Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito...

Come affrontiamo tutti i giorni l'impegno di essere dei genitori consapevoli e onesti? Discutiamo delle nostre difficoltà, riflettiamo sui nostri piccoli e grandi dubbi quotidiani, cerchiamo insieme in che modo possiamo trasformare i problemi che incontriamo in un'occasione per diventare persone più coerenti ai valori che hanno a cuore.

Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito...

Messaggioda fioredicampo75 » lunedì 30 maggio 2011, 16:17

...i figli, e le mogli. Giornata splendida, ci siamo divertiti tanto, le bimbe si sono trovate un po' spiazzate all'inizio ma poi hanno passato la giornata a guardare tutta questa gente, a giocare coi bimbi più grandi, a cercare di far volare l'aquilone anche loro, ecc. Insomma, tutto ok. Se non fosse per i discorsi delle mogli che ho orecchiato mentre mangiavamo. L'argomento ovviamente i figli... Cito testualmente:
"Io sono convinta che quando è no è no, e che ci voglia anche qualche sculaccione piccolo ogni tanto" - "No no, qualche sculacciocne bello grande, non piccolo!"
"Che poi non me lo vengano a raccontare che i bimbi sono innocenti, sono delle gran carogne invece, e fanno di tutto per farti dar fuori di testa"
(Parlando di Estivill): "A me è andata bene, ma mia cognata è stata sfortunata, il suo bimbo a forza di piangere si faceva venir da vomitare" - "Vedi che sono cattivi? cOME si fa a farsi venir da vomitare pur di costringere la mamma a restare con te?"
(Parlando di una cugina, madre di 4 figli) "Lei poi è tranquillissima, mi fa un'invidia. Se mia figlia piange io mi sento almeno un po' agitata e vado a vedere cos'ha, mentre lei se la bimba piange non fa una piega e la lascia piangere, non tanto sai, 10-15 minuti solo, tanto poi smette da sola. E se smette vuol dire che non c'era un motivo serio per piangere, era solo un capriccio"
E avanti così. Una tristezza... ma la cosa più triste è che non sono riuscita a dire niente, e quando ci ho provato mi sono sentita rispondere che è perché le mie sono piccole, vedrai quando crescono, e non si può lasciare che siano loro a comandare...
fioredicampo75
 
Messaggi: 147
Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2011, 9:25
Località: Trento
Figli: Tania e Federica dicembre 2009

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda Luce78 » lunedì 30 maggio 2011, 18:38

Cara Fioredicampo sono senza parole, mi viene un blocco allo stomaco a sentire queste cose.... :incazz: :sob:

Il mio ha quasi 6 anni e non l'ho MAI lasciato piangere. Altro che viziato!!

Mi chiedo chissà come sono state trattate queste mamme da piccole per condividere questo modo di approcciarsi....

E' molto triste sentire come vengono trattati questi bambini.... purtroppo capita anche a me di sentire certi discorsi..
Dove ce ne è la possibilità butto qualche frase, ma ultimamente quando ci sono certe ingiustizie, ci pensa direttamente mio figlio a dire quel che pensa, e senza mezzi termini ;) e in modo molto più incisivo di me.

Tu ti trovavi anche in una situazione delicata, le mogli dei colleghi di tuo marito, persone che non conoscevi e da quel che ho capito loro erano già affiatate....Ci saranno altre occasioni per mandare qualche imput, ora che sai come la pensano ;)
:abbraccione

Alice
Alice

"I nostri figli ci offrono l'opportunità di diventare quel tipo di genitori che avremmo sempre sognato avere" (Louise Hart)
Avatar utente
Luce78
 
Messaggi: 1365
Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 12:10
Figli: O. 2005

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda DaniTom » lunedì 30 maggio 2011, 21:53

Cara Fioredicampo, non è così facile intervenire in queste discussioni...Non tutte abbiamo l'eloquenza, la sicurezza in noi stesse, la capacità di rispondere a tono fino in fondo. Noi certe cose ce le sentiamo dentro ma poi esprimerle a parole di fronte a chi è invece così convinto, così rigido e soprattutto così supportato dal resto della società...
Avatar utente
DaniTom
*‿*
 
Messaggi: 1233
Iscritto il: giovedì 14 ottobre 2010, 10:56
Località: Roma
Figli: Tom2008

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda mammadiluce » martedì 31 maggio 2011, 2:55

io mi trovo spesso con questo nodo allo stomaco. ragazze io soffro . soffro davvero ogni volta che snto maltrattare un bambino così. soprattutto quando le madri "sono in buona fede". prorpio in questi giorni mi sta capitando....una mamma ha lasciato solo con il padre improvvisamente il bimbo allattato di due anni. se n'è andata ,pe rmotivi urganti (ma io l'avrei portato con me) ed il bimbo sta malissimo, piange tanto. vi dico una famiglia molto amorevole....pero' sembra che la tettta sia un optional...ogni volta che sento che un bimbo piange per che' vuolela mamma e vien ignorato mi viene da piangere...
ma come si fa' ad aiutarki? voi credete che parlare serva? io credo che parlo anche troppo..che forse offendo e che le mamme si sentano giuducate male. io non uso toni brischi mai, ma leggo nei loro ochhi che non sono felici di ascoltare.
uffa!! che tristezza!!!!!!!
mammadiluce
 
Messaggi: 116
Iscritto il: lunedì 20 settembre 2010, 11:59
Figli: luce 15.09.07

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda anninamar » martedì 31 maggio 2011, 6:54

Vedo anch' io che spesso chi la pensa così non ha molta voglia di ascoltare pareri diversi, anzi , interviene pure quando si cerca di parlare con un bambino in un momento di crisi.
Io spesso mi fermo al parco con uno dei bimbi del nido spiegando con gesti corporei e tono soft e c'è sempre qualcuno che interviene perché pensa che il mio modo di fare sia poco incisivo e fruttuoso. :Censured!: :Censured!:
Ecco io a volte intervengo citando Gonzales ( che amo davvero con le sue immagini leggere).
Le orecchie degli adulti sono chiuse ma quelle dei bimbi assorbono tutto e chissàche in un domani.... : Chessygrin :
L'isola sconosciuta è un luogo mobile che appare e scompare sulle carte della fantasia ma sta ben saldo nel cuore di ognuno di noi. J.saramago
anninamar
*‿*
 
Messaggi: 1604
Iscritto il: giovedì 4 novembre 2010, 14:03
Figli: F1 2007

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda Nicoletta » martedì 31 maggio 2011, 8:27

La faccenda è davvero seria. Questa è l'utlima frontiera del sacrificio ai danni degli innocenti. Sono piuttosto radicale sull'argomento, ma penso proprio che il meccanismo che regola questi sfoghi (socialmente accettati), sia quello che consente all'adulto di placare la propria violenza alleandosi con altri adulti contro il debole di turno, in questo caso i bambini, perché si sente autorizzato a farlo. Si saranno sentite certamente più rilassate dopo, perché il sacrificio serve anche a placare la paura (di finire noi stessi al posto della vittima). E questo sono convinta che accada quando si è stati vittima a propria volta. Direi a queste "gentili" signore che un tempo gli schiavisti parlavano così degli schiavi e che per fortuna abbiamo bandito dai nostri ordinamenti la schiavitù e ne abbiamo orrore. Che un giorno l'umanità si guarderà alle spalle e avrà orrore di sé per aver maltrattato dei bambini.
Nicoletta
 
Messaggi: 174
Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2011, 9:46
Figli: E 1998, I 2001, G 2006

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda pampam » martedì 31 maggio 2011, 14:41

Anche io mi trovo spesso in queste fantastiche discussioni. A volte vedo che è inutile narrare un'alternativa a queste "signore", sono così convinte della loro perfezione in campo educativo....
mi è capitato di citare alcuni libri basati sulla disciplina dolce, e ta tan!!! :marameo: NON NE CONOSCONO UNO!!!!!!
Allora tutto mi è chiaro, mi chiedo solo che tipo di rapporto può nascere tra il mio di bimbo e il loro.
Mi preoccuopa il fatto che siamo un ago nel pagliaio n oi come famiglia rispetto alle nostre conoscenze a confrontarci continuamente e cercare di migliorarci come genitori. Mi chiedo spesso se nostro figlio troverà molte difficoltà con gli altri bimbi cresciuti nella durezza e solitudine.
L'unica cosa positiva è che quando un bimbo delle famose "signore" gica con noi, assorbe la nostra gioia e diversità e questo mi fa stare molto meglio. Le "signore" in questo caso dicono che fanno i bravi con noi perchè lasciamo al bimbo la libertà di fare . Siamo lontani anni luce bisognerebbe cominciare con L'abc dell'amore , ma che faticaaaaa!!!
pampam
 
Messaggi: 108
Iscritto il: sabato 4 dicembre 2010, 15:12
Figli: fede 04.06.2008

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda gemma72 » giovedì 28 luglio 2011, 23:52

io sabato ho osato spiegare alla mamma di un amichetto della mia cucciola (persona molto dolce e secondo me recettiva a queste cose), lei mi raccontava ( è incinta di 6 mesi ) che al ritorno dal super, il bimbo si mise a battere i piedi sul pianerottolo, lei gli ha chiesto di smetterla con gentilezza, poi un po più ferma e poi è partito lo sculaccione. il bimbo è andato in camera sua e per 10 minuti ha pianto solo. poi lei è andata e gli ha chiesto lo fai più? e lui: no mammina.

premettendo che lei non è solita fare così, le ho detto: posso dirti una cosa? liberissima di mandarmi a quel paese se lo ritieni opportuno..e le ho spiegato, l'accoglienza della rabbia, l'empatia, i no detti per noi, non per loro, come consolarlo, quando un no, deve essere tale, e un sacco di altre cose.. lei mi ha detto: davvero? non pensavo..insomma a settembre mi ha chiesto il libro della miller..

diciamo che:
la conoscevo abbastanza
è una persona dolce e anche il marito
quindi ho avuto "fortuna"

però mi son sentita bene sapete? e lo rifarò..oh se lo rifarò. io credo che anche chi in quel momento ci deride etc. poi ci riflette, perchè smuoviamo delle corde che appartengono all'istinto innato, magari su 10, 2 attueranno, poi queste 2 parleranno etc. io ci spero.
gemma72
 
Messaggi: 578
Iscritto il: domenica 12 giugno 2011, 21:34
Figli: f1 2007

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda Gwen » venerdì 29 luglio 2011, 7:53

Io invece sono una che va fuori di testa e intavola delle vere e proprie crociate verbali.
Finisco sempre per esser guardata come una pazza ma sti cavoli anche.
Non sai quante volte anche a me han detto "eh perchè tua figlia è piccola" e invece col cavolo, ha superato i 3 anni, abbiamo passato (o siamo nel mezzo a seconda di come la si vuol considerare) il periodo dei terribili due anni senza un accenno alle mani, senza violenze di alcun tipo, senza che abbia mai pianto da sola (per 15 minuti????Roba da chiamare i servizi sociali) senza che abbia mai pensato nemmeno per un secondo che fosse cattiva.

Io definisco questi genitori pessimi genitori, senza attenuanti.
E il fatto che ne parlino in questa maniera in gruppo è solo un modo per cercare conferme e alleggerirsi la coscienza (se ce l'hanno).
Avatar utente
Gwen
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: lunedì 13 giugno 2011, 7:03
Figli: F1 2008

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda Gea » venerdì 29 luglio 2011, 15:00

Anche a me ultimamente capita abbastanza spesso
devo dire però che io sono alquanto logorroica e, quindi, tendo a non frenarmi

non sempre parlo direttamente alle madri, se la situazione lo consente parlo direttamente con i bambini (è difficile per molti bambini tirar fuori ciò che veramente provano, è difficile perchè magari non sono abituati a farlo o, se così non è, non è sempre facile trovare retoricamente e lessicalmente le giuste parole)

altre volte, invece, parlo direttamente con i genitori
devo dire che c'è stato un periodo in cui la prendevo quasi come una missione e il mio intento non era di ascolto bensì un mero desiderio di convincere...e ovviamente sbagliavo!

ora mi metto in ascolto,
alcune volte delle domande dirette senza alcuna tesi, aprono più porte di mille chiavi

alcune volte basta un :
"di cosa hai paura? Perchè lo percepisci così? Come ti senti? Ti ricordi quando eri tu bambin*?"

dopo di che,
alcuni più recettivi, dopo un momento di silenzio, cercano di portare avanti il discorso
e lì si apre un mondo..ci si arricchisce l'un l'altro

altri semplicemente cambiano discorso...

Sai, Gwen, io non riesco a vedere in loro pessimi genitori senza attenuanti,
vedo vittime, tristi, bisognose
solo che non tutti sanno di cosa hanno effettivamente bisogno, non tutti quindi lo troveranno (vedi il proliferare della varie Tate Lucia e similari.. sembrano la risposta bella e pronta, il surgelato della pedagogia pronto solo da sfornare,et voila, tutti i problemi volano via)

alcuni invece riescono a percepire che c'è qualcosa che stride e ciò può succedere forse (forse forse forse) anche grazie ad una piccola e semplice parola di comprensione (attenzione non di giustificazione!!), una parola che sia come una finestra per andare oltre la loro posizione!
E' come dici tu : il fatto che ne parlino in gruppo è per cercare conferma...proprio perchè non ne sono così sicuri.. proprio perchè fa male andare oltre a queste parole..
queste "posizioni genitoriali" sono come un lago melmoso, sono de-responsabilizzanti, sono comodi per certi versi, ma concretamente tristi e dannose

per questo sono convinta che un moto di comprensione non lo si debba negare a nessuno, soprattutto quando in ballo c'è il futuro
(ripeto : comprensione come "aiuto comprensivo", non come giustificazione)
Guido, i'vorrei che tu, Lapo ed io fossimo presi da incantamento
Gea
 
Messaggi: 141
Iscritto il: domenica 6 febbraio 2011, 11:27
Figli: Gregorio Mirko Maggio 2009
Leone Novembre 2012

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda Gwen » venerdì 29 luglio 2011, 17:32

Gea sono troppo categorica me ne rendo conto.Ma diciamo che la mia comprensione va tutta concentrata suo bimbi che per me sono le prime vittime.
Avatar utente
Gwen
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: lunedì 13 giugno 2011, 7:03
Figli: F1 2008

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda gemma72 » venerdì 29 luglio 2011, 19:56

vi dico solo che c'è un forunm di mamme, che nei sottoforum ha la sezione capricci : WallBash : : WallBash : : WallBash :
gemma72
 
Messaggi: 578
Iscritto il: domenica 12 giugno 2011, 21:34
Figli: f1 2007

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda fioredicampo75 » lunedì 1 agosto 2011, 11:51

Per Gwen: io non credo siano pessimi genitori, penso facciano quello che hanno imparato a fare dai loro genitori e dalle altre persone che li circondano. Io sono convinta che noi non siamo genitori "migliori", siamo solo più fortunati, perché siamo entrati in contatto con un mondo diverso, siamo stati capaci di aprire gli occhi, di accoglierlo e di farlo nostro, e stiamo cercando, con tutti i nostri difetti (parlo per me) di crescere i nostri figli in un modo diverso.
Da questo punto di vista, non possiamo permetterci di giudicare gli altri (anche se viene facile), ma piuttosto cercare di far conoscere loro questo modo diverso, con le parole quando lo riteniamo possibile, con i fatti quando parlare non serve, e soprattutto speriamo che poco alla volta i nostri figli contageranno i figli degli altri, e i loro stessi figli, e via dicendo, in una catena di amore, empatia e comprensione.
Martina
Ultima modifica di fioredicampo75 il mercoledì 3 agosto 2011, 12:08, modificato 1 volta in totale.
fioredicampo75
 
Messaggi: 147
Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2011, 9:25
Località: Trento
Figli: Tania e Federica dicembre 2009

Re: Ieri braciolata in giardino coi colleghi di mio marito..

Messaggioda mammadiluce » martedì 2 agosto 2011, 1:53

fioredicampo75 ha scritto:Per Gea: io non credo siano pessimi genitori, penso facciano quello che hanno imparato a fare dai loro genitori e dalle altre persone che li circondano. Io sono convinta che noi non siamo genitori "migliori", siamo solo più fortunati, perché siamo entrati in contatto con un mondo diverso, siamo stati capaci di aprire gli occhi, di accoglierlo e di farlo nostro, e stiamo cercando, con tutti i nostri difetti (parlo per me) di crescere i nostri figli in un modo diverso.
Da questo punto di vista, non possiamo permetterci di giudicare gli altri (anche se viene facile), ma piuttosto cercare di far conoscere loro questo modo diverso, con le parole quando lo riteniamo possibile, con i fatti quando parlare non serve, e soprattutto speriamo che poco alla volta i nostri figli contageranno i figli degli altri, e i loro stessi figli, e via dicendo, in una catena di amore, empatia e comprensione.
Martina

:-D :abbraccione
mammadiluce
 
Messaggi: 116
Iscritto il: lunedì 20 settembre 2010, 11:59
Figli: luce 15.09.07


Torna a Crescere con i nostri piccoli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti