Balbuzie news - guida gratuita per insegnanti

Riuniamo qui esperienze e informazioni a riguardo, accogliamo le fatiche e le gioie di chi si prende cura del sorriso di un piccolo con bisogni speciali.

Balbuzie news - guida gratuita per insegnanti

Messaggioda Luce78 » domenica 26 dicembre 2010, 14:14

La redazione di Balbuzie News - Arriva online la guida contenente tutti i consigli utili che bisogna sapere se sei un insegnante

Le scuole di specializzazione per insegnanti non prevedono una preparazione né blanda né approfondita su come affrontare la balbuzie in classe. Ma la balbuzie in classe c'è.

L'Associazione Vivere Senza Balbuzie ha analizzato un campione di 30 studenti balbuzienti ponendo ad ognuno di loro una domanda: "in quale situazione sei sicuro di balbettare?". La risposta unanime, come un coro di protesta, è stata: "a scuola". Temutissima quindi la scuola da chi ha problemi di favella. I forum, luogo virtuale di scambio di opinioni su internet pullulano di racconti di studenti in preda al panico che denunciano spesso la loro paura davanti all'immagine di una futura interrogazione, in qualche caso anche qualche ingiustizia subita.

"Ho raccolto tutte le informazioni su questo argomento e realizzato una guida estremamente pratica per gli insegnanti" - afferma Enzo Galazzo e aggiunge - "abbiamo deciso di renderla disponibile a tutti gratuitamente online proprio nella convinzione che l'informazione possa aiutare tanto e costituire un vero segnale di progresso".

La guida è scaricabile gratuitamente dal forum del blog al seguente link http://www.balbuzie-news.it/forum/discu ... -t128.html
Alice

"I nostri figli ci offrono l'opportunità di diventare quel tipo di genitori che avremmo sempre sognato avere" (Louise Hart)
Avatar utente
Luce78
 
Messaggi: 1365
Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 12:10
Figli: O. 2005

Re: Balbuzie news - guida gratuita per insegnanti

Messaggioda Luce78 » lunedì 27 dicembre 2010, 9:23

Riporto quanto c'è scritto sul loro sito in merito alla balbuzie infantile:

Quando intervenire?

Da quanto presente in letteratura e da quanto appreso da anni di esperienza noi sconsigliamo di effettuare una rieducazione prima dei 6/7 anni, conosciamo casi in cui la balbuzie è scomparsa da sola. Consigliamo oltremodo di non esitare ad effettuare una valida rieducazione se il problema persiste oltre questa età.

Cosa fare se è troppo piccolo?

Bambini e adultiLa prima cosa che possono fare i genitori è parlare loro più lentamente. Infatti, nel processo di acquisizione del linguaggio normale, il bambino imita la velocità alla quale sente gli altri parlare. E il modello di questa velocità è in genere la velocità con la quale parlano i genitori. Se i genitori parlano rapidamente, il bambino tenta di parlare con la stessa rapidità. I genitori, naturalmente non si accorgono di parlare velocemente, perché sono abituati a farlo ormai da molti anni. Inoltre i genitori dovrebbero cercare di usare vocaboli semplici e soprattutto frasi corte. E' fortemente sconsigliato mostrarsi ansiosi e completare la frase interrotta dal blocco.

Da evitare

- Molti genitori spesso vedendo il proprio figlio che parla bene ed ad un tratto si inceppa esordiscono con la frase: "parla bene! Quando vuoi parli bene, infatti fino a poco fa non hai balbettato!" Questo tipo di reazione è da evitare, la balbuzie è ciclica, a volte appare ed a volte scompare, non si balbetta sempre e con la stessa intensità. Bisogna capire che se il bambino non è stato sottoposto ad una rieducazione ortofonica, è ingiusto oltre che controproducente agire in tal modo, il bambino anche volendo non riesce a parlare in maniera fluente!

- Parlate al bambino più lentamente in modo che abbia più comodità nel coordinare i mille pensieri che lo affollano... i bambini tendono alla velocità perché sono i loro pensieri ad essere velocissimi.

- Insieme al rallentamento della vostra parlata muovete di più la bocca (attenzione a non farlo troppo vistosamente);

- Evitate di parlare in dialetto, il bambino deve sapere che deve parlare in un modo solo senza sforzarsi.

- Potete giocare con lui a cantare o a rappare (il ritmo regolarizza la parlata e agisce sulla respirazione);

- Inscenate dei giochi con dei pupazzi facendoli parlare (role playing- i giochi di ruolo tendono ad allontanare il problema), siate creativi dopotutto per vostro figlio vale la pena sforzarsi un po';

- Esiste anche la possibilità di balbettare per imitazione, quindi state attenti se ci sono altre persone che balbettano e lui ne è a contatto.
Alice

"I nostri figli ci offrono l'opportunità di diventare quel tipo di genitori che avremmo sempre sognato avere" (Louise Hart)
Avatar utente
Luce78
 
Messaggi: 1365
Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 12:10
Figli: O. 2005


Torna a Per bimbi e genitori con bisogni «speciali»

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite