Lasciare che se la sbrighino da soli?

Lasciare che se la sbrighino da soli?

Messaggioda Crystal » mercoledì 15 marzo 2017, 14:13

Una mia amica dice che bisogna intervenire solo quando la cosa sta rischiando di sfociare in tragedia. Sennò devono trovare da soli le soluzioni. Mia figlia ha 2 anni e 4 mesi, la sua 2 anni e 10 mesi.
Nella fattispecie parlavamo di contese che riguardano il possesso di un oggetto. Io cerco di mediare per evitare il litigio (entrambi i bimbi che pretendono l’oggetto), evitare che uno prevarichi sull’altro… Mi rendo conto che in cuor mio non lo faccio tanto per dare l'esempio di come si possono affrontare queste situazioni, quanto proprio per non veder soffrire uno dei due...

Passiamo a qualche esempio.
A. Aveva un carrellino da spingere, si è fermata vicino a me per dirmi qualcosa, sempre col carrellino, un bimbo di 4anni e mezzo ha afferrato il carrellino dalla parte opposta e ha cominciato a tirare per averlo. Io sapendo che avrebbe vinto lui e non ritenendolo giusto, l’ho trattenuto insieme a mia figlia dalla parte opposta, in modo che lui non potesse strapparglielo. Poi, mentre facevo questa resistenza (non è che lo stavo strappando a lui) gli ho suggerito “Perché non vai a giocare con i tuoi amici più grandi? Lascia il carrello a lei che è piccolina!”. Lui ha mollato la presa ed è andato dai suoi amici.
La mia amica dice che, oltre ad essere stata prepotente con questo bambino (ha usato questo termine perché io ho chiamato prepotenza quella che lei invece chiama contesa: per me, un bimbo che strappa un gioco ad un altro sta usando prepotenza), le ho insegnato che mamma la fa vincere.
Lei dice che l’adulto non deve intervenire sennò il bimbo non imparerà a socializzare e non riuscirà a staccarsi dal genitore. Dice che bisogna lasciare che se la risolvano da soli (non col bimbo di due anni più grande magari, ma tra le nostre due si). Se non lascio che si gestisca da sola non sarà mai pronta. (Probabilmente parla di questo perché lei sa cha io ritengo che A. non sarebbe pronta per l’asilo)
Altro esempio tra le nostre due bimbe, sempre col carrellino. Arriva sua figlia, mette le mani sull’impugnatura cercando di spostare mia figlia. Intervengoio, da un lato accogliendo le proteste di mia figlia (che in questi casi, in effetti, chiede il mio aiuto) e che ha ancora una mano sul carrellino, e dall’altro cercando di spiegare all’altra bimba che ci stava giocando A. e che magari possono spingerlo insieme. Nel mentre (la mia speigazione non sembrava funzionare) interviene la mia amica chiedendo alla sua se vuole un’arancia. Situazione risolta.
La mia amica a questo proposito ha detto che l’ha distratta per evitare che la contesa sfociasse in tragedia ma che appunto non ha dato lei una soluzione. Ritiene che la soluzione se la debbano trovare loro, senza però arrivare alle mani come magari farebbero d'istinto perché verbalizzare è difficile.
Io invece ritengo che sia importante il ruolo di mediatore. Sia per evitare prevaricazioni, sia per dare l’esempio di come si possono risolvere queste situazioni.
Finché li distrai non credo possano imparare delle soluzioni. Cioè nell'immediato, per risolvere, va bene. Ma di sicuro loro non imparano nulla. Non imparano a trovare soluzioni che non siano le mani…
Un bimbo (4,5 anni) spinge un altro (5,5) che ci rimane male e lo spinge a sua volta. Quest’ultimo viene sgridato subito dalla madre che gli urla “vai in un angolo non voglio vederti”.
Ecco, abbiamo lasciato che se la sbrigassero da soli! E il risultato è stato che il bimbo che ha risposto come ha potuto è poi stato sgridato perché la risposta non era quella giusta…
Secondo me tutto questo non ha senso.
Questo è il prodotto di bimbi che passano troppo tempo con altri bimbi senza adulti mediatori… Secondo me

Sono molto sconfortata da questa discussione con la mia amica… Forse perché non sono già io così sicura di fare la cosa giusta e quindi mi coglie il dubbio di sbagliare davvero…

La mia amica dice che si deve mediare solo se arrivano alle mani o c'è il rischio, ma non bisogna invece farlo per difendere il più debole o per prendere le parte di uno dei due...
Crystal
 
Messaggi: 126
Iscritto il: mercoledì 3 febbraio 2016, 13:57
Figli: A. 28/11/2014

Re: Lasciare che se la sbrighino da soli?

Messaggioda esmeralda » mercoledì 15 marzo 2017, 16:05

mah... penso che si possa anche decidere volta per volta. Perchè è necessario agire SEMPRE nello stesso modo?
Le situazioni sono sempre diverse, dopotutto.
Io concordo con la tua amica che una strattonata di giocattoli non sia poi così problematica, ma non vedo il motivo di aspettare sempre e comunque che si arrivi alle botte per intervenire.

Un conto è essere accoglienti, un conto è passare il messaggio che siamo superman.
Si può e si deve essere accoglienti con il bambino che piange sul carrellino "rubato", ma conquistare sempre il carrellino al posto suo ristabilendo ordine e giustizia dall'alto, sinceramente non mi convince per niente.
Rivolgersi alla mamma o al papà è un'ottima, sana e salvifica abitudine, soprattutto quando sono già più grandi come i miei e si trovano di fronte a contese anche problematiche.
Ma non facciamo un buon servizio ai nostri bambini se "mammaaaa!!!" E' la prima e l'unica cosa che gli viene in mente di gridare per risolvere i loro problemi.
Non si insegna a cavarsela da soli semplicemente lasciandoli da soli, ma è molto, enormemente importante che loro per primi si convincano che non hanno sempre e comunque bisogno di noi. Questo costruisce proprio l'ABC dell'autostima.

PS
Le volte che mi è capitato e mi capita di intervenire su qualche contesa, lo faccio sempre e solo rivolta ai miei figli.
E' più forte di me, gli adulti che fanno "la moralina" ai miei figli mi irritano abbastanza. Per fortuna è capitato pochissime volte in passato e nessuna in tempi recenti.
esmeralda
 
Messaggi: 2096
Iscritto il: mercoledì 7 settembre 2011, 11:10
Figli: P 2005 C 2008

Re: Lasciare che se la sbrighino da soli?

Messaggioda Emy » martedì 21 marzo 2017, 8:58

Si, non è necessario che la risposta sia sempre uguale , ad esempio con due bimbe di pari età si può anche distrarsi :-D , diverso è quando ci sono bimbi più grandi, o le cose sono fisicamente sproporzionate.
Quello di cui parli del rimanerci male, devi fare attenzione, perché puoi proteggere tua figlia da questo fino ad un certo punto, e dopo?....tua figlia può rimanerci male, autorizzati ad accettarlo, questo non toglie che tu non possa valutare di volta in volta se la cosa può essere sostenuta, costruttiva o meno.
A volte si può anche intervenire a far prendere coscienza della situazione e poi lasciare che finiscano il lavoro da soli senza dare una soluzione, ma tua figlia ora è troppo piccola e certamente se sei lì ti chiama e forse qualche volta va bene che senta la tua protezione.
Ma è importante non sostituirsi del tutto, non sempre , è sempre meno mano a mano che crescono
Non sappiamo come i nostri figli vivano le situazioni, tenere duro il carrello affermando così la volontà di tenerlo, dare l idea all altro bimbo di andare a giocare con gli altri bimbi... Può essere anche un esempio di come poter far andare le cose in caso di contesa... Perché no? Le forze erano sbilanciate .
Ci puoi essere, ma puoi non essere la protagonista della situazione .
In realtà credo che l unica cosa sbagliata che si può dire é che c'è una unica linea da seguire.
La tua amica , chiedendo se voleva il succo, è comunque intervenuta, comunque non ha dato modo alle due bimbe di confrontarsi....
Perciò probabilmente entrambe fate la stessa cosa in modo diverso, e forse capite che sono ancora troppo piccole le bimbe per gestirsela davvero totalmente da sole
Emy
*‿*
 
Messaggi: 1633
Iscritto il: sabato 6 dicembre 2008, 2:02
Figli: S 2000 G 2002 D2004

Re: Lasciare che se la sbrighino da soli?

Messaggioda Emy » martedì 21 marzo 2017, 9:05

Io parlo anche agli altri bimbi in caso di contesa, chiedo anche a loro come si sentono è che bisogno hanno, non ci vedo nulla di male, serve per capire anche per i miei bimbi che anche gli altri hanno delle intenzioni e dei bisogni e che è dalla comprensione di questo che si può trovare una soluzione è quella la possono trovare loro( dovrei parlare al passato in realtà :-D :) ) certamente ora è da tanto che non serve intervenire, se la cavano da soli
Emy
*‿*
 
Messaggi: 1633
Iscritto il: sabato 6 dicembre 2008, 2:02
Figli: S 2000 G 2002 D2004

Re: Lasciare che se la sbrighino da soli?

Messaggioda anna18 » lunedì 20 novembre 2017, 19:36

Mi inserisco in questo topic.
Il mio bimbo di due significava per fatti suoi, si avvicina un bimbo più grande e gli mostra una pallina, ovviamente non la da a mio figlio, lui la prende male e inizia a piangere, sempre stalkerando il bimbo più grande che continua a mostrare e nascondere la pallina.
Io non intervengo mai nelle contese dei bimbi...mai, giusto se c'è pericolo. Il padre del bimbo guarda tranquillamente il suo cellulare, io cerco di distrarre il mio bimbo, lo porto più lontano ma questo ci segue e continua. Purtroppo mi sono spazientita e ho detto seccata al bambino grande di piantarla, mi sono sentita un po' idiota, ma anche sollevata, mio figlio stava piangendo da15 minuti e questo veniva di continuo a stuzzicato!
Sono stata così pessima?? Sinceramente va bene tutto, stiamo parlando di bimbi, ma era una situazione un po' grottesca!
anna18
 
Messaggi: 13
Iscritto il: martedì 24 ottobre 2017, 10:44
Figli: S. 31-10-2015

Re: Lasciare che se la sbrighino da soli?

Messaggioda Effi B. » mercoledì 22 novembre 2017, 21:20

Anche io il mio bimbo di due anni l'avrei salvato da questa situazione ;) Poi crescono e il gioco del tormento di Tantalo se lo risolvono anche da soli.
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7650
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009


Torna a Primi passi (1-3 anni)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti