Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda anna18 » lunedì 9 aprile 2018, 11:18

Salve amiche care,
Stefano a settembre inizierà a frequentare scuola dell'infanzia comunale. Sono felice perché lui ama stare con gli altri bimbi, ma ho anche tanta tanta paura.
Ho deciso di fargli fare meno ore visto che non lavoro, con uscita subito dopo pranzo (mi hanno detto che il pasto con i bimbi è un bel momento e lui comunque mangia felice quando ci sono amichetti)perché credo che sia giusto che i bimbi non passino tutta la giornata a scuola...
Io però ho paura e mi sento anche poco all altezza, vedo mamme che si informano di maestre e sezioni, ma a me sembra inutile perché forse solo con il rapporto diretto potrò capire come va la giornata a scuola di mio figlio e come si trova (ho sempre qualche scuola privata di riserva nel caso o lo terrò con me).
Forse ho accumulato tensioni in.questi anni perché ho deciso di non mandarlo al nido, tutte a dirmi quanto i figli abbiano imparato e serpeggia il dubbio che io invece lo abbia privato di una possibilità (lo porto al parco e in.ludoteca ogni giorno, ma credo che nei primi anni il rapporto 1:1 sia fondamentale).
Da una parte poi penso che io da bimba non ho fatto nemmeno la materna eppure non ho avuto mai problemi, a scuola andavo bene e mi sono laureata in tempo e con lode e soprattutto non sono legata in tutto a mia madre, le voglio bene ma nn sono mammona.
Insomma che confusione, ho paura di sbagliare sempre con il mio bimbo!
Grazie per aver accolto il mio sfogo!
anna18
 
Messaggi: 35
Iscritto il: martedì 24 ottobre 2017, 10:44
Figli: S. 31-10-2015

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda emme » lunedì 9 aprile 2018, 11:33

Sono di fretta. Ma ci sono tanti post riguardo agli inserimenti, ce n'è uno, quello dell'inserimento 2014, in cui avevamo scritto in tante....
tornerò domani con più calma ;)
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda emme » lunedì 9 aprile 2018, 11:35

ps. la mia seconda ha la stessa età del tuo (29/10/2015) e anche lei inizierà a settembre.
Io, che ero tanto preoccupata quando ha iniziato il primo, non vedo l'ora di tornare dalle nostre adorate maestre. E lei anche: quando ci passiamo davanti, mi dice QUETTO E' L'ASILO DEI GANDI, TA UN PO CI VADO ACCHE IO. E all'open day, a cui siamo andati più per affetto che per esigenza, ha passato tutto il pomeriggio per mano con una delle due maestre che erano del fratellino, a mostrare l'asilo ai genitori :)
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda anna18 » lunedì 9 aprile 2018, 12:39

Grazie emme!!!
Il mio piccolo è del 31 ottobre!
Mi hai molto tranquillizzata, guarda, io dovrei avere anche più fiducia in lui che è un.bimbo meraviglioso e che affronta tutto con coraggio e felicità! Una volta siamo andati a vedere una scuola e si è fiondato in classe e non voleva uscire!
La mia paura è che le insegnanti, le regole, la rigidità possano spegnere quel fuoco, l'entusiasmo, la curiosità, e quel tocco di anarchia che ha eredità da me e suo padre!
anna18
 
Messaggi: 35
Iscritto il: martedì 24 ottobre 2017, 10:44
Figli: S. 31-10-2015

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda emme » martedì 10 aprile 2018, 9:31

Intanto vorrei sfatare qualche mito .... quando dici "ho sempre qualche scuola privata di riserva nel caso" .... beh noi nel nostro povero asilo comunale ci siamo trovati stra bene.... nonostante la struttura fosse meno "in" di qualche altra più moderna... proprio l'altra sera parlavo con i genitori di un'amichetta di mio figlio, che è andata in un altro asilo, modernissimo, luminoso, con parquet e riscaldamento a pavimento.... e raccontandogli degli aneddoti di alcune attività fatte il secondo anno (in cui avevamo partecipato, e molto attivamente, anche noi genitori), mi hanno detto "quello che ci stai raccontando che avete fatto in un anno, noi non lo abbiamo fatto nemmeno in tutti gli anni di entrambe le figlie)... questo per dire che alla fine è tutto relativo...
Io ero stata una di quelle mamme che si erano informate tanto... avevo chiesto praticamente a tutto il quartiere, le maestre della nostra sezione risultavano le più gettonate... ero andata all'open day e avevo parlato con loro... e alla fine ho chiesto che fosse messo in quella sezione. Ora mi dicono che non possono più raccogliere richieste di questo genere (anche se ci spero, ovviamente), ma quella volta fu fatto.... e devo dire che sono soddisfatta perché non ho sbagliato. Si sono creati rapporti bellissimi tra maestre e bambini, ed anche con noi genitori.... infatti ricordo di aver detto loro, al termine dell'ultimo anno... che immaginavo che i bambini si potessero affezionare tanto alle loro maestre, ma che mi sarei affezionata cosi tanto anche io, questo non lo porevo immaginare. Ancora ho impresse le emozioni dell'ultimo giorno, lo splendido biglietto che hanno regalato ai bambini, gli occhi lucidi di noi mamme dei grandi, le maestre che non riuscivano a smettere di abbracciare i loro bambini.... ti dico solo che l'asilo chiudeva alle 16,00.... erano le 17,30 e noi eravamo ancora li a salutare le maestre...
Le regole servono per stare al mondo... se non è l'asilo è la scuola... sarà il lavoro... la fila al supermercato... la squadra di pallavolo....
io non sono una fissata con le regole anzi per carità non è una parola che fa parte del mio vocabolario.... ma crescere è anche questo, stare in 'società' (intesa come un gruppo di persone) e imparare a limitarsi quando si tocca l'altro.... e io non la vedo una cosa cosi negativa.
La mia piccolina ha iniziato il nido a 10 mesi, per necessità e non per scelta. Se non avessi lavorato non l'avrei mandata. Per il suo carattere, per le sue esperienze, devo dire che sono felicissima di aver fatto questa scelta. Ma lei è cresciuta in mezzo ai bambini, agli amichetti del fratello (sempre per la serie che non abbiamo mai saltato le feste di compleanno, lei a 8 mesi si arrampicava sui gonfiabili come un ragnetto con le amichette del fratellino... ) e stare con i bambini per lei è normale... forse a casa con me o con la nonna (...) si sarebbe quasi 'annoiata'. Ma io venivo dall'esperienza (pessima) col primo bimbo, che non l'ho mandato al nido ma l'ho lasciato a mia madre....e non avrei potuto ripeterla. Quindi è stata una necessità, che sicuramente era anche giusta per lei. Ma quando l'anno scorso le chiedevi il nome delle sue maestre, lei ti rispondeva col nome delle maestre del fratello :)
Nel nostro asilo abbiamo sempre partecipato molto anche noi genitori, con letture, coro di natale, attività varie e laboratori. Lei veniva con me ed era la mascotte del gruppo... quindi ormai conosce tutti e non vede l'ora di tornarci. Oggi, dopo tanta insistenza (ci passiamo davanti ogni giorno tornando a casa da scuola) andremo a salutare le maestre e a portare i punti della raccolta del supermercato con cui l'asilo potrà vincere del materiale. L'anno scorso glieli portavamo, e quest'anno mio figlio ha deciso che li avremmo raccolti lo stesso.... considera che siamo andati già altre tre/quattro volte, oltre a un pomeriggio in cui siamo andati tutti insieme i grandi dell'anno scorso, il giorno che siamo andati a portare alle maestre un regalino per Natale, il giorno del compleanno di una delle due, e l'open day.... insomma.... che dici, mio figlio ne sente la mancanza? :-)
Non è stato un inserimento facile... anzi tutt'altro. Ma sapevo che lui stava bene, mi fidavo al 100% delle maestre... e lo portavo con piacere. Il primo anno ha pianto ogni mattina. Ma non potevo fare diversamente, lavorando. Il pomeriggio, però, passandoci davanti in bicicletta, mi diceva felice che quello era IL SUO asilo..... mi raccontava dei SUOI amici.... era una esperienza sua, solo sua. E il secondo anno, che ero a casa in maternità e sarebbe potuto rimanere con me tutte le volte che voleva.... non ha saltato un giorno. Ti dico anche che, pur essendo io a casa.... a un certo punto mi ha chiesto di rimanere fino alle 16,00 ... e se andavo prima, per qualsiasi motivo, mi rispediva a casa.... :d
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda esmeralda » martedì 10 aprile 2018, 11:22

Mi sembra che sia tutto a posto: hai un piano A, un piano B e persino un piano C.
Se ci levi la paura, dovrebbe andare tutto perfetto. :-D
Concordo con Emme che il peso lo fanno le persone più che le strutture.
io non darei neppure troppo peso alle informazioni, agli open day e tantomeno alle opinioni altrui.
A meno che non si tratti di persone che conosco nel profondo e che abbiano figli simili ai miei.
Penso che vada molto a fortuna. Anche fortuna che funzioni bene il cocktail tra maestra, classe, dirigenza, genitori ecc ecc.
Quanto alle regole, se non cadi proprio male-male, non ti credere chissà che. Nulla che un normalissimo bambino che vive in modo mediamente rispettoso non possa digerire senza problemi.
Per noi è andato tutto bene. Mia figlia non era coinvolta emotivamente come il bambino di Emme, però era soddisfatta, non ha mai versato una lacrima ed è sempre andata volentieri.
Se posso dire... forse da dopo il Natale dell'ultimo anno era un po stufa e sarebbe andata volentieri direttamente alle elementari.

Il mio grande si è fatto gli anni della materna su un'isola tropicale dove chiaramente ....non andava alla materna ed è andata bene così. Poi il grande ha iniziato le elementari qui in Italia e la piccola la materna. L'idea di tenerla a casa con me al limite sarebbe stata praticabile, ma io non sono il tipo di mamma che fornisce tutti gli stimoli di cui i bambini hanno bisogno a quell'età. Non sono una valida compagnia per i bambini piccoli sulla distanza di un giorno intero e saremmo state peggio tutte e due. Invece abbiamo apprezzato molto la reciproca compagnia nel tempo che non era a scuola, che era comunque parecchio. Non mi ha mai chiesto "oggi voglio stare con te".
esmeralda
 
Messaggi: 2161
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda anna18 » martedì 10 aprile 2018, 13:45

Grazie ragazze, davvero!
Qui siamo in una grande città, non ti fanno scegliere le maestre, e poi se sono brave bisogna vederlo con i propri occhi!
Vediamo che succede il prossimo anno, anche perché magari non ci sarà il prossimo anno lo stesso personale vista la mobilità di ruoli e graduatorie docenti!
Per le regole io a casa ce le ho, non molte, poche e chiare.
Cmq meno male ci siete voi, a sentire certe mamme mi.viene un'ansia!! Per la preparazione delle maestre sono tranquilla perché mia cognata ha lavorato qui nel comune di Roma e ha detto che il comune spende molto per gli aggiornamenti e il personale è preparato.
Vediamo come va, ho un sacco di paure, ma più relative a me, mi sembra sempre di non fare abbastanza!
anna18
 
Messaggi: 35
Iscritto il: martedì 24 ottobre 2017, 10:44
Figli: S. 31-10-2015

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda emme » martedì 10 aprile 2018, 22:55

Corsi di formazione, sono belle parole e sicuramente importante..... Ma io credo che con i bambini contino il cuore, la passione per quello che si fa. E i bambini lo sentono, credimi più ancora di noi. Quando siamo andati a trovare le maestre prima di Natale, insieme agli altri "grandi" dell'anno scorso, abbiamo portato loro un libro. Erano le 18,00 e loro erano lì per un incontro pomeridiano di programmazione.. dopo una intera giornata di lavoro. Come se fossero le 8 di mattina, si sono buttate sul tappeto, con i bimbi seduti accanto, vicini, sopra... A leggerlo insieme. E' stato un momento bellissimo, ci sentivamo, noi mamme, quasi di troppo....Ecco io ci ho visto l'amore per il loro lavoro, l'affetto sincero per i nostri bambini... che nessun corso di aggiornamento potrà mai dare.
Con questo non ti voglio scoraggiare, l'uno non esclude l'altro
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda anna18 » mercoledì 11 aprile 2018, 8:11

Beh la formazione conta per il lavoro, di base c'è la passione, sicuro, ma formare è importante.
Mi sento meglio io ad essermi informata prima di diventare madre e il fatto di aver letto tanto mi ha evitato tanti sbagli. Sia chiaro, sbaglio e sbaglierò continuamente, ma almeno riconosco le mancanze.
anna18
 
Messaggi: 35
Iscritto il: martedì 24 ottobre 2017, 10:44
Figli: S. 31-10-2015

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda mammapi » mercoledì 11 aprile 2018, 21:07

anna18 ha scritto:io dovrei avere anche più fiducia in lui che è un.bimbo meraviglioso e che affronta tutto con coraggio e felicità!

La fiducia in lui è la chiave di tutto... lo è stata per noi alla scuola d'infanzia! A volte i nostri bimbi hanno risorse che neanche immaginiamo.

Non farti venire dubbi riguardo al fatto di non averlo mandato al nido: la scolarizzazione precoce è una risposta alle esigenze organizzative delle famiglie, non certo ai bisogni dei bimbi, per quanto poi questi ci possano trovare degli aspetti positivi. Ricordo che quando mia figlia aveva circa un anno ho chiesto a una pedagogista se secondo lei era una buona cosa mandare i bimbi al nido, pur avendo la possibilità di tenerli a casa. Mi ha risposto: "Sì, perché finché sono in famiglia, con i genitori o i nonni, sono sempre nel ruolo di figli di / nipoti di... vanno al parco e hanno dietro la nonna che gli dice: vai piano, stai attento, fai scendere prima l'altro bimbo dallo scivolo! Senti quanto è opprimente? Ti rendi conto di che peso rappresenta per loro tutto questo? Invece al nido possono essere loro stessi, liberi tra pari". Io poi ho letto Gabor Maté e Gordon Neufeld e ho capito che non era in nessun modo un "di più" questo ritrovarsi, così presto, tra pari. Quindi ben venga, ora che il tuo bimbo andrà alla scuola d'infanzia, l'orario breve, e ben venga anche il tempo normale alla scuola primaria se sarà praticabile per voi... il tempo speso in famiglia è preziosissimo e speso bene perché getta basi solide di cui hanno bisogno più che di qualunque altra cosa!
mammapi
 
Messaggi: 137
Iscritto il: domenica 20 ottobre 2013, 20:12
Figli: C. 2011

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda anna18 » giovedì 12 aprile 2018, 12:15

Grazie mille per le tue parole, ammetto di essere rompiscatole per alcune cose con Stefano ma generalmente non sono una che lo opprime per paura che si faccia male, anzi, a volte forse sono spericolata pure io, e con i bimbi lo lascio fare, cade?! Si rialza, e che accadrà mai!?
Io conto proprio di fare questo, ossia di tenerlo meno ore possibile a scuola e spero di non trovare insegnanti che massacrano di compiti! Io e mio marito siamo sempre stati bravi studenti, siamo entrambi laureati e appassionati anche di altri argomenti, ma abbiamo sofferto un po' quel tempo passato a fare cose inutili che uccidevano la curiosità, infatti all'università ci siamo trovati meglio perché più liberi!
anna18
 
Messaggi: 35
Iscritto il: martedì 24 ottobre 2017, 10:44
Figli: S. 31-10-2015

Re: Sono in crisi per la scuola dell'infanzia

Messaggioda rospina » venerdì 13 aprile 2018, 19:45

Ciao Anna!
Mi ricordi come stavo io con C. prima di cominciare...la vedevo cosi piccina ed impreparata (e anche io) ad affrontare la "dura" vita di società :sudato: e non ti nego che é stato difficile, non difficilissimo ma difficile per me e per lei.
Ma questo punto é molto soggettivo.
Io non mi sono informata più di tanto, era abbastanza inutile perché al mio paese non c'é ampia scelta: materne comunali non esistono, bisogna spostarsi nei paesi vicini, quindi per forza paritaria del nostro quartiere...ma ne parlavano bene ed in effetti, a parte un paio di aspetti che prorpio non mi andavano giù, é stato un buon asilo, le maestre molto carine, dolci e materne (una di loro ha allattato fino a oltre i 3 anni...ed é stato subito amore con lei).
Anch'io come te ho scelto di non farle fare il pomeriggio, fino a che non me l'ha chiesto lei, dopo Natale e, visto che anch'io il mattino non lavoravo, un giorno alla settimana stava a casa...ecco forse questa non é la scelta più giusta perché non é che il giorno dopo ci andava più volentieri, ma scegliere insieme il giorno "libero" ci faceva affrontare con meno fatiche le mattine precedenti.
Sul nido lo sai anche tu che hai fatto bene così, nonostante quello che possono dire gli altri, é stata una tua scelta, non ti é pesata, anzi sicuramente la rifaresti, passa tutto cosi veloce...vedendo la mia bimba tutto posso pensare tranne che le sia mancata quell'esperienza e dalla mia piccola esperienza ti dirò che ho visto bimbi provenienti dal nido fare la stessa fatica nell'inserimento, perché le strutture sono diverse, le maestre idem, cambiano se non tutti tanti compagni...il cambiamento c'é anche per loro.
Per la seconda sto facendo uguale, niente nido, ma a differnza di emme :-D , io l'anno prossimo sarò messa come te...sarà anche la seconda, anche lei abituata a stare coi bimbi, anche se le esperienze fatte con l'una e con l'altra sono le stesse, ma la vedo così attaccata a me ed io a lei.... che sarà come la prima volta.

:abbraccione
rospina
 
Messaggi: 402
Iscritto il: sabato 3 agosto 2013, 12:37
Figli: C. 2011
T. 2016


Torna a Alla scoperta del mondo (3-6 anni)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti