Non so giocare

Come affrontiamo tutti i giorni l'impegno di essere dei genitori consapevoli e onesti? Discutiamo delle nostre difficoltà, riflettiamo sui nostri piccoli e grandi dubbi quotidiani, cerchiamo insieme in che modo possiamo trasformare i problemi che incontriamo in un'occasione per diventare persone più coerenti ai valori che hanno a cuore.

Non so giocare

Messaggioda fioredicampo75 » mercoledì 3 agosto 2011, 12:23

Eccomi di nuovo qui, e di nuovo in difficoltà. Da alcuni giorni le cose sono tornate a farsi faticose, io sono di nuovo stanca stanca (ieri sono andata a fare le analisi del sangue, chissà che non ci sia qualche carenza in agguato) e faccio sempre più fatica a stare con le mie stelline.
In particolare, non so più cosa inventare per giocare con loro.
Ricordo che ancora quando pensavamo di mettere in cantiere un bimbo una delle mie paure più grandi era quella di non saper giocare con loro, e puntualmente la profezia si è avverata.Mi spiego. Io cerco di lasciarle molto libere e di interferire il meno possibile nei loro giochi, quando sono impegnate a fare qualcosa, anche perché per me è tutto di guadagnato, se loro giocano da sole io posso fare altro. negli ultimi tempi però si presenta una specie di paradosso. Finché stiamo in casa e io magari sono impegnata a fare qualche lavoretto (riordinare un po' la cucina, pulire i pannolini, caricare la lavatrice...) va tutto bene, loro mi ronzano intorno, girano per casa, passano per le varie stanze, un po' giocano, un po' ridono, un po' guardano dei libretti, un po' litigano, poi tornano da me, e via così. Una volta che ho finito le mie faccende e approfittando del bel tempo dico "usciamo" loro si precipitano alla porta e in un lampo siamo fuori, e io sono a loro completa disposizione. A quel punto il panico: sembra che non siano più capaci di giocare da sole, e sta a me proporre continuamente cosa fare: andiamo col triciclo, andiamo in altalena, giochiamo con la sabbia, facciamo un giro con la carriola, andiamo a vedere le galline... (PS: noi abitiamo in campagna, abbiamo un po' di prato, un bel cortile dove mio marito ha fatto l'angolo della sabbia, un orto grande come mezzo paese, siamo circondati da un ettaro di vigne... insomma, opportunità di gioco ce n'è finché si vuole, non siamo confinati in un metro quadrato di terrazzino). Per un po' va anche bene, ma poi cominciano a tutti i costi a volermi venire in braccio, e a quel punto è finita, perché se ne prendo una l'altra urla, e viceversa, e non c'è più verso di ristabilire l'equilibrio di prima. Magari riesco a sviarle per qualche minuto con qualche altra attività, ma dura poco, e poi si ricomincia. Poi ci si mette anche mia suocera, che abita al piano sopra di noi, che appena le sente piangere esce sul poggiolo e comincia a urlare "Chi è che piange? Ma cosa c'è da piangere?", e addirittura oggi è scesa ed è subentrata senza nemmeno chiedermi se avevo bisogno, il che mi fa imbestialire. Capisco che nella sua mente lei lo fa per aiutarmi, per cui mi sono trattenuta dal risponderle male, ma questo atteggiamento mi fa sentire inadeguata, per me è come se mi dicesse che tanto io non sono capace di far giocare le mie bambine, o di consolarle, o cose così, e quindi per quel che riguarda il mio stato d'animo è un'ulteriore botta alla mia autostima.
Alla fine stamattina non ne potevo più, le ho prese in braccio entrambe, insieme altrimenti sono urli (più di 20 kg in due, e la mia schiena ormai non esiste più) e le ho riportate dentro. Siamo state un po' sul divano a farci le coccole e a ciucciare, poi si sono tranquillizzate, io mi sono messa a preparare il pranzo e loro hanno ricominciato a giocare tranquille, bastava che io non le guardassi.
Lo stesso quando c'è mio marito. Se sono fuori con lui sono "bravissime" (passatemi il termine, è giusto per capirci), ma se solo esco anch'io e mi vedono lasciano tutto quello che stavano facendo, mi corrono incontro e il più delle volte si mettono a piangere e litigano per ocntendersi la mia attenzione.
Tutto questo mi destabilizza. Cosa devo fare: non uscire più in giardino? Non giocare più con loro? Ma dentro casa funziona, fuori ho provato a prendermi un libro da leggere mentre loro giocano, ma niente da fare, mi vogliono appiccicata, e la maggior parte del tempo la passo a prendere in braccio prima una poi l'altra, o piegata mentre ciucciano entrambe, o a cercare di consolarle o dividerle se litigano. Che senso ha? Cosa posso fare? E già che ci siamo, consigli per attività o giochi nuovi da fare dentro o fuori a 20 mesi? Forse sentono che io sono stufa di spingere l'altalena o giocare con il triciclo?
fioredicampo75
 
Messaggi: 147
Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2011, 9:25
Località: Trento
Figli: Tania e Federica dicembre 2009

Re: Non so giocare

Messaggioda elena84 » giovedì 4 agosto 2011, 11:24

Anche io sto in campagna..e con solo 2mesi dì differenza capita anche a me..qualcosa con l'acqua hai provato?Magari ti ci metti pure tu dentro una bella piscina grande bassa, per me è la soluzione estrema alla sua "noia", poi fuori nel prato una bella copertona che così ti siedi e loro ti posso assalire comunque ma senza che tu le debba tirar su?
"Solo un bisogno soddisfatto è un bisogno superato"
ImmagineImmagine
elena84
 
Messaggi: 82
Iscritto il: lunedì 8 novembre 2010, 9:37
Località: toscana qua e là
Figli: Diego 12.2.2010

Re: Non so giocare

Messaggioda elena84 » giovedì 4 agosto 2011, 11:44

Ciao, secondo me non è che sei tu che non sai giocare..secondo me loro fuori cercano il tuo aiuto per per scoprire tutto quello che hanno intorno, i giochi che hanno sono familiari per loro e si stufano presto, ma allo stesso tempo non si sentono sicure come quando sono dentro casa a scorrazzare..magari mi sbaglio, non so. Mio figlio con 2 mesi dì differenza da loro in casi dì noia estremi risolvo con l'acqua..tipo una piscinona grande ecc. ,poi anche una maxi coperta dove tu ti siedi e loro quando vogliono ti assalgono senza che tu le debba tirarti su?
"Solo un bisogno soddisfatto è un bisogno superato"
ImmagineImmagine
elena84
 
Messaggi: 82
Iscritto il: lunedì 8 novembre 2010, 9:37
Località: toscana qua e là
Figli: Diego 12.2.2010

Re: Non so giocare

Messaggioda elena84 » giovedì 4 agosto 2011, 12:03

Scusate mi sembrava non avesse inviato e ho riscritto in maniera diversa..sono con il cellulare e tra l'altro non mi fa nemmeno eliminare il precedente
"Solo un bisogno soddisfatto è un bisogno superato"
ImmagineImmagine
elena84
 
Messaggi: 82
Iscritto il: lunedì 8 novembre 2010, 9:37
Località: toscana qua e là
Figli: Diego 12.2.2010

Re: Non so giocare

Messaggioda fioredicampo75 » giovedì 4 agosto 2011, 12:09

elena84 ha scritto:Ciao, secondo me non è che sei tu che non sai giocare..secondo me loro fuori cercano il tuo aiuto per per scoprire tutto quello che hanno intorno, i giochi che hanno sono familiari per loro e si stufano presto, ma allo stesso tempo non si sentono sicure come quando sono dentro casa a scorrazzare..magari mi sbaglio, non so. Mio figlio con 2 mesi dì differenza da loro in casi dì noia estremi risolvo con l'acqua..tipo una piscinona grande ecc. ,poi anche una maxi coperta dove tu ti siedi e loro quando vogliono ti assalgono senza che tu le debba tirarti su?


Ciao, con l'acqua ci giochiamo tanto, e infatti quello mi risolve un sacco di problemi, ma non sempre è possibile, dipende dalla temperatura (e qui ultimamente il caldo ce lo siamo sognati).
anch'io ho pensato che oramai siano un po' stufe e abbiano bisogno di stimoli nuovi. Mi piacerebbe portarle al parco, ma da sola non me la sento. Volevo anche provare a cominciare le esplorazioni sotto le vigne, magari una cosa nuova aiuta. Stamattina le cose sono andate meglio per cui me la sono cavata con palla e triciclo, vediamo il pomeriggio.
Sai che il tuo bimbo in realtà ha 2 mesi in meno solo in linea teorica? Io avevo il termine l'8 febbraio, solo che le mie signorine hanno avuto un po' fretta :?
fioredicampo75
 
Messaggi: 147
Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2011, 9:25
Località: Trento
Figli: Tania e Federica dicembre 2009

Re: Non so giocare

Messaggioda foglievive » giovedì 4 agosto 2011, 14:13

cara, mi hai molto colpito..
che bello come descrivi il posto dove abitate!
certo con due in contemporanea e ancora così piccolotte deve essere piuttosto faticoso.
lo vedo con la mia amica mamma di gemelli.

Io ti posso dire da quanto ho osservato di persona che almeno fino ai tre e passa è piuttosto difficile
che un bambino giochi 'da solo'. 'Da solo' è impegnato in attività magari...
La sua mente (mente assorbente, per citare Montessori) si sta modellando man mano e la mamma
(o l'adulto di riferimento quando mamma non c'è) è il suo baricentro costante.
Per questo cercano te anche quando c'è il papà. Esiste, ed è sanissimo, una precisa gerarchia in natura per
cui in presenza della mamma non c'è altra figura che tenga. Dura per un pò psico-evolutivamente parlando.

Il tuo bisogno sarebbe quello di mettere a fuoco le emozioni su questo (la fatica con due)
e di cercare strategie su cosa di concreto potresti fare insieme a loro per recuperare un pò il piacere del gioco?
tu com'eri da bimba? (scusa se ne hai già parlato.. non ci sono tanto in questi mesi perché sono al mare)

Capisco anche quando scrivi che il grido della suocera dal poggiolo arrivi alle tue orecchie in quel modo...
Mi sembra che tu abbia trovato un buonissimo modo per farvi fronte.

Le tue bimbe sono in un 'periodo sensitivo' legato anche al senso dell'ordine (usando sempre Montessori -
ad es. le crisi tantrum, quelle isteriche dei due anni, potrebbero essere legate anche a questa
interruzione del senso dell'ordine e dell'armonia nella loro testolina: una cosa fuori posto, ad es. ecc.).
Stavo pensando: e utilizzare dei secchi da fargli riempire di volta in volta di cose simili tra loro?
Se tu fossi al mare proporrei: il secchio dei sassolini, il secchio delle conchiglie (qui fanno a gara a mettercele dentro!),

Il mio -a casa- adorava mettere la biancheria al suo posto: magliette nel cassetto delle magliette,
mutande cassetto mutande, calzini, ecc. e io univo l'utile al dilettevole!

Sul cucù puoi usare gli stessi scatoloni o secchi rovesciati e nasconderci sotto un oggetto e invitare
loro a cercarlo; e non mi preoccuperei se vogliono guardare prima dove lo nascondi: i bambini
a questa età hanno il bisogno di controllare lo spazio e quel che succede intorno a loro.

scappo -- a presto.
Avatar utente
foglievive
NTIS
 
Messaggi: 3632
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 22:37
Figli: M2006


Torna a Crescere con i nostri piccoli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron