chiedere scusa

Come affrontiamo tutti i giorni l'impegno di essere dei genitori consapevoli e onesti? Discutiamo delle nostre difficoltà, riflettiamo sui nostri piccoli e grandi dubbi quotidiani, cerchiamo insieme in che modo possiamo trasformare i problemi che incontriamo in un'occasione per diventare persone più coerenti ai valori che hanno a cuore.

chiedere scusa

Messaggioda francesca78 » domenica 23 gennaio 2011, 11:33

L'altro giorno dovevo raccogliere la pipi di cecilia per fare degli esami delle urine. Cecilia deve avere avuto un trauma con i dottori e tutto cio' che riguarda questo ambito. Era una settimana che cercavo di raccogliere queste urine. Quella sera avevo deciso che volevo proprio raccoglierle. Comincia il pianto disperato e io sento che cominciano a girarmi le balle, mi sento impotente perche' non so proprio cosa fare. Dopo 20 minuti di tentativi di contrattazione mi incavolo e le dico che deve fare la pipi. Dopo altri 10 minuti in cui ero incavolata la fa.
Il discorso esce ripetutamente e lei mi ripete che non dovevo urlare e non devo trattarla cosi'. Io le chiedo scusa. Ma ho anche il bisogno di dirle che non sapevo veramente cosa fare e che avevo veramente bisogno di raccogliere la pipi, e che mi dispiace che lei abbia cosi' paura ma di quella pipi ne avevo bisogno. Allora questo mio chiedere scusa e' anche apparso un po' come colpevolizzante ho paura. Insomma in quel momento io capivo veramente la sua paura (era per quello che da una settimana cercavamo di raccoglierla in altro modo), ma mi sono sentita legittimata ad urlare perche' non sapevo che altro fare. Non so cosa potrei fare se mi ritrovassi in una situazione simile, e non so come chiedere onestamente scusa.
Poi c'e' la questione del suo terrore dei dottori (che per fortuna frequenta poco) che vorrei tanto trovare il modo di affrontare, ma non so come.
qualcuno ha un'illuminazione?
francesca78
*‿*
 
Messaggi: 2129
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2009, 16:11
Figli: due figli

Re: chiedere scusa

Messaggioda katerpillar » domenica 23 gennaio 2011, 12:43

francesca, non conosco la situazione, magari l'hai spiegato altrove, perché ha paura dei dottori? Per il momento aspetto di capirne un po' di più
Avatar utente
katerpillar
*‿*
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 12:04
Figli: Uno (Ago2007)

Re: chiedere scusa

Messaggioda francesca78 » domenica 23 gennaio 2011, 13:52

non so bene cosa è successo, deve essere accaduto gradualmente e io non ho capito, non ho reagito bene. comunque inizialmente non aveva problemi con i dottori, poi il disastro. Io per un certo periodo non ero di certo brava a darle le medicine, provavo cercando di contrattare, ma alla fine dopo anche un'ora di contrattazione mi incavolavo. Alla fine ho accorciato i tempi e ho manifestato empatia. Comunque non riesco a capire bene come mai è così disperata (tutti i medici che la vedono mi chiedono se ha avuto traumi da ospedalizzazione). Insomma c'è stato qualcosa che non ho saputo accogliere.
francesca78
*‿*
 
Messaggi: 2129
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2009, 16:11
Figli: due figli

Re: chiedere scusa

Messaggioda katerpillar » domenica 23 gennaio 2011, 13:57

Mhm... Sofia comunica bene verbalmente? Hai provato a chiederglielo direttamente? O a spiegarle per quale motivo per te è importante che lei si fidi, oltre che di te, anche dei dottori che scegli per lei? Noi in questo al solito siamo anomali. Lui le medicine non le prende neanche sotto tortura : Hurted : però il suo dottore lo adora... tanto che ieri abbiamo fatto la strada per andare all'ambulatorio (eravamo invitati a casa di un suo compagno di scuola che abita proprio lì accanto) e voleva comunque passare anche dal dottore :abbraccione
Avatar utente
katerpillar
*‿*
 
Messaggi: 3493
Iscritto il: venerdì 19 marzo 2010, 12:04
Figli: Uno (Ago2007)

Re: chiedere scusa

Messaggioda river » domenica 23 gennaio 2011, 14:47

francesca78 ha scritto:... ...
Cecilia deve avere avuto un trauma con i dottori e tutto cio' che riguarda questo ambito. Era una settimana che cercavo di raccogliere queste urine. Quella sera avevo deciso che volevo proprio raccoglierle. Comincia il pianto disperato e io sento che cominciano a girarmi le balle, mi sento impotente perche' non so proprio cosa fare. ...
... Il discorso esce ripetutamente e lei mi ripete che non dovevo urlare e non devo trattarla cosi'. Io le chiedo scusa....
...
Insomma in quel momento io capivo veramente la sua paura (era per quello che da una settimana cercavamo di raccoglierla in altro modo),
... ...
Poi c'e' la questione del suo terrore dei dottori (che per fortuna frequenta poco) che vorrei tanto trovare il modo di affrontare, ma non so come.
qualcuno ha un'illuminazione?


potrebbe essere un'idea quando e' possibile, di ricordarsi di chiedere a lei... di aiutarti a trovare una soluzione. Cercarla insieme ... dico quando e' possibile perche' quando ci troviamo invece a sperimentare uno stato emotivo nostro simile a quello che racconti, "avevo deciso che volevo proprio raccoglierle" non lo so, forse li la possibilita' e' di fare un passo indietro. che ne so osservare lei piu' attentamente per provarci nei momenti in cui e' piu' tranquilla.
e ritorno magari a chiedere... visto che mi pare di capire che vi parliate gia' in modo da capirvi ecco... "secondo te come possiamo fare?"
non ho diretta esperienza visto che il mio cucciolo ancora non si esprime tanto da potermi dire quello che ti ha detto lei sul trattamento ad esempio...
ma immagino che si possa provare anche cosi'...

sul chiedere scusa c'e' anche un altro argomento che magari ti va di leggere (gia' io lo devo ri-leggere) viewtopic.php?f=34&t=107&p=579&hilit=chiedere+scusa#p579

invece sulla paura dei dottori ... non so proprio... anche io alla sua eta' ero terrorizzata. quando arrivava lo zio (infermiere) di mia madre a casa di mia nonna correvo a nascondermi - perche' lo associavo alle punture che mi spaventavano troppo (anche se poi il dolore era sopportabile) - sotto il letto. tanto che pure per questo mi chiamavano certe volte "cacona"...
poi mi si e' amplificata verso i 7 anni quando sono stata operata di appendicite e un mostro di infermiera mi ha svegliato per farmi la punturona :shock: (per non parlare del clistere obbligatorio :sob: ) e ricordo pure che gridavo fino alla sala operatoria perche' i dolci medici non volevano fare entrare mia madre a consolarmi prima di andare in anestesia totale. (3 secondi) :incazz:

poi non e' detto che ci siano stati episodi particolari, ma come si e' vissuto un avvenimento, quello si. magari piano piano te lo sapra' dire ...e in questo e'possibile che la aiuti a ricordare chiedendole cose...
non e' che pure i pediatri sappiano sempre come accogliere i bimbi...
se uno non puo' evitare di frequentarli (o fargli togliere il camice, che ne so, andare da "alternativi") magari e' il caso di dedicare qualche tempo (tipo come e' capitato al figlio di katerpillar...) ad andarci solo per conoscersi (seee e vabbe' io ci proverei?) piuttosto che quando e' appunto il momento...
e magari anche un piccolo deve sentire che "sta male" e sentire che anche la <medicina> puo' aiutare ... per esempio il mio amore le prime volte che usavo con lui la soluzione ipertonica iniziava a girarsi e incavolarsi... adesso quando ha il naso otturato lo vuole lui e talvolta non se ne stacca...
comunque vorrei poter leggere un libro che ho sfogliato da un'amica e te lo segnalo. e' di un pediatra romano Franco de Luca "Bambini e (troppe) medicine" chissa' che non ci possa essere utile... ;)
anzi qui anche alcuni estratti:
http://www.leoneverde.it/catalogo/?azione=visualizza&id_libro=13&libro=Bambini+e+%28troppe%29+medicine

:abbraccione
"Ma soprattutto non sappiamo ancora quale aspetto potrebbe assumere il mondo, se i bambini potessero crescere senza subire umiliazioni, se venissero rispettati come esseri umani e presi sul serio dai loro genitori." (A. Miller)
Avatar utente
river
*‿*
 
Messaggi: 1314
Iscritto il: giovedì 28 ottobre 2010, 16:36
Figli: M 10.2009

Re: chiedere scusa

Messaggioda luna » domenica 23 gennaio 2011, 22:01

alabs ha scritto:[ "secondo te come possiamo fare?"


il metodo senza vinti di Gordon...
io ho una bambina che parla e si esprime molto bene... eppure a quasi 3 anni non riesce a proporre soluzioni... e quindi spesso sto metodo si riduce a me che parlo parlo parlo e lei che si tappa le orecchie e mi dice di star zitta : Hurted :
luna
 
Messaggi: 529
Iscritto il: mercoledì 3 marzo 2010, 21:44
Figli: 2/2008 - 9/2014

Re: chiedere scusa

Messaggioda francesca78 » lunedì 24 gennaio 2011, 8:17

grazie :)
la contrattazione la uso molto, ma in questo caso non sono mai riuscita, perche' mi sembra qualcosa di piu' forte di lei, non puo' o non vuole la razionalita'. considera che era una settimana che cercavo di raccogliere la pipi', anche chiedendo a lei come. La mia decisione "ora raccolgo la pipi'"era perche' mi sembrava ridicolo andare avanti mesi, magari qui c'e' un inghippo mio, non so, ma di sicuro non so come fare in queste situazioni.
Lei non prende tante medicine. le do cose omeopatiche, le ho proposto la tachipirina (non era sufficiente la belladonna) con l'otite per la notte e le ho fatto scegliere se prenderla o meno, alla 4 volta che si svegliava piangente gliel'ho data io, ma per dirti che non sono li a darle antibiotici o tachipirina come fosse acqua. Infatti mia cognata sostiene che i pianti alle medicine derivino dal fatto che prendono poche medicine e non sono abituati.
Cerchero' di portarla a fare visita dalla dottoressa per conoscerla, e' una buona idea.
Grazie per il link sul chiedere scusa, mi e' utile, di solito io chiedo scusa senza fatica e dal cuore, ma ci sono episodi come questo, dove vorrei fare capire la mia ragione in cui le scuse sono meno sentite :culpa:
francesca78
*‿*
 
Messaggi: 2129
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2009, 16:11
Figli: due figli

Re: chiedere scusa

Messaggioda Atoq » lunedì 24 gennaio 2011, 10:23

francesca78 ha scritto:grazie :)
Infatti mia cognata sostiene che i pianti alle medicine derivino dal fatto che prendono poche medicine e non sono abituati.


Bho, non credo sia questo il motivo, Viola non ha mai preso medicine, ha preso la tachipirina due volte in vita sua e basta, entrambe le volte perché si é svegliata di notte con dolori, una volta al collo tipo torcicollo e una volta aveva la febbre e le facevano male i denti. Ha inghiottito mezza tavoletta mia di paracet con un po' d'acqua e dopo poco si é sentita meglio. Certo lei prende sempre due orsetti al mirtillo di vitamine, due perle con omega tre che sanno di banana e una pasticca di fluoro e per lei sono come caramelle anche se sa che sono piú simili alle medicine che ogni giorno ho cacciato in bocca ad Aiko per un anno...forse l'esempio del cane ha funzionato da training? Noi abbiamo un kit del dottore e ci giochiamo spesso, potrebbe aiutarla a superare la paura?

Atoq
Avatar utente
Atoq
*‿*
 
Messaggi: 821
Iscritto il: mercoledì 18 febbraio 2009, 19:33
Località: Trondheim (Norvegia)
Figli: Viola 11.08.2007
Luca 18.06.2010

Re: chiedere scusa

Messaggioda river » lunedì 24 gennaio 2011, 14:34

francesca78 ha scritto:Lei non prende tante medicine. le do cose omeopatiche, le ho proposto la tachipirina (non era sufficiente la belladonna) con l'otite per la notte e le ho fatto scegliere se prenderla o meno,


ma lo sapevi che lo stesso tuo latte cura un mare di cose? si possono mettere pure le gocce nelle orecchie ;) tanti altri rimedi per cui puo' essere utile il nostro latte li avevo letti nel libro "svezzamento e allattamento" di G. De Fiore...
:)
"Ma soprattutto non sappiamo ancora quale aspetto potrebbe assumere il mondo, se i bambini potessero crescere senza subire umiliazioni, se venissero rispettati come esseri umani e presi sul serio dai loro genitori." (A. Miller)
Avatar utente
river
*‿*
 
Messaggi: 1314
Iscritto il: giovedì 28 ottobre 2010, 16:36
Figli: M 10.2009

Re: chiedere scusa

Messaggioda francesca78 » lunedì 24 gennaio 2011, 14:40

Atoq ha scritto: francesca78 ha scritto:grazie :)
Infatti mia cognata sostiene che i pianti alle medicine derivino dal fatto che prendono poche medicine e non sono abituati.



Bho, non credo sia questo il motivo,

nemmeno io lo penso, riportavo quello che dice lei per dire confermare il fatto che non prende tante medicine.
Comunque giochi dei dottori e storie sui dottori sono all'ordine del giorno, infatti io devo dire che mi rompo da morire ormai quando devo raccontare l'ennesima storia di Picchia (il nostro personaggio inventato) che va dal dottore e succede di tutto e di piu', anche perche' non posso raccontare quello che voglio io, ma devo raccontare la storia che ha in testa lei.

alabs ha scritto:ma lo sapevi che lo stesso tuo latte cura un mare di cose? si possono mettere pure le gocce nelle orecchie ;) tanti altri rimedi per cui puo' essere utile il nostro latte li avevo letti nel libro "svezzamento e allattamento" di G. De Fiore...
:)

provero' questo libro, comunque lei e' ancora allattata. ma per darti un'idea, volevo metterle una mezza cipolla vicino all'orecchio in modo che le alleviasse il doloro, ha rifiutato anche quella. :roll:
francesca78
*‿*
 
Messaggi: 2129
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2009, 16:11
Figli: due figli


Torna a Crescere con i nostri piccoli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti