Un Fatto Curioso, di Olivier Maurel --commenti

Scambi di idee sulle letture che ci fanno riflettere. Un'area di confronto in cui discutere degli articoli pubblicati sul sito e degli autori che, in bene o in male, hanno destato il nostro interesse.

Un Fatto Curioso, di Olivier Maurel --commenti

Messaggioda melidi7 » sabato 6 giugno 2009, 18:47

Un fatto curioso
(All’attenzione dei sostenitori della non-violenza)
di Olivier Maurel
Ed è davvero interessante chiedersi perché abbiamo manifestato questa indifferenza, questa ignoranza, questo rifiuto di prendere sul serio la violenza educativa come fonte della violenza.

La ragione è infatti molto semplice. Il bambino di un anno o due, che viene picchiato dai genitori che ama e da cui è del tutto dipendente, non ha alcun mezzo per giudicare ciò che subisce. Se lo si picchia, è perché è disobbediente, cattivo, malvagio, e perché se lo merita. Le botte che riceve lo fanno vergognare di sé stesso.


Ho notato in mia famiglia che il bambino che non è abituato alla violenza riagisce in modo particolarmente forte, con rabbia e rifiuto, anche "faccendo pagare" chi ha fatto la violenza a lui. Il mio piccolo gioele di 3 anni, riagisce in modo fortissimo se un fratello si arrabbia con lui per qualche fatto. Non sto parlando di violenze fisiche, ma quelli psicologiche, fra fratelli.

Cosi inabituato è anche che se suo papi si risponde malamodo, si offende in modo chiaro con lacrime e rifiuto del azione. "Non doveva parlare cosi!"
che cosa bella.
melissa
nelle langhe
mamma di 7

http://apprendimentonaturale.blogspot.com/

"There is a Place beyond Rightness and Wrongness -- let us meet There." §Rumi
Avatar utente
melidi7
NTIS
 
Messaggi: 3827
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 23:14
Località: piemonte
Figli: 11/07/1987, 16/01/91, 17/03/94, 21/11/97,
31/05/2000, 24/05/2003, 13/10/2005

Re: Un Fatto Curioso, di Olivier Maurel --commenti

Messaggioda melidi7 » domenica 7 giugno 2009, 6:31

anchio non credo che soffrono meno. per me, il bello (se si puo parlare di "bello" quand uno sbaglia così) è che un bambino rispettato ci lascia sapere immediatamente quando siamo oltrepassato il limite. E il pianto disperato ci da l'opportunità di rimediare, di riconoscere l'errore fatto, di come dico sempre io, "ri-fare" la situazione...
tutti si svegliano, scappo!
melissa
nelle langhe
mamma di 7

http://apprendimentonaturale.blogspot.com/

"There is a Place beyond Rightness and Wrongness -- let us meet There." §Rumi
Avatar utente
melidi7
NTIS
 
Messaggi: 3827
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 23:14
Località: piemonte
Figli: 11/07/1987, 16/01/91, 17/03/94, 21/11/97,
31/05/2000, 24/05/2003, 13/10/2005

Re: Un Fatto Curioso, di Olivier Maurel --commenti

Messaggioda Atoq » domenica 7 giugno 2009, 8:57

A me é capitato quando Viola non voleva dormire ed io ero stufa di stare a letto con lei di aver usato un tono di voce un po' aspro nel dire "Adesso é ora di fare la nanna" (il tono che mia madre usava sempre con me) e Viola invece di guardare da un'altra parte e vergognarsi mi ha sorriso e mi ha detto con voce molto calma: -NEI mamma, IKKE! (NO mamma!NON si fa cosí!) :oops:

Aiko
Avatar utente
Atoq
*‿*
 
Messaggi: 821
Iscritto il: mercoledì 18 febbraio 2009, 19:33
Località: Trondheim (Norvegia)
Figli: Viola 11.08.2007
Luca 18.06.2010

Re: Un Fatto Curioso, di Olivier Maurel --commenti

Messaggioda Ella » domenica 7 giugno 2009, 14:39

Io a mio figlio solo una volta gli ho parlato con tono troppo aggressivo a mio avviso, aveva circa 18 mesi e poi gli chiesi subito scusa e ne ho parlato anche qua nel 3d "Ma voi come fate?"
Mio marito invece, a mio avviso ,lo fa troppo spesso di parlargli con toni troppo aggressivi e questa cosa mi preoccupa, anche perchè lavora spesso in casa , nella nostra molto piccola casa e quindi il suo impatto di aggressività rischia davvero di essere troppo, sul bambino, situazione come ho descritto nell'atro 3d "dissensi sull'educazione con il padre-marito" :( :(

Sono molto d'accordo sulla non violenza educativa in toto, anche mio marito è contro le sculacciate , ma per il livello verbale della violenza devo cercare di fare un gran lavoro sopratutto su mio marito, anche io è meglio che ci lavoro su, ma mentre io sono disponibile , lui non vuole nemmeno leggere nulla di nulla! :evil:


Non si rende conto che sta rischiando di "danneggiare" tutto il bello che abbiamo fatto finora con nostro figlio! :cry: :cry:
Ella
 

Re: Un Fatto Curioso, di Olivier Maurel --commenti

Messaggioda melidi7 » domenica 7 giugno 2009, 14:50

elledegio,
capisco molto la tua situazione...e da tanto che spetto un attimino di calma per poter intervenire sul "dissensi sull'educazione con il padre-madre" --sono 7 figli e 22 anni di dissenso su certi cose, ed è solo negli ultimi 3 anni che ho capito davvero tanto e le cose sono davvero ribaltati (o migliorati? sarebbe la parola migliore). Ma devo avere la calma e il momento giusto per farlo...spero che mi capisci!

adesso devo andare, ma non è tutto perso perche uno dei genitori non ha capito completamente...sei li, come testimone...ed è questo "l'asso nella manica" che hai :o)

Sto sempre dalla parte del bambino. Anche quando ho sbagliato io. E questo è la cosa piu importante che ce.
Anche al costo di dover discutere con mio marito.
xxmelissa
che ha davvero poco tempo questi di...
nelle langhe
mamma di 7

http://apprendimentonaturale.blogspot.com/

"There is a Place beyond Rightness and Wrongness -- let us meet There." §Rumi
Avatar utente
melidi7
NTIS
 
Messaggi: 3827
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 23:14
Località: piemonte
Figli: 11/07/1987, 16/01/91, 17/03/94, 21/11/97,
31/05/2000, 24/05/2003, 13/10/2005

Re: Un Fatto Curioso, di Olivier Maurel --commenti

Messaggioda Ella » lunedì 8 giugno 2009, 21:39

melidi7 ha scritto:elledegio,
capisco molto la tua situazione...e da tanto che spetto un attimino di calma per poter intervenire sul "dissensi sull'educazione con il padre-madre" --sono 7 figli e 22 anni di dissenso su certi cose, ed è solo negli ultimi 3 anni che ho capito davvero tanto e le cose sono davvero ribaltati (o migliorati? sarebbe la parola migliore). Ma devo avere la calma e il momento giusto per farlo...spero che mi capisci!

(......)

Sto sempre dalla parte del bambino. Anche quando ho sbagliato io. E questo è la cosa piu importante che ce.
Anche al costo di dover discutere con mio marito.
xxmelissa


Certo che capisco! Su certe cose pure io proprio non transigo, anche a costo di discuterne ogni volta con mio marito.Purtroppo ogni nostra discussione è quasi inevitabile farla davanti al bimbo, perchè non c'è mai un momento o ci sono veramente pochi momenti in cui Francesco non sia presente, perchè anche quando dorme, dorme sempre con me.
Ella
 

Re: Un Fatto Curioso, di Olivier Maurel --commenti

Messaggioda giulia » lunedì 22 giugno 2009, 17:41

melidi7 ha scritto:Cosi inabituato è anche che se suo papi si risponde malamodo, si offende in modo chiaro con lacrime e rifiuto del azione. "Non doveva parlare cosi!"
che cosa bella.
melissa

ma sapete che non ci avevo mai riflettuto? Mia figlia a volte si arrabbia molto quando qualcuno le dice cosa deve o non deve fare e vi confesso che a volte mi è sembrata una reazione esagerata, anche se di solito faccio notare all'adulto il suo errore (nel senso che mi rendo benissimo conto che a sbagliare è l'adulto). Ma appunto, siccome di solito non sono io a farla arrabbiare, si ingenera una di quelle situazioni che fanno ritenere al terzo incomodo che mia figlia sia "troppo viziata". In che mondo strano viviamo.

Però ecco grazie di avermi fatto riflettere in questo senso, c'è spesso molta tristezza e sottomissione nel bambino che "fa il bravo", come tutti vorrebbero facesse mia figlia.
Avatar utente
giulia
NTIS
 
Messaggi: 1985
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 7:28
Figli: Aurora e Mirco

Re: Un Fatto Curioso, di Olivier Maurel --commenti

Messaggioda foglievive » lunedì 22 giugno 2009, 21:54

melidi7 ha scritto:
Cosi inabituato è anche che se suo papi si risponde malamodo, si offende in modo chiaro con lacrime e rifiuto del azione. "Non doveva parlare cosi!"
che cosa bella.
melissa


Cara,
ti racconto questo episodio (perché anche io ho pensato "che cosa bella!
grazie vita per avere fatto sbocciare questa capacità nel mio bambino").

Il mio bambino (3 anni e 3mesi) gioca con la gatta di casa nel modo che hanno spesso i bambini:
la insegue, la placca, le fa i versi.. Io spesso ripeto frasi che attribuiscono all'animale
sentimenti ("piano, se no si arrabbia, si spaventa..." ecc.).

Qualche giorno fa la chiude fuori dal terrazzo e chiude anche la gattaiola (finestra che
serve al gatto per uscire e rientrare). Io alzo il tono e dico "no, per favore! la notte è fredda" lui insiste,
io continuo "si lascia aperto perché adesso dormiamo e lei deve poter rientrare quando vuole".
Niente, continua a chiudere. Black-out in me - esco di corsa dalla stanza infastidita vado in un'altra stanza,
chiudo la porta e lui resta fuori.
Mi raggiunge e piangendo mi dice: "non mi piace quello che hai fatto, mi devi chiedere scusa!"
(nota che "devi chiedere scusa" è una frase che usiamo raramente in casa.. anche se utilizziamo le scuse
come forma relazionale nella comunicazione quotidiana tra coniugi).

Ci sediamo e lo faccio sfogare (ovviamente sono consapevole che è scattata una molla di rabbia in me che mi ha costretto a scappare e chiudermi per non esplodere di fronte a/contro di lui).
Poi dico "ti chiedo scusa tesoro se ti ho spaventato o fatto soffrire..." e aggiungo (di me) "ma quando hai chiuso fuori la gatta io mi sono sentita molto triste e spaventata perché io vorrei che anche tu come noi rispettassi tutti gli esseri viventi della natura".

....

e lui: "ma mamma, io amo la pioggia!" :o

Che dire? Ha espresso il diritto alla sua individualità, non pensate?
Della serie 'sì ho capito, ma io sono io e pur se condividerò con voi certi valori,
non è detto che il risultato sia a vostra immagine e somiglianza'.
Insomma, per me un'ennesima lezione. Che esseri preziosi che sono i bambini!
Avatar utente
foglievive
NTIS
 
Messaggi: 3632
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 22:37
Figli: M2006


Torna a Approfondimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

cron