CON LA SCUSA DELLA RELIGIONE...MA CI SIAMO ASSUEFATTI?

Scambi di idee sulle letture che ci fanno riflettere. Un'area di confronto in cui discutere degli articoli pubblicati sul sito e degli autori che, in bene o in male, hanno destato il nostro interesse.

CON LA SCUSA DELLA RELIGIONE...MA CI SIAMO ASSUEFATTI?

Messaggioda PATRIZIO LAMPARIELLO » mercoledì 1 novembre 2017, 19:13

Carissime amiche/i,
Questa mattina ho saputo dell' ennesimo folle che, questa volta a New York nei pressi di "Ground zero" (luogo in cui le Twins Towers furono rase al suolo da terroristi islamici di altra matrice), con il suo mezzo si è lanciato tra la gente che aveva la sola "colpa" di passare di là. Ultimamente sono tali e tanti i gesti tertoristici in nome di Allah - ma qui metteteci pure qualsiasi ideologia religiosa o politica - che l' opinione pubblica sembra essersi rassegnata con questo "inevitabile" (?) male del nostro tempo. Nel frattempo, in un' altra parte del mondo, un piccolo despota paranoico, gioca divertitoca fare la guerra, lanciando i suoi missili in mare (per adesso) per aggiornare il suo arsenale atomico per proteggersi da un wventuale attacco americano. Si tratta di quel piccolo tirabno nordcoreano, Kim Jong Un. Qualche anno fa, in Norvegia, un ultranazionalista e neonazista, un certo Alexander Breivik, si sentiva investito del dovere di difendere la sua nazione e l' Europa dall' ondata migratoria che a suo dire metteva in forse i più alti "valori cristiani d' Europa" che lui, a suo modo, voleva difendere. Che cosa ha fatto? Una strage di giovani studenti a Oslo. Una strage in nome di presunti superiori principi cristiani e nazionalisti.
Naturalmente tutyi i capi politici, non ultimo, ul monarca assoluto dello Stato dela Città del Vaticano -lo stato politico più pixcolo e ricco del mondo, si sono affrettati a mostrare "pubblicamente" la loro vicinanza e solidarietà allo stato americano che, da quel makedetto 11 Settembre di circa sedici anni fa, non aveva più visto il suo suolo oggetto di nuovi attacchi terroristici. Si, perché il terrorismo è terrorismo e non ha alcuna giustificazione da qualsiasi parte esso arrivi. Non ci sono giustificazioni di sorta alla violenza. Su questo siano d'accordo e...sono tutti d' accordo i capi di stato e di governo da Trump a Macron da Papa Francesco al nostro Gentiloni, passando per Teresa May. Tutti hanno espresso la condanna per l'atto e la solidarietà alle vittime americane.
Mi domando: fino a quando queata "ipocrita solidarietà" e "buonismo"? In realtà costoro sembrano del tutto ignari o, peggio ancora, incapaci di comprendere le radici profonde di tanta violenza. Essi si limitano a mere speculazioni morali e "buoniste", ma sono del tutto "ciechi" e "sordi" alle cause profonde, eppur evidenti, di tanta distruttività umana. Sembra paradossale, ma dobbiamo prendere atto che l' essere che cistituisce il " non plus ultra" dell' evoluzione biologica, è l' unico ad essere oreda di aggressività intraspecifica. Come mai? Si tratta di grandezze e limiti dell' evoluzione biologica oppure siamo davanti a distorsioni indotte da un' evoluzione culturale che, anziché essere complementare alla sua natura, vi si costituisce in opposizione? E se così, perché? Perché non proviamo a fare un po' di chiarezza di fronte ad un tema di (letteralmente) vitale importanza per noi stessi e l' umanita? Vista anche la "cecità" dei cosiddetti "grandi" della terra che si limitano a ovvie dichiarazioni di "circostanza", incapaci di comprendere le radici di tanto odio che gratuitamente si abbatte sui nostri conspecifici, in primis i bambini? Oppure è proprio vero che tutti siamo condannati all' ingiunzione del silenzio per non smuovere "dolorose memorie" e vari "scheletri nell' armadio" di un passato che è meglio mantenere "fuori dalla porta" anche se poi questo stesso dolore rientra "dalla finestra "? A meno che non vogliamo credere anche noi ad un' innata pulsione aggressiva che lo stesso Freud aveva postulato nel suo (ancora attuale) "Disagio della civiltà" e corroborato in cio' dalla dottrina cristiana del "peccato originale " che inficia il nostro animo e, come i fatti ci dimostrano, non ci sarebbero battesimi che tengano per frenare "la bestia umana" che, latente, alberga nel cuore di ogni uomo, unico tra tutte le specie viventi.
Un saluto a tutti
"Non cercate i nostri corpi nella terra.Cercateli nel cuore degli uomini"
-Jalaludin Rami-
Avatar utente
PATRIZIO LAMPARIELLO
*‿*
 
Messaggi: 428
Iscritto il: giovedì 11 dicembre 2008, 22:02
Località: NAPOLI
Figli: ALESSIA '96
ILARIA 2000

Re: CON LA SCUSA DELLA RELIGIONE...MA CI SIAMO ASSUEFATTI?

Messaggioda Effi B. » mercoledì 8 novembre 2017, 15:12

Caro Patrizio,

so quanto hai a cuore le ragioni dei più piccoli e come soffri esasperato dalle tante ingiustizie che vengono compiute ai loro danni e sono state compiute in passato.

Ciascuno di noi fa quello che può per prospettare un futuro migliore ai nostri piccoli e a quelli che nasceranno, ma certo a volte prende lo sconforto.
Ti mando un abbraccio
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7647
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009


Torna a Approfondimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite