Portarlo al cimitero

Come affrontiamo tutti i giorni l'impegno di essere dei genitori consapevoli e onesti? Discutiamo delle nostre difficoltà, riflettiamo sui nostri piccoli e grandi dubbi quotidiani, cerchiamo insieme in che modo possiamo trasformare i problemi che incontriamo in un'occasione per diventare persone più coerenti ai valori che hanno a cuore.

Portarlo al cimitero

Messaggioda DaniTom » mercoledì 18 febbraio 2015, 12:39

Carissimi/e,

come alcuni di voi sapranno mia mamma e' mancata due mesi fa con grande dolore oltre che mio anche di mio figlio che le era molto legato. Adesso lui non fa che chiedere di portarlo al cimitero. Io ho letto da qualche parte che i bambini vanno portati al cimitero perche' cosi' collocano in qualche modo questa assenza in un posto fisico, tuttavia ho alcuni dubbi riguardo allo shock che portarlo li' potrebbe causargli. Sara' che il cimitero e' un posto che a me personalmente inquieta molto, vedere tutte quelle croci, quei lumini, il pensiero dei corpi sotto terra o nei loculi.... Ma questo e' il mio sentimento al riguardo e magari potrebbe non essere il suo. Mia sorella per esempio insiste affinche' io ce lo porti ma lei e' una che al cimitero ci va senza problemi e parla addirittura con la tomba, io da quando e' morta non ci sono mai andata e neanche vorrei andarci, forse e' un mio rifiuto ad accettare l'idea perche' ancora non ho ben elaborato ma e' anche vero che sento di non avere il bisogno di andare li' perche' la sua mancanza e il pensiero di lei ce l'ho dentro ed e' continuo.

Voi che ne pensate? Cosa sapete al riguardo? Ricordo che Tommy ha 6 anni....

Un abbraccione a tutti/e :abbraccione
Avatar utente
DaniTom
*‿*
 
Messaggi: 1233
Iscritto il: giovedì 14 ottobre 2010, 10:56
Località: Roma
Figli: Tom2008

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda mamazaba » mercoledì 18 febbraio 2015, 13:15

cara Dani! mi chiedevo come stavi ...
penso che su queste cose non ci sia una regola, ad alcuni può far bene, ad altri male.
immagino quindi che non sia venuto al funerale...? forse gli manca un tassello, se te lo chiede tanto forse portarcelo ha senso ...
a mio marito piacciono molto i cimiteri di paese, quando andiamo in giro vuole sempre entrare a leggere i nomi, e per Nina questa è una cosa bella. noi però su questo siamo tranquilli, tutti e due.
se mi chiedesse di andare a trovare una persona cara ... qui entra in gioco la personale idea della morte, io spiegherei che quella che è in cimitero non è più lei, ma penso che ce la porterei. se fossi tranquilla però, altrimenti meglio rimandare o trovare una soluzione alternativa ( se ci andasse con tua sorella...? )

un abbraccione forte forte.
Avatar utente
mamazaba
*‿*
 
Messaggi: 2044
Iscritto il: martedì 13 ottobre 2009, 13:02
Figli: zaba 2008

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda DaniTom » mercoledì 18 febbraio 2015, 14:22

No, lui al funerale non e' venuto, mi sono rifiutata di portarcelo. Il funerale e' un momento diverso, di separazione, con la gente che piange, con il prete che dice cose a cui tra l'altro io neanche credo...Non me la sono proprio sentita e in piu' non credo proprio che sia sostenibile anche a livello pratico oltre che emotivo per un bambino di 6 anni (costringerlo a stare li', se fosse voluto uscire io mi sarei innervosita...).

Ma il cimitero e' comunque un luogo "di pace", in cui si va "a trovare" un defunto. Mi sembra un tipo di esperienza diversa. Ho difficolta' a lasciarlo andare solo con mia sorella perche' un'esperienza comunque cosi' forte, che sicuramente gli rimarra' impressa nella mente per sempre, vorrei condividerla con lui....
Avatar utente
DaniTom
*‿*
 
Messaggi: 1233
Iscritto il: giovedì 14 ottobre 2010, 10:56
Località: Roma
Figli: Tom2008

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda emme » mercoledì 18 febbraio 2015, 14:37

Scusami se mi permetto, io ho perso mio nonno prima di poterlo conoscere (7 anni prima che io nascessi) e ricordo da sempre bene( quindi non so da piccola ma all età del tuo credo proprio di si) che accompagnavo mia madre e mia nonna al cimitero a cambiare i fiori.
Sapevo che lui non c era più, che era in cielo, che ci guardava e che li c era un posto dove andare a salutarlo.
Credo che molto dipenda da quello che sente e respira anche in casa...
Lui cosa si aspetta?
Di trovare la nonna?
Di vedere un segno tangibile di lei?
Come le avete spiegato che non cè più?
Secondo me le cose variano molto a seconda di queste cose
Avatar utente
emme
 
Messaggi: 849
Iscritto il: martedì 11 dicembre 2012, 16:30
Figli: E. 2011
A. 2015

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda Lorelay » mercoledì 18 febbraio 2015, 16:38

Io sono stata al funerale di mio nonno che avevo 3 anni. È forse il ricordo più lontano che ho. Ricordo benissimo mia nonna che piangeva toccando la bara, come se in quel saluto avessi davvero capito cosa era successo.
Ricordo che ero un Po` dietro, con mio papà, non in prima fila.

Mi viene in mente ora che i miei figli li ho portati al funerale della bisnonna a 4 e 2 anni. Neppure mi si era posto il dubbio...

Il funerale è un momento di saluto importante. Al cimitero lo porterei di sicuro.
Per l`età, ti dirò che mentre ti leggevo ho formulato il pensiero «beh ma ha 6 anni» nel modo esattamente opposto al tuo.
Lorelay
 
Messaggi: 1044
Iscritto il: lunedì 6 giugno 2011, 16:36
Figli: A femmina 2004 - C maschio 2006 - S maschio 2011

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda katerpillar » mercoledì 18 febbraio 2015, 23:35

Cara Dani... io lui ho dovuto portarcelo. Ci siamo resi conto dopo un po' di tempo che andava cercando la nonna in tutti i posti in cui eravamo stati assieme (non avendola trovata a casa sua voleva andare in montagna e poi a quella di Genova dove trascorrevano abitualmente l'inverno). Quindi, situazione differente. Gli ho mostrato la lapide, abbiamo letto insieme il suo nome, e approfittando del fatto che a scuola avevano fatto la distinzione tra viventi e non viventi ho spiegato che la nonna da vivente era diventata non vivente e che il cimitero è il posto in cui le persone vanno quando diventano non viventi. Mi sembrava avesse capito, ma poi a settembre di nuovo la cercava... L'ultima volta che ha provato a associarla al nonno si è fermato da solo.

Se lui lo chiede, io lo asseconderei. Ma se per te è un luogo da cui stare lontana, proverei a chiedergli se se la sente di andare con la zia. Capisco che tu lo voglia accompagnare, ma penso sia anche giusto che lui capisca che avete un sentire diverso in questo senso. Non so, la mia esperienza ovviamente è particolare, non so quanto generalizzabile. Ti penso :abbraccione
Avatar utente
katerpillar
*‿*
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 12:04
Figli: Uno (Ago2007)

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda tuckberry » giovedì 19 febbraio 2015, 10:32

Credo che la presenza o meno ai funerali e le visite al cimitero siano vissute in modo completamente diverso da ognuno di noi. Indipendentemente dall'età.
Avere 6 anni secondo me ha un significato molto relativo, non generalizzerei, mi baserei solo ed esclusivamente su quello che esprime il bambino, su quello che dice di volere o non volere fare, con la massima attenzione ovviamente.
Se un bambino non è mai stato ad un funerale o al cimitero, mi interrogherei su quanto sia consapevole la sua scelta, ma farei ugualmente quello che lui dice di voler fare, per poi eventualmente fare un passo indietro lì per lì. Gli starei vicino, spiegherei, e aggiusterei eventualmente il tiro sul momento.
Mio fratello è rimasto così traumatizzato dal funerale del suo nonno preferito che da allora (aveva ca. 8 anni) non ha più presenziato ad un funerale e non si è mai recato in un cimitero. Per nessuno.
Io provo un dolore straziante in queste occasioni, ma sento comunque il bisogno di viverle, e sono stata ai funerali dei miei nonni tanto quanto mio fratello, anzi, ero pure più piccola di 5 anni.

Io mi fiderei di Tommy. Se lui ti chiede così insistentemente di portarlo al cimitero un motivo ci sarà. Lo preparerei, farei attenzione alla sua reazione durante la visita e dopo, ma lo porterei di sicuro. Non portandolo - essendo, ribadisco, una sua richiesta specifica - potrebbe porsi ancora più domande, avere ancora più dubbi e confusione.

Riguardo al tuo dolore, sarei sincera con lui. Gli direi semplicemente la verità se te la chiedesse. Se ti vede piangere, o star male quando sei lì o altro, gli spiegherei quello che hai spiegato a noi: che la nonna ti manca tanto e che ce l'hai sempre dentro al cuore, indipendentemente dal fatto che tu sia di fronte alla sua lapide o a casa.

Ti abbraccio forte forte.
:abbraccione
tuckberry
Collaboratore
 
Messaggi: 486
Iscritto il: giovedì 25 luglio 2013, 13:04
Figli: F1 11/2011
F2 03/2015

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda DaniTom » venerdì 20 febbraio 2015, 14:23

Grazie a tutte delle vostre risposte.

Infatti dentro sento che e' giusto portarlo, visto che e' un suo desiderio, visto che ha preparato un disegno per lei, visto che vuole vedere la foto sulla tomba. Gli ho dovuto spiegare che la tomba non e' come lui se l'aspetta, cioe' lapide a terra, ma che si salgono delle scalette perche' sono tombe dentro a un muro e nonna sta un po' in alto, insieme al papa' di mia sorella e di mio fratello (ecco, forse se avesse avuto una tomba "tradizionale" a terra, mi avrebbe fatto meno senso...il loculo mi angoscia enormemente).

Il mio grosso problema e' che ancora non ho elaborato il lutto di mia madre, forse e' piu' pronto lui di me.....
Avatar utente
DaniTom
*‿*
 
Messaggi: 1233
Iscritto il: giovedì 14 ottobre 2010, 10:56
Località: Roma
Figli: Tom2008

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda DaniTom » lunedì 2 marzo 2015, 12:05

Aggiornamento: Ieri mattina con mia sorella abbiamo portato Tommy al cimitero. Non mi e' sembrato sconvolto per niente, anzi era curioso e abbastanza allegro. E' rimasto deluso perche' si aspettava di vedere il corpo di mia madre, e poi anche la foto sulla lapide non gli e' piaciuta (era una foto di una decina di anni fa).

Come spesso accade, i bambini ci aiutano a capire meglio noi stessi.....
Avatar utente
DaniTom
*‿*
 
Messaggi: 1233
Iscritto il: giovedì 14 ottobre 2010, 10:56
Località: Roma
Figli: Tom2008

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda Effi B. » martedì 3 marzo 2015, 22:05

Cara,

hai fatto bene ad ascoltare e seguire il tuo cuore. La morte è qualcosa di enorme, ma fa parte della vita e i bambini hanno il diritto di farne esperienza con noi. Accompagnarli significa proprio capire meglio noi stessi, come dici tu.

Ti avessi letta e ti avessi risposto qualche giorno fa, ti avrei raccontato che a me i cimiteri sono sempre piaciuti molto, che li ho sempre sentiti come un luogo di pace in cui le persone vanno per pensare: a sé e a chi non è più vivente. Che belle parole hai trovato kater, molto vere, perché non si può dire che chi muore non c'è più, dentro di noi c'è ancora e resta, solo non respira più la nostra stessa aria, non si nutre e alimenta le sue cellule, torna a essere materia che noi possiamo far vivere oltre la morte nel nostro cuore e nei nostri pensieri. E' vero quindi che nel cimitero non restano che dei corpi, che pensare a quei corpi può inquietare e far sentire il vuoto della vita che li ha lasciati. Però è anche uno spazio simbolico che può accogliere il dolore di quell'assenza. Mi è successo di parlare a mia zia in un cimitero inglese, molto lontano da dove è sepolta. Ho pianto di fronte ai nostri bisnonni, ricongiunti nel loculo e nella foto che reca la lapide dopo che per oltre un anno il nonno era passato quasi tutti i giorni a salutare la donna della sua vita. Non dico che quel che ti racconto di me sia ciò che penso sia giusto che sia. E' solo la mia testimonianza, una possibilità di affrontare questo luogo e ciò che racchiude.

Che cosa sia dover piangere la propria mamma però io non lo so ancora. Ascolto il dolore che ci racconti e ti abbraccio forte.
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7757
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009

Re: Portarlo al cimitero

Messaggioda katerpillar » mercoledì 4 marzo 2015, 20:20

Eh Effi... noi abbiamo una situazione particolare, lo sai, e io ho il dovere di rendergli comprensibili le vicende (anche quelle emotive, come un lutto) in maniera molto intellettualoide. Per fortuna sapevo che aveva faticato molto a cogliere questa distinzione, ma che poi l'aveva assimilata bene, e ho fatto di necessità virtù.

Dani, sono contenta che alla fine siate andati assieme.
Aspetto di trovare l'occasione per vederci e abbracciarci dal vivo

:abbraccione
Avatar utente
katerpillar
*‿*
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 12:04
Figli: Uno (Ago2007)


Torna a Crescere con i nostri piccoli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron