Il risveglio di Eva, di AM

Scambi di idee sulle letture che ci fanno riflettere. Un'area di confronto in cui discutere degli articoli pubblicati sul sito e degli autori che, in bene o in male, hanno destato il nostro interesse.

Il risveglio di Eva, di AM

Messaggioda Caterina C » giovedì 21 maggio 2009, 0:01

ciao a tutti,
come redazione di Non Togliermi Il Sorriso, siamo molto contenti di aver potuto pubblicare un capitolo di questo testo, vorremmo farne, insieme a voi, oggetto di discussione. Offre molti spunti.

Ci piacerebbe ospitare un confronto sui temi che Alice Miller affonta in questo articolo, sentire cosa ne pensano i nostri lettori. Vi riconoscete? Siete d'accordo? Avete un'idea diversa? Cosa vi lascia questa lettura?

Non sentitevi timidi! :)

CaterinaC a nome della redazione di NTIS
Avatar utente
Caterina C
 
Messaggi: 2297
Iscritto il: giovedì 23 ottobre 2008, 11:59
Località: MI
Figli: F 12/07

Re: Il risveglio di Eva, di AM, (attualmente in Home Page)

Messaggioda vitorunner » lunedì 25 maggio 2009, 7:48

E' stata difficile la scelta del capitolo da pubblicare dopo la gentilissima concessione fatta dalla casa editrice Raffaello Cortina di poter pubblicare parte del libro: Il risveglio di Eva, di Alice Miller. E' un libro che per me è stato illuminante sopratutto nei capitoli in cui parla dei blocchi del funzionamento del pensiero e di come si genera la cecità emotiva. In tanti dibattiti fatti in rete ci siamo interrogati più volte di come fosse possibile, per la maggioranza delle persone, non rendersi conto del male che fanno ai propri figli o ai bambini in genere con l’uso delle punizioni corporali. L'interrogativo diventa ancora più pressante nel momento in cui ci troviamo di fronte a mamme a cui, per le scelte fatte, dovrebbe risultare naturale capire tutto questo. Eppure non è così scontato. La prima prova l'ho avuto circa 4 anni fa in una discussione fatta sulla lista allattiamo con un mio intervento dal titolo: “Mazz e panell.” Ho iniziato la discussione con l'intima certezza che avrei trovato, in mamme che avevano fatto la scelta di allattare i propri figli, delle convinte avversarie delle punizioni corporali o sculacci in genere (ti voglio bene Mel). Ma alla prova dei fatti non fu così. Forse lo schieramento delle fiere sostenitrici dello sculaccio "necessario", era ancora più numeroso di quello contrario e molto mi sono interrogato sul perchè per loro non fosse così evidente come lo era per me. Così, leggendo questo capitolo de Il risveglio.., mi sono riconosciuto nella Miller quando afferma: “Ma al fondo ero convinta che mai nessuna madre potrebbe pensare di ricorrere ai castighi quando, grazie all’allattamento, si è sentita tanto legata al suo piccolo. Purtroppo, la mia ipotesi si rivelò ben presto del tutto infondata, poiché quasi tutte le donne incontrate in quelle occasioni si sentivano spesso indotte a picchiare il bambino…
Però la cosa che mi induce ad ulteriore riflessione e mi spinge ad essere fiducioso è proprio l'esistenza di questo contatto intimo con il proprio bambino che fa sì che la cecità emotiva possa essere superata e intraprendere un percorso che porti verso un nuovo modo di rapportarsi con i propri figli o che per lo meno si decida di non ricorrere più agli sculacci.
Quindi pregherei di diffondere presso le liste che frequentate almeno questo stralcio del capitolo sperando di ottenere l’effetto desiderato.
Aggiungo solo il fatto che mi ha molto irritato la Miller quando afferma: “Sono donne che desiderano allattare il più a lungo possibile il loro bambino poiché ritengono che ciò sia molto importante per la sua crescita. Per quanto concerne il primo anno di vita, concordo perfettamente con loro.” Questo sottolineare che lei è d’accordo per quello che concerne il primo anno di vita sottintende, forse, che non lo è per un allattamento prolungato. ( La mia è un illazione non ho altri elementi a disposizione) Se è così me ne dolgo non poco visto che la stessa Miller più volte nei suoi libri cita Odent, Bowlby e altri e addirittura come introduzione ad un capitolo del libro: “Il bambino inascolato” usa alcune pag. de: Il concetto del continuum. Non so se è vero, non ho fonti precise, ma ho letto da qualche parte che la Liedloff ha affermato che quando lei vede una mamma allattare un bambino grandicello si ferma a ringraziarla. Spero uno di questi giorni di poter parlare di come io vedo l’allattamento prolungato alla luce del compimento del 4° anno di vita di mio figlio ancora attaccato alla sua tetta, di come percepisco che questo abbia un importanza pari all'allattamento delle prime settimane di vita. Il difficile sarà spiegarlo :?: , visto che il mio è solo intuito
Vito + Edo 25/5/05

P.S.
Per chi desidera ulteriori chiarimenti sul libro: Il risveglio di Eva, può contattarmi in privato. Ne sarò onorato.
vitorunner
NTIS
 
Messaggi: 1911
Iscritto il: giovedì 26 giugno 2008, 10:50

Re: Il risveglio di Eva, di AM, (attualmente in Home Page)

Messaggioda Ella » mercoledì 27 maggio 2009, 0:07

Volevo fare per il momento solo un commento veloce su un particolare: la LLL si è ben espressa ora come ora contro le sculacciate e secondo me non bisognerebbe confondere la LLL ufficiale con le mamme che frequentano gli incontri LLL. Infatti agli incontri LLL ci può essere qualunque madre, anche una madre che vi si è recata per la prima volta. Mentre la LLL ufficiale non pensa affatto bene delle sculacciate, come si può leggere nel libro LLL "Crescerli con amore" e come si può leggere pure in questi articoli LLL al link:
http://www.llli.org/Lang/Ital/ItalNBMarApr96.html
Ella
 

Re: Il risveglio di Eva, di AM, (attualmente in Home Page)

Messaggioda vitorunner » mercoledì 27 maggio 2009, 9:17

Grazie per la precisazione. Infatti nella discussione che ho citato riportai anche le testimonianze estrapolate dal sito uff. de lll che tu hai linkato nel tuo intervento. Cio proprio a testimonianza di chi, sensibile all'allattamento e sulla sua importanza, è anche attento ai comportamenti da tenere con i bambini.
Vito + Edo 25/5/05
vitorunner
NTIS
 
Messaggi: 1911
Iscritto il: giovedì 26 giugno 2008, 10:50

Re: Il risveglio di Eva, di AM, (attualmente in Home Page)

Messaggioda Caterina C » mercoledì 27 maggio 2009, 13:07

Ciao,
a titolo personale, posso testimoniare di aver assistito dal vivo ad un confronto sul tema con una consulente LLL ed altre mamme e/o operatrici a vario titolo in altri realtà legate all'infanzia (anche psicologhe, ecc). La riflessione è sempre che alcuni, in quanto persone, hanno proprie idee. Sia operatori, sia utenti (mamme p.e.).
Oggi ero in un consultorio con una amica e per le mamme era naturali che io fossi lì con la mia bimba di 17 mesi, anzi alcune mi hanno chiesto delle cose mentre eravamo in sala d'attesa, per l'ostetrica cui ho chiesto una veloce consulenza decisamente inappropriato, faceva proprio fatica a parlarmi. La sua collega infermiera invece mi sorrideva. Da notare che quello è anche lo sportello di assistenza per l'allattamento della mia città.
Ogni persona è a se... nel bene e nel male.

EDIT: anche io volevo esprimere perplessità sulla specifica della Miller sull'allattamento... Chiara son contenta che tu abbia modo di verificare a monte! Grazie
Caterina
Avatar utente
Caterina C
 
Messaggi: 2297
Iscritto il: giovedì 23 ottobre 2008, 11:59
Località: MI
Figli: F 12/07

Re: Il risveglio di Eva, di AM, (attualmente in Home Page)

Messaggioda Effi B. » mercoledì 27 maggio 2009, 14:17

Concordo con Vito: anche a me quella frase sibillina della Miller ha allertato le antenne (molti di voi sanno come a volte sono suscettibile). Che bisogno c'era di precisare quell'anno di vita? E, visto che la precisazione era non petita... sono propensa a pensare che l'allattamento, oltre l'anno auspicato, non sia sostenuto con convinzione, ma che anzi possa destare qualche velleità di censura.
So che sembra assurdo che chi ci invita a rispettare e non frustrare i bisogni dei bambini ponga a quei bisogni una scadenza. Bisognerebbe chiedere direttamente alla Miller di chiarire la sua posizione. Magari quell'anno le è scappato dalla penna e a mente fredda lo casserebbe (poi a lei starebbe riflettere sul perché).
Poco male qui, visto che ci teniamo a precisare quanto invece siamo convinti dell'importanza dell'allattamento oltre l'anno. L'iniziativa di Vito mi sembra molto bella e aspetto di leggere le sue riflessioni.
Ciao,
Elisa
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7743
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009

Re: Il risveglio di Eva, di AM, (attualmente in Home Page)

Messaggioda melidi7 » mercoledì 27 maggio 2009, 21:04

posso chiedere a jan hunt se volete...
mel
nelle langhe
mamma di 7

http://apprendimentonaturale.blogspot.com/

"There is a Place beyond Rightness and Wrongness -- let us meet There." §Rumi
Avatar utente
melidi7
NTIS
 
Messaggi: 3827
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 23:14
Località: piemonte
Figli: 11/07/1987, 16/01/91, 17/03/94, 21/11/97,
31/05/2000, 24/05/2003, 13/10/2005

Re: Il risveglio di Eva, di AM, (attualmente in Home Page)

Messaggioda valeria » mercoledì 27 maggio 2009, 21:39

Sarebbe bello avere un forum diretto con la Miller, in cui chiedere esplicitamente il suo punto di vista...
Valeria, Giulio e Adriano
Avatar utente
valeria
NTIS
 
Messaggi: 245
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 7:27
Località: Siracusa/Catania
Figli: Giulio 18-01-2007
Adriano 9-11-2010

Re: Il risveglio di Eva, di AM, (attualmente in Home Page)

Messaggioda Caterina C » mercoledì 27 maggio 2009, 21:45

Sicuramente se dall'articolo originale viene fuori che la traduzione era corretta, possiamo scriverle!
E' chiaro che tutti noi siamo decisamente a favore del contatto e che riteniamo l'allattamento (non "a scadenza") un'occasione importantissima per rinsaldarlo
Caterina
Avatar utente
Caterina C
 
Messaggi: 2297
Iscritto il: giovedì 23 ottobre 2008, 11:59
Località: MI
Figli: F 12/07

Re: Il risveglio di Eva, di AM

Messaggioda giulia » lunedì 22 giugno 2009, 17:13

A me ha dato più fastidio la frase "Sono donne che desiderano allattare il più a lungo possibile il loro bambino", riferendosi alle mamme che partecipano agli incontri della leche league, perchè io non le definirei assolutamente in questo modo, anzi ritengo sia una definizione sbagliata, una di quelle definizioni che fa pensare LLL come un covo di talebane. Le mamme LLL desiderano allattare il proprio bambino. Punto. Fino a quanto lo deciderà in buona parte il bambino, no?
Avatar utente
giulia
NTIS
 
Messaggi: 1985
Iscritto il: martedì 24 giugno 2008, 7:28
Figli: Aurora e Mirco

Re: Il risveglio di Eva, di AM

Messaggioda Effi B. » lunedì 22 giugno 2009, 17:29

Molto fine, Giulia! Hai proprio ragione.
Elisa
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7743
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009


Torna a Approfondimenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite