Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Come affrontiamo tutti i giorni l'impegno di essere dei genitori consapevoli e onesti? Discutiamo delle nostre difficoltà, riflettiamo sui nostri piccoli e grandi dubbi quotidiani, cerchiamo insieme in che modo possiamo trasformare i problemi che incontriamo in un'occasione per diventare persone più coerenti ai valori che hanno a cuore.

Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda miki.arcon » martedì 1 febbraio 2011, 7:34

Scusate il titolo confuso...
Ho poco tempo per scrivere, ma anche per decidere il da farsi.

Qualcuna di voi saprà (non mi ricordo se l'ho raccontato sul forum? Boh) che abbiamo subìto, nei mesi scorsi, furti nell'edicola di mio marito. Complessivamente lo stillicidio (di cui non riuscivamo a darci spiegazione) è durato molti mesi ed ha comportato una perdita di decine di migliaia di euro... Eravamo al limite del fallimento, e ora che abbiamo individuato cosa veniva rubato (i gratta e vinci! Da qualcuno che aveva copia delle chiavi ed entrava di notte) e abbiamo fermato l'emorragia, abbiamo ancora parecchi debiti da sanare... Insomma una brutta botta.

La persona più immediatamente sospettabile è una ragazza che frequenta abitualmente l'edicola/bar (siamo un'edicola e un bar nello stesso locale, con 2 gestioni separate). E' una persona con problemi vari, anche familiari, disoccupata etc, e diciamo che l'abbiamo un po' "accolta"... Più i tipi del bar che noi a dire il vero... Insomma, la cosa più facile era sospettare di lei, anche troppo facile in realtà. Non c'erano prove però e soprattutto non ci volevamo credere, anche perchè dopo scoperto il fattaccio lei è rimasta lì, indignandosi per "chi potrebbe fare una cosa simile proprio a voi coi problemi che avete", e insomma non la facevamo così furba e falsa, ecco. Sembra anzi una sempliciotta per certi versi.

Ora è successo un episodio che inequivocabilmente punta solo a lei. Non è stata colta sul fatto ma... Non riesco ad immaginare chi altro possa essere stato. E anche tutte le coincidenze che prima volevamo lasciare nel dubbio ora assumono un altro aspetto.

Al 99,99%... E' stata lei.

Ora, questa persona è là da anni. Ha visto crescere i miei figli, ci ha giocato, Sofia soprattutto le vuole bene. Faceva loro regali per i compleanni, etc. Ora nonostante mio marito l'abbia accusata pubblicamente e le abbia chiaramente detto di non venire più (non sapete con che amarezza...), lei viene ancora al bar (finchè il titolare non si deciderà ad accettare che anche i suoi ammanchi sono opera sua, ma capisco che è difficile da credere anche per lui).

Io non so come mi comporterò quando la rivedrò... Non l'ho più vista da prima di questo "fattaccio" che la accusa in modo inequivocabile...
Sofia ha sentito qualcosa, nell'aria ma anche dai discorsi del papà sia con me che al tel (era abbastanza sconvolto e sul momento non ha pensato che lei poteva comprendere di chi si parlava :? )

come posso comportarmi con Sofia? Glielo dico? Non glielo dico?

Questa persona ci ha traditi tutti... Anche lei. Ma Sofia le vuole bene. E in fondo, anch'io non riesco a non pensare che deve essere una persona davvero spezzata... Sofferente... Perchè si è giocata l'unico posto dove poteva stare...

Si sono svegliati, scappo. Se avete qualche consiglio sarà graditissimo, io nel frattempo evito l'edicola ma non potrò farlo per sempre!
miki.arcon
*‿*
 
Messaggi: 786
Iscritto il: martedì 30 giugno 2009, 6:08
Località: over the rainbow
Figli: S. (2006) e C. (2008)

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda FRA » martedì 1 febbraio 2011, 20:13

Ti dirò, Miki, se da una parte l'idea di Mg non mi pare da buttare.... dall'altra mi sembra comunque una pesante insabbiatura: vedi sparire, o defilarsi, una persona cui vuoi bene (distacco, abbandono, separazione) e che in qualche modo è una figura 'di riferimento'... senza un perché, senza un per come, con qualcosa che 'striscia', sotto la sabbia: la delusione, il vago risentimento, la tristezza da parte vostra ....
E in fine, che le potrebbe lasciare questa esperienza di distacco ineluttabile, di motivo non detto, di silenzio... 'diplomatico'?

Non mi convince del tutto, sai? (Aggiungo: mi sa un po' troppo di ambiguo)

E se provassi ad accennare qualcosa -senza appesantire e seguendo il filo delle sue eventuali, o inevitabili, domande conseguenziali- cercando però di porgergliela con il cuore: tutta la verità, solo la verità, nient'altro che la verità?
Magari provando in tutti i modi a non emettere giudizi, magari solo i sentimenti, quelli sì: un po' di dispiacere...
un po' di cause: disagio di questa persona, pur sempre una persona, forse un po' sfortunatuccia...
FRA
Collaboratore
 
Messaggi: 2702
Iscritto il: mercoledì 23 dicembre 2009, 3:23
Figli: FU 20.10.2005

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda rachele » martedì 1 febbraio 2011, 23:40

Io condivido abbastanza ciò che dice Supertittolina. Mi spiego meglio, finché lei non pone domande non le direi niente, parlandone tranquillamente in casa però. I bambini hanno sempre le antenne dritte e sentendo i vari commenti sicuramente capirà qualcosa e verrà a chiedere. Pensare che non le arriveranno commenti su questa storia secondo me è utopistico. Quando chiederà a te cosa succede, io glielo racconterei dicendole che si, questa è una persona con problemi ma che vi ha fatto molto molto soffrire. insomma non starei lì a giustificarla troppo perché credo che poi otterresti un brutto effetto sulla bambina che proverebbe rabbia e dispiacere per la sua famiglia ma si tratterrebbe dall'esprimerla per paura di ferirti ancora di più. Senza contare che rischieresti di farle avere un atteggiamento "troppo comprensivo" in caso le capitassero cose simili in futuro..
Rach + pulcio 5/2009
Avatar utente
rachele
 
Messaggi: 139
Iscritto il: giovedì 7 ottobre 2010, 15:53
Figli: F1 2009

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda Kino » mercoledì 2 febbraio 2011, 4:35

rachele ha scritto:sicuramente capirà qualcosa e verrà a chiedere.


Credo di si', in una famiglia in cui si parla, in cui regna l'empatia e i bambini sono considerati PERSONE il bambino verosimilmente avra' il coraggio di chiedere anche se avverte un'atmosfera di tensione e un silenzio voluto nei suoi confronti sull'argomento. Se chiede, io credo sia bene spiegare, senza toni pesanti e in termini semplici, ma con franchezza sui propri sentimenti.

Se non chiede? forse non sara' questo il caso, ma a volte i bambini capiscono che e' meglio lasciar tranquilli i grandi su certe cose, anche se hanno voglia di capire e vivono un'amarezza sia riflessa che propria (visto che Sofia ha un rapporto personale con "la colpevole", seppur un rapporto "bambino").
Fossi stata la prima a commentare, avrei azzardato un netto: spiegare.
Ho un po' riflettuto in base ai commenti precedenti, e l'aspetto di riversare su una bimba una cosa piu' grande di lei non e' da sottovalutare. Ma quello che percepisce in famiglia si riversa gia' sulle sue spalle. I bambini sentono anche il "cambiare discorso ad arte".
Penso: prendetevi il tempo di elaborare voi stessi, non negate spiegazioni se ne chiede, provate a "compensare" cercando momenti di gioia, e se non chiedera' spiegazioni per lungo tempo state all'erta su suoi eventuali segnali di inquietudine, specialmente se ripassate per l'edicola per un po' evitata.
E, se capitera' nel futuro, senza tirar fuori il discorso di punto in bianco artificiosamente ma se le circostanze facessero ricordare la dolorosa vicenda, forse potra' essere utile spendere qualche parola.

Da piccola giocavo apparentemente assorta mentre sulla mia testa passavano enormita' che avrei voluto capire.
:cry: Ho scoperto solo dopo molti anni, per esempio, che la mia famiglia paterna e gli zii materni avevano avuto una causa legale. Avevo visto la famiglia paterna sparire, avevo colto che c'erano guai grossi, ma non ho avuto il coraggio di chiedere, penso che la mia famiglia si sia fatta l'idea che non mi interessava molto e del resto se dicevo qualche timida parola sui nonni paterni venivo rimbrottata che non ne sapevo nulla e non potevo capire. Anni dopo sono stata redarguita da una zia paterna che mi diceva che d'accordo da piccola, ma quando sono cresciuta dovevo cercare di essere obiettiva e ricercare autonomamente il contatto con la famiglia paterna. Della serie, "cornuta e mazziata". : WallBash :
D'accordo, a differenza che nel vostro caso si trattava di persone vicinissime e di famiglia e in questo caso e' certo che sarebbe stato meglio coinvolgermi coi mezzi semplici che il mio essere bambina consentiva.
Io non avevo adulti cari che non fossero di famiglia, sui rapporti umani sono sempre stata un po' passiva e non ero in grado di affezionarmi a persone in modo autonomo, solo perche' le vedevo e ci parlavo o giocavo spesso.
Pero' Sofia vuole bene a questa persona. Potrebbe sentirne la mancanza? Io non avendo avuto spiegazioni a un certo punto ho accusato i miei genitori, non sapevo cos'era successo dall'altra parte e quindi non avevo i mezzi per capire che anche i miei genitori stavano male. Non volevo una lezione di diritto privato e processuale civile, ma forse potevo capire che torto e ragione non stanno mai da una sola parte, che c'erano emozioni forti, che c'era bisogno di tempo per riflettere ed era per quello che non si riusciva a far finta di niente e portarmi da nonni e zii paterni. E poi un po' di comprensione per come potevo soffrire IO di queste privazioni di contatto (non ero molto piu' grande di Sofia) non sarebbe guastata.
Ecco, credo che passata la tormenta possiate "prendere a prestito" le famose antenne di cui i bimbi sono muniti, per esplorare cosa e' meglio per la serenita' di tutti, forse una buona via di mezzo tra brutalmente spiegare e tacere tout court.
"Non e' mai troppo tardi per avere un'infanzia felice"

Immagine

Immagine
Avatar utente
Kino
 
Messaggi: 90
Iscritto il: mercoledì 1 dicembre 2010, 10:23
Figli: X S 16.04.2008
S 22.11.2011
A 24.7.2016

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda miki.arcon » mercoledì 2 febbraio 2011, 9:38

Grazie a tutte per i suggerimenti...
In effetti non è facile, Sofia ha sicuramente sentito più del necessario, ed è un momento in cui è molto molto nervosa... Ma ci potrebbero essere anche altri motivi... Le decisioni da prendere per il fratellino, etc.
Le cose sembrano complicarsi perchè questa persona, pur accusata e mandata via da mio marito, non se ne va. Non nega e non ammette, semplicemente resta lì e ha cominciato a dire in giro che è stato un nostro dipendente (il migliore amico di Franco, figuriamoci) che vuole incastrarla... Insomma credo che la cosa andrà per le lunghe e penso che proverò a chiedere ai servizi sociali, perchè è evidente che la ragazza è più fuori di testa di quel che pensavo. Sta tutto il giorno lì in un angolino, noi non sopportiamo di vederla e lo sa, ma non se ne va... Non ha un posto dove andare. Mi fa pena... Ma io non posso lavorare con lei lì. E non posso portare Sofia che vorrebbe giocare con lei e non capirebbe la nostra tensione... Nè posso spiegarle la situazione e poi fargliela incontrare comunque... Insomma noi eravamo abituati ad andare a trovare papà e a prenderci il gelato al bar e già comincia a dirmi perchè non ci andiamo... Ero preparata a spiegare senza entrare nel dettaglio perchè quella persona fosse assente, ma questa situazione è impossibile da affrontare per una bambina... O forse sembra a me? Non potrei fare finta di niente con lei che gioca con Sofia. Insomma cavolo, non stiamo parlando di un singolo episodio dovuto alla disperazione, ma di MESI di furti per più di 30 mila euro... ! C'è mancato poco che ci trovassimo tutti per la strada, bimbi inclusi... Io mi rendo conto che questa è matta, poveraccia, ed ha avuto una vita difficile, ma accidenti... Io non la voglio più vedere! E soprattutto non siamo tranquilli con lei là, di sicuro ormai sappiamo che non è in grado di fermarsi. Abbiamo evitato di denunciarla perchè non abbiamo prove concrete e perchè ci fa pena... Ma a questo punto ci serve un aiuto esterno. Non so bene chi... Chiamerò in consultorio e vediamo se mi danno un consiglio... Mi spaventa l'idea che si faccia avanti il centro igiene mentale e la imbottisca di farmaci... Ne vedo tanti ogni giorno perchè abbiamo il bus dell'ANFAS lì vicino. Ma cosa accidenti posso fare???

Come mi dispiace per Sofia. A questo punto vediamo come va e quanto tempo ci vuole per risolvere la situazione in qualche modo, ma se devo tenerla lontana dal lavoro del papà una spiegazione gliela dovrò dare... Anche perchè 2 volte alla settimana devo andare a dargli il cambio all'ora di pranzo ed ero abituata a portare con me i bimbi...

Oh, certo che piove sul bagnato... Non ci facciamo mancare nulla!
miki.arcon
*‿*
 
Messaggi: 786
Iscritto il: martedì 30 giugno 2009, 6:08
Località: over the rainbow
Figli: S. (2006) e C. (2008)

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda miki.arcon » mercoledì 2 febbraio 2011, 10:25

Non è in carico di nessuno, e nemmeno noi ci eravamo resi conto che fosse messa tanto male... Insomma, non sembra ritardata o che, non è una persona evidentemente matta altrimenti l'avremmo allontanata da subito!

30000 euro in 6 e più mesi... E poi erano 30000 euro di PERDITA, perchè erano in gratta e vinci e non in contanti...
Li ha spesi. Giocando, senza dubbio, probabilmente col videopocker o qualche porcheria simile (che è diventata la sua mania negli ultimi mesi, prima non era così assidua).

Fai presto a dire che i loro cammini non si devono incrociare ma... Anche con una denuncia, senza prove, non posso impedirle di entrare nel bar che è un locale pubblico! Le prove non si trovano facilmente, dovresti pizzicarla sul fatto. Gli stessi carabinieri ci hanno detto che anche se avessimo un filmato, in tribunale non potremmo usarlo... Dovrebbero averlo fatto loro, su nostra segnalazione etc etc... Insomma, la vedo dura e ripeto, non è che ambisco a rovinare la vita a questa disgraziata, preferirei che se la prendesse finalmente in carico qualcuno.

Stamattina comunque non si è vista (è di turno Franco), vediamo se magari l'ha capita....
miki.arcon
*‿*
 
Messaggi: 786
Iscritto il: martedì 30 giugno 2009, 6:08
Località: over the rainbow
Figli: S. (2006) e C. (2008)

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda katerpillar » mercoledì 2 febbraio 2011, 11:25

Miki, mi spiace un sacco : Sad :

Comunque credo che rispondere se chiede e non iniziare tu il discorso sia una buona idea.
Spero tanto riusciate a venirne a capo presto :abbraccione :abbraccione
Avatar utente
katerpillar
*‿*
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 12:04
Figli: Uno (Ago2007)

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda dafne » venerdì 4 febbraio 2011, 16:04

Mi associo al non dir nulla sin a quando non sarà tua figlia a chiedere e nell'eventualità rispondere a misura di bambino senza però tergiversare!
Situazione davvero spiacevole...soprattutto perchè non ti senti più libera di andare con tua figlia a trovare il papà per la paura d'incontrarla: davvero assurdo ed ingiusto!
Per quanto riguarda la querela serve davvero a poco se non ci sono prove a suo carico determinanti...ed anche in questo caso è davvero dura allontanarla!
Quando ero incinta abitavamo in un quartiere assolutamente tranquillo, meraviglioso, immerso nel verde, lontano da auto e rumori molesti...
Tutto perfetto tranne che per un vicino con seri problemi di schizofrenia.
"Lavorava"di notte, soprattutto durante i temporali...auto distrutte, giardini invasi da sterco, gatti e cani morti rinvenuti nei cassonetti. Per non parlare delle grida...
Mio marito tornava dal lavoro a notte fonda ed avevo il terrore che lo potesse cogliere sul fatto subendone la schizofrenica reazione.
Insomma, tutti sapevano che era lui a devastare, a minacciare, anche le autorità ma seppur ci fosse una seria minaccia anche per l'incolumità delle persone nessun ha mai potuto far molto.
Ringraziando il Signore, si fece "autogol" da solo...durante un rifiuto ad un TSO, ferì gravemente un poliziotto intervenuto e da lì si aprirono le porte del carcere!
Ma sino ad allora vivevamo tutti nel terrore...
Questo per dire che purtroppo le autorità non possono far molto...tristemente e vergognosamente è come quando ad un incrocio pericoloso l'amministrazione di turno si decide a mettere un semaforo, una rotonda, solo dopo che c'è scappato il morto!!! :incazz: : WallBash :

Comunque cara Miki spero tanto che riusciate a sbrogliare questa matassa... :abbraccione
"Ti auguro tempo per toccare le stelle e tempo per crescere e per maturare"(Elli Michler)
Avatar utente
dafne
Collaboratore
 
Messaggi: 773
Iscritto il: sabato 1 gennaio 2011, 19:58
Figli: fu2007

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda FRA » sabato 5 febbraio 2011, 4:10

dafne ha scritto:Ringraziando il Signore, si fece "autogol" da solo...durante un rifiuto ad un TSO, ferì gravemente un poliziotto intervenuto e da lì si aprirono le porte del carcere!


Diomio, che tristezza... Ma quale 'civiltà' saremmo a prenderci cura così di una persona malata (OLTRE CHE PERICOLOSA)?
Allora faceva bene un certo hitler a mandarli alla 'dolce morte'?
Sembra proprio che la vera civiltà sia ancora anni luce da venire
o ce ne stiamo semplicemente allontanando? : Hurted :
Scusate l'ot....
FRA
Collaboratore
 
Messaggi: 2702
Iscritto il: mercoledì 23 dicembre 2009, 3:23
Figli: FU 20.10.2005

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda katerpillar » domenica 6 febbraio 2011, 19:23

A me di questo episodio intristisce che il carcere debba essere il luogo in cui infilare uno schizofrenico... comunque Dafne, poveracci non deve essere stata facile per niente :shock: :?
Avatar utente
katerpillar
*‿*
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 12:04
Figli: Uno (Ago2007)

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda dafne » martedì 8 febbraio 2011, 18:03

Sì, non fu facile...e come tu e FRA dite, la vera tristezza fu aver lasciato sola una persona tanto bisognosa di cure. : Sad :
Al giorno d'oggi non si fa molto per persone con simili patologie...sono vere e proprie bombe ad orologeria (mi dispiace anche doverle definire così) dimenticate in seno alle famiglie che poco possono difronte problematiche tanto complicate!!! Anzi spesso ne sono le prime "vittime"...
"Ti auguro tempo per toccare le stelle e tempo per crescere e per maturare"(Elli Michler)
Avatar utente
dafne
Collaboratore
 
Messaggi: 773
Iscritto il: sabato 1 gennaio 2011, 19:58
Figli: fu2007

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda miki.arcon » martedì 8 febbraio 2011, 18:28

Epilogo: la ragazza è sparita. Evidentemente l'ha capita, meglio così. Nella mia imbecillità sono pure un po' in pensiero... Chissà dov'è. Passava qui tutto il giorno...

Penso che faremo una segnalazione alla polizia, specificando che non abbiamo intenzione di fare nulla di particolare ma di segnalarla ai servizi sociali, tanto perchè se succede ancora sappiano un po' con chi hanno a che fare... Non so poi se questo si possa fare, chiederemo. Tra l'altro ho scoperto che precedentemente aveva lavorato in una pizzeria e l'avevano mandata via perchè aveva preso dei soldi (ovviamente lei ha negato, ma tant'è). Insomma siamo stati proprio dei boccaloni number one!!!

Sul fatto che le persone con problemi psicologici siano abbandonate al loro destino, è purtroppo vero... E anche i bambini, ne parlavamo proprio in questi giorni con la nostra logopedista, che ne vede di tutti i colori. Il problema grosso è che queste persone (parlo in particolare dei bambini) vengono seguite da logopedisti, psicologi, etc... Ma manca completamente una figura professionale che abbia idea di come gestire il lato EMOTIVO. In pratica si lavora un sacco sul cognitivo, sul relazionale, tante belle cose, ma di fronte alle emozioni queste persone sono totalmente sguarnite e nessuno ha idea di come aiutarle a gestirle. Sì, ai bambini piccoli si fa musicoterapia, psicomotricità, ma sono davvero poche le persone capaci di gestire un bambino grande o un adulto (anche perchè è oggettivamente molto difficile, credo!). Quindi spesso queste persone sono capaci di "funzionare" anche benino, finchè non sono preda di un'emozione forte... Rabbia, paura... E lì sbroccano di brutto, e non sanno assolutamente come gestirsi! C'è un bimbo dalla nostra logo, un tipino... Bello come il sole, una faccia da furbetto! Non riescono ad aiutarlo su questo, la logopedista giustamente non ci può fare molto, la psicologa annaspa, le insegnanti di sostegno non sanno che pesci pigliare, e lui... Comincia ad essere abbastanza grande da essere pericoloso quando va in crisi. Ti girano le balle perchè alla fine è tutto sulle spalle della famiglia, e quando va bene (e questo per fortuna è il caso) la famiglia si fa in 4 o in 8... Quando ti va male, sono bambini perduti. :sob:

Comunque tornando a noi finore Sofia non ha chiesto e io non ho detto niente. Tengo le antenne dritte, in caso ci siano cose "sotterranee" da tirar fuori, ma per ora pare che vada tutto bene così.
miki.arcon
*‿*
 
Messaggi: 786
Iscritto il: martedì 30 giugno 2009, 6:08
Località: over the rainbow
Figli: S. (2006) e C. (2008)

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda katerpillar » martedì 8 febbraio 2011, 19:03

miki.arcon ha scritto:C'è un bimbo dalla nostra logo, un tipino... Bello come il sole, una faccia da furbetto! Non riescono ad aiutarlo su questo, la logopedista giustamente non ci può fare molto, la psicologa annaspa, le insegnanti di sostegno non sanno che pesci pigliare, e lui... Comincia ad essere abbastanza grande da essere pericoloso quando va in crisi. Ti girano le balle perchè alla fine è tutto sulle spalle della famiglia, e quando va bene (e questo per fortuna è il caso) la famiglia si fa in 4 o in 8... Quando ti va male, sono bambini perduti. :sob:


Che amarezza : Hurted :

Miki, molto tra virgolette, bene per voi. Posso solo immaginare :abbraccione
Avatar utente
katerpillar
*‿*
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 12:04
Figli: Uno (Ago2007)

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda dafne » giovedì 10 febbraio 2011, 12:11

Miki, bella notizia : Smile : ...nonostante comprenda la tua preoccupazione nel domandarti dove possa essere!
Quoto in pieno quello che dici in proposito dei bambini con difficoltà sempre meno "ASCOLTATE" e come tu stessa scrivi, le famiglie lasciate sole non riescono purtroppo a far molto...quando poi non ci sono nemmeno quelle, la schiera di "bambini perduti" si allunga tristemente! : Sad :
"Ti auguro tempo per toccare le stelle e tempo per crescere e per maturare"(Elli Michler)
Avatar utente
dafne
Collaboratore
 
Messaggi: 773
Iscritto il: sabato 1 gennaio 2011, 19:58
Figli: fu2007

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda Effi B. » giovedì 10 febbraio 2011, 13:53

Miki, mi dispiace di tutta questa faccenda e spero che almeno ora le vostre giornate si rasserenino

FRA ha scritto:
dafne ha scritto:Ringraziando il Signore, si fece "autogol" da solo...durante un rifiuto ad un TSO, ferì gravemente un poliziotto intervenuto e da lì si aprirono le porte del carcere!


Diomio, che tristezza... Ma quale 'civiltà' saremmo a prenderci cura così di una persona malata (OLTRE CHE PERICOLOSA)?
Allora faceva bene un certo hitler a mandarli alla 'dolce morte'?
Sembra proprio che la vera civiltà sia ancora anni luce da venire
o ce ne stiamo semplicemente allontanando? : Hurted :
Scusate l'ot....


Scusa me Fra ma non ho capito bene che cosa vuoi dire. Ho letto e riletto, ma una frase come quella che ho evidenziato in qualsiasi contesto è per me inaccettabile e non riesco a non dirlo
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7757
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda FRA » giovedì 10 febbraio 2011, 14:46

Volevo dire che non trovo molta differenza nella soluzione praticata dal nazismo - che uccideva i dementi e i ritardati nelle camere a gas, dette appunto 'la dolce morte' perché considerate indolore - e la prassi di una società che verso gli stessi malati o bisognosi di assistenza, in realtà, non adotta alcuna soluzione, abbandonandoli a sé stessi e di fatto lasciandoli privi di ogni mezzo per vivere dignitosamente (o per sopravvivere) in attesa che si mettano nel peggiore dei guai o che si eliminino da soli, magari dopo aver causato danni ad altri...
Chiedo scusa se ho usato un paragone così forte, che può essere sembrato infelice, ma è proprio quello che mi è venuto in mente.
FRA
Collaboratore
 
Messaggi: 2702
Iscritto il: mercoledì 23 dicembre 2009, 3:23
Figli: FU 20.10.2005

Re: Tradimento di persone amate: dirlo ai bambini?

Messaggioda Effi B. » giovedì 10 febbraio 2011, 14:50

Grazie Fra! Ora ho capito. E capisco il ricorso al paradosso. Solo che prima c'era troppo di implicito per la mia testolina stanca e non riuscivo a far filare il discorso.
Avatar utente
Effi B.
NTIS
 
Messaggi: 7757
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2008, 22:15
Figli: Carlo 2006, Pietro 2009


Torna a Crescere con i nostri piccoli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti