zii gli aveva detto che non si poteva fare e lui lo aveva ascoltato. Ieri, in totale buona fede, lo zio (quindi il proprietario del garage) gli ha chiesto se voleva scendere con lui in garage e ha aperto il vaso di Pandora. Da quel momento D si è sentito legittimato a scendere giù e girovagare tra tutta la roba che c'è lì dentro (anche cose potenzialmente pericolose per un bambino di 2 anni e mezzo, tipo attrezzi da lavoro, fil di ferro ecc.). A nulla è valso spiegargli successivamente che non ci poteva andare più.
Stamattina non erano in casa gli zii, ma ciò non ha impedito le incursioni, tanto più che c'era un nuovo fantastico posto da esplorare. A me non sta bene che lui scenda in questo garage e dopo aver provato a dirgli con le buone che non volevo scendesse, mi ci sono messa davanti tipo muro, ferma davanti ai suoi pianti disperati. Dopo un quarto d'ora così sotto il sole gli ho detto "adesso conto fino a tre e al mio tre ti prendo in braccio e ti porto via da qui" e così ho fatto. Ovviamente lui ha protestato molto, piangendo e scalciando, ma l'ho riportato dalla nostra parte di campagna e per fortuna si è distratto con le macchinine e la crisi è rientrata. Ho detto ai miei suoceri di essere fermi come me nel non fare scendere D nel garage e spero che lo facciano, altrimenti la fatica che ho fatto si va a fare benedire.
Quello che chiedo a voi è di aiutarmi ad analizzare il mio comportamento per cercare di capire se secondo voi ho gestito nel modo corretto la situazione. In questi giorni sto "studiando" molto, grazie a questo forum, un nuovo e più positivo approccio alle situazioni di contrasto con D, sia con il linguaggio verbale che non verbale, ma sono ancora totalmente inesperta al riguardo e vado proprio a tentoni.

Però c'è qualcosa che mi da speranza, sempre stamattina dopo aver giocato tanto, arrivato il momento di pranzare, bisognava lavargli mani, faccia, piedi e cambiargli il pannolino. D ultimamente fa molta resistenza a questa cosa e si è steso per terra per manifestare la sua contrarietà alle mie intenzioni. A quel punto ho raccolto un po' le idee e questa è stata (per sommi capi) la nostra conversazione:
Io "cosa c'è che non va?"
D "non voglio lavare le manine"
Io "ma la pappa la vuoi fare?"
D "si"
Io "ma lo sai che per poter fare la pappa bisogna avere le manine e tutto il resto pulito?"
D "si"
Io "cosa serve per pulire le manine?"
D "acqua e sapone"
Io "e come si usano l'acqua e il sapone? Mi fai vedere?"

e così sono riuscita a prenderlo in braccio senza storie, a portarlo in bagno e lavarlo e cambiargli il pannolino, un po' distraendolo tramite il gioco nel momento in cui vedevo che faceva un po' resistenza. Mi sono sentita fiduciosa e rassicurata dopo questa cosa. Non mi aspetto che sia sempre così facile, ma mi sono detta "vedi che se vuoi ci riesci anche tu?"

Aspetto i vostri commenti che finora mi hanno dato tanti spunti su cui riflettere.

Grazie
S
Ensi
 
Messaggi: 35
Iscritto il: martedì 21 agosto 2018, 10:28
Figli: D. 2016

Re: non puoi andare lì! come fare se si impunta?

Messaggioda Emy » lunedì 3 settembre 2018, 21:48

Fantastica! :)

Non c'è molto da dire...per quanto riguarda il garage...ti sei presa giustamente la tua responsabilità...se ci pensi può davvero essere pericoloso, lui li dentro può andarci solo se accompagnato... secondo me deve essere proprio molto chiaro questo.

Tra l'altro a due anni e mezzo...tocca sempre tenerli a vista, per quanto possano sembrare coscienti...ci sono proprio cose che ignorano e non ne hanno esperienza.

Il concetto di spazi altrui, di entrare in casa, non è facile , è qualcosa che cresce piano piano, con la coscienza dei propri spazi...allora possono capire cosa può significare.
Per ora tampona come puoi.

Certamente immagino che lui si arrabbi...ha posti bellissimi da esplorare, e gli viene impedito....
di solito cercavo di condensare in vari momenti la possibilità di andare in posti pericolosi, ovvero quando io potevo essere disponibile
Emy
*‿*
 
Messaggi: 1660
Iscritto il: sabato 6 dicembre 2008, 2:02
Figli: S 2000 G 2002 D2004

Re: non puoi andare lì! come fare se si impunta?

Messaggioda esmeralda » domenica 9 settembre 2018, 17:40

Ciao!
Penso che sei assolutamente sulla strada giusta: distrarre e risolvere senza fare troppo strepito.
Essere decisa quando ci vuole proprio e non mollare la presa pur senza arrabbiarsi.
Io personalmente non li iniziavo neppure i discorsi di spiegazioni tipo "ti devi lavare le manine perchè ecc. ecc" e partivo direttamente con la fase "distrazione". Ma lì ognuna ha il suo stile e ogni bambino ha le sue preferenze.

Un applauso sincero per la faccenda del garage! :clap: :clap: :clap: :clap:
Un bambino innocentemente invadente, un qualcosa che va storto a casa d'altri può incrinare rapporti di vicinato idilliaci.
Hai fatto stra-bene a prenderti la responsabilità di intervenire con decisone.

Certamente tutto ciò costa impegno e anche fatica, ma i risultati si vedono nel tempo eh!
esmeralda
 
Messaggi: 2171
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008


Torna a Primi passi (1-3 anni)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite